DIRETTA / Fenerbahçe-Laboral (risultato finale 88-77, overtime): turchi in finale con il Cska Mosca (basket Eurolega Final Four 2016, oggi 13 maggio)

Diretta Fenerbahçe-Laboral Kutxa Vitoria: info streaming video e tv, risultato live della seconda semifinale di basket Eurolega 2015-2016. La Final Four del torneo si gioca a Berlino

13.05.2016 - La Redazione
Fenerbahce_panchina
(dall'account ufficiale facebook.com/fbbasketbol)

Dopo un overtime: il risultato finale nella seconda semifinale di Eurolega 2015-2016 premia il Fenerbahçe, che dunque vola in finale dove domenica sfiderà il Cska Mosca. Partita splendida alla Mercedes-Benz Arena di Berlino: il Fenerbahçe domina i primi minuti e si porta rapidamente sul 10-0 indovinando tutto, ma poi entra Ioannis Bourousis (22 punti e 10 rimbalzi) e la musica cambia. I turchi chiudono comunque avanti il primo quarto (23-15) ma il Baskonia è vivo e al 20’ è sotto di 1 (41-40), che diventa +2 al 30’ con una tripla di tabellone di Bourousis allo scadere. Il quarto periodo si apre con l’allungo del Laboral che vola a +7 in un paio di occasioni; sul 59-66 con un Bourousis caldissimo e un Darius Adams che punisce le attenzioni sul centro greco, la partita sembra finita. Non è così, perchè nel Fenerbahçe si sveglia Jan Vesely: il ceco firma da solo il parziale di 6-0 che riporta i turchi a -1, e da quel momento iniziano gli ultimi palpitanti minuti. Obradovic va con il quintetto con i due lunghi di peso (Vesely-Antic) ma anche il doppio playmaker Sloukas-Bogdanovic, con Gigi Datome pronto a punire sugli scarichi; un canestro di Adams riporta a +3 Vitoria, Datome ha la chance sul rimbalzo offensivo di Udoh ma il suo tiro da oltre l’arco fa dentro e fuori, allora il Laboral sfrutta i centimetri di Tillie che viene fermato fallosamente da Bogdanovic. Il lungo è perfetto dalla lunetta per il +5, a quel punto Obradovic va con il quintetto piccolo (Dixon insieme a Datome, Sloukas e Bogdanovic con Udoh) e ha subito 2 punti dal suo numero 16, che poi però commette fallo su Bourousis raddoppiato e chiuso nell’angolo, a 1’46’’ dalla sirena. Il greco fa 1/2 ma Tillie cattura un rimbalzo di importanza capitale; il Laboral non punisce ma Sloukas va cortissimo da 3 dopo un attacco pasticciato con rischio palla persa. Bourousis, anima e cuore del Baskonia, perde un sanguinoso pallone sull’attacco di Bobby Dixon: 62 secondi e +4 Vitoria, palla a Bogdanovic che sia ffida a Dixon, scarico per Datome e tripla del -1 co 48’’4 sul cronometro. Adams fa solo 1/2 ai liberi e Sloukas rapidissimo riporta la partita in parità: 72-72 e timeout Perasovic con 25’’ da giocare. Vitoria spreca l’ultima occasione con la tripla di Adams che fa dentro e fuori: overtime. Dove il Fenerbahçe finalmente rompe gli indugi e in breve tempo costruisce un vantaggio di 9 punti (anche grazie a una tripla di Datome, 15 punti per lui) con un Bogddanovic dominante (chiuderà con 18 punti) ed entra sull’83-76 negli ultimi due minuti della semifinale. Mike James non ci sta e ci prova, ma non riesce a mettersi in partita (6 punti); una quasi rubata da Vitoria diventa invece un rimbalzo offensivo e appoggio al tabellone per Vesely, dall’altra parte Hanga subisce fallo e va in lunetta dove fa 1/2 (85-77 con 55’’8). Bertans va ancora vicino a una rubata, gli arbitri vanno a rivedere e confermano la rimessa per il Fenerbahçe, Sloukas dall’angolo fa 88-77 e sigilla la finale, la prima in Eurolega, per i turchi di Zeljmir Obradovic che chiudono anche con la palla in mano, con Bogdanovic che fa a zig zag tra i difensori spagnoli e Dixon che rifiuta l’ultimo tiro.

Si avvicina; il Fenerbahçe arriva a questa Final Four con statistiche encomiabili. I punti segnati sono 78,3; meno del Laboral, ma spesso i turchi hanno vinto le partite con la difesa (72,2 punti concessi). Abbiamo il 52,2% da 2 punti e il 38% da 3, una media di 34,6 rimbalzi catturati – 10,2 dei quali offensivi – 16,2 assist e 5,1 recuperi a fronte di 12 palle perse. Se andiamo a leggere le statistiche dei singoli notiamo che ben cinque giocatori sono in doppia cifra per punti: si tratta di Ekpe Udoh (12,4), Gigi Datome (12,2), Jan Vesely (12), Bogdan Bogdanovic (11,7) e Bobby Dixon (10,9), cosa che aumenta le scelte offensive della squadra. Il miglior rimbalzista rimane Vesely con 7, mentre il numero 1 per assist è Dixon che ne smazza 3,6 a serata. Nelle tre serie di playoff l’MVP è stato Udoh: 14,3 punti e 7,7 rimbalzi con due stoppate a partita (Bogdanovic il top scorer, con 16,7 punti). Per quanto riguarda il Laboral Kutxa, i punti segnati sono 82; decisamente più del Fenerbahçe ma con una difesa peggiore (76,4 concessi). Abbiamo il 50,9% da 2 punti e il 36,1% da 3, con 37,9 rimbalzi (sono 10,3 offensivi), 15 assist abbondanti e 13,6 palle perse (sono invece 7,3 quelle recuperate). Quattro giocatori in doppia cifra per punti segnati: Ioannis Bourousis (14,6), Darius Adams (12,6), Fabian Causeur (10,8) e Mike James (10,4).

Il miglior rimbalzista è Bourousis che ne cattura 7,1 a partita (quasi 2 in attacco), come assist man abbiamo invece Adams con 3,9; nella sere di playoff il centro greco ha garantito il suo solito contributo (12,7 punti e 6 rimbalzi, anche 3,3 assist e 1,7 stoppate) ma non c’è dubbio alcuno che l’MVP dei quarti sia stato Darius Adams, che in 33 minuti a serata ha messo 22,7 punti tirando il 50% da 2 e il 37,5% da 3, con 3 rimbalzi e 3 assist conditi da un recupero a serata.

, in programma venerdì 13 maggio alle ore 21, è la seconda semifinale della Final Four di basket Eurolega 2015-2016. Siamo alla Mercedes-Benz Arena di Berlino: le due squadre si giocano l’accesso alla finale di domenica ed entrambe hanno ottime ragioni per arrivare fino in fondo.

Il Fenerbahçe parte favorito: lo dicono non soltanto la profondità e la qualità del roster, ma anche il torneo che ha giocato; aver fatto fuori il Real Madrid campione in carica con un netto 3-0 nella serie è un elemento in più a favore della squadra turca, che peraltro ha in panchina – per il terzo anno consecutivo – un “santone” come Zeljmir Obradovic che l’Eurolega l’ha vinta addirittura otto volte, la prima 24 anni fa con il Partizan Belgrado e l’ultima nel 2011 con il Panathinaikos (con cui ne ha conquistate cinque).

E’ la seconda partecipazione consecutiva alla Final Four: lo scorso anno il Fenerbahçe si fermò in semifinale, ora ha la possibilità non solo di fare il passo in più ma addirittura di portare a casa il trofeo. Dovrà però fare attenzione al Saski Baskonia (questo il nome ufficiale della società basca): una squadra che in ambito internazionale ha vinto soltanto una Coppa Saporta (vent’anni fa) ma che negli anni Duemila è stata una costante in Final Four raggiungendo anche due finali (nel 2001 e nel 2005), avendo a roster giocatori (tra gli altri) come Luis Scola, Andrés Nocioni e Pablo Prigioni che si sono costruiti una solida carriera in NBA.

Certamente quest’anno il Laboral è una sorpresa: è stato fantastico il lavoro dell’allenatore croato Vladimir Perasovic, tornato al Baskonia dopo nove anni (ha vinto la Eurocup con Valencia due stagioni fa): gli spagnoli hanno un record di 18-9 in questa edizione di Eurolega e nella serie di playoff hanno eliminato il Panathinaikos con un 3-0. Come dicevamo, il roster del Fenerbahçe è certamente più profondo: può contare sul nostro Gigi Datome, che porta un po’ di Italia a Berlino, ma anche su Ekpe Udoh (come il sardo votato nel secondo quintetto dell’Eurolega), Bogdan Bogdanovic (il vero playmaker della squadra), l’ex centro degli Atlanta Hawks Pero Antic, Nikola Kalinic e Bobby Dixon.

Una squadra talmente profonda da essere riuscita a sopperire all’infortunio di Jan Vesely, candidato al premio di MVP della regular season e che ha saltato la serie di playoff oltre alle ultime tre partite della Top 16. Il Laboral però ha avuto una stagione strepitosa dall’ex Olimpia Milano Ioannis Bourousis e ha in squadra giocatori come Darko Planinic, Fabien Causeur (che è forse il leader della squadra) e Davis Bertans. Sarà nua grande sfida, perchè in gara secca può succedere di tutto; il Fenerbahçe ha qualcosa in più, il Laboral Kutxa è nel classico anno “in missione” e non ci stupirebbe vederlo in finale tra due giorni. 

La diretta tv di Fenerbahçe-Laboral Kutxa Vitoria, seconda semifinale di basket Eurolega, sarà trasmessa da Fox Sports; appuntamento dunque sul canale 204 della pay tv del satellite. Tutti gli abbonati potranno avvalersi, in assenza di un televisore, del servizio di diretta streaming video attivando, senza costi aggiuntivi, l’applicazione Sky Go su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Sul sito ufficiale del torneo, www.euroleague.net, troverete informazioni utili come il tabellino play-by-play della partita; i riferimenti sui social network sono invece alle pagine facebook.com/TheEuroleague e, su Twitter, @Euroleague.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori