DIRETTA/ Avellino-Reggio Emilia (risultato finale 66-62): buona la prima per gli irpini! (Basket lega A)

- Carlo Necchi

Diretta Avellino-Reggio Emilia: info streaming video e tv, orario, risultato live. La partita di basket Lega A si gioca lunedì 2 ottobre 2017 al PalaDelMauro, palla a due ore 20:45

Fesenko_Avellino_ReggioEmilia_lapresse_2017
Diretta Avellino Trento (Foto LaPresse - repertorio)

Esordio positivo per la Sidigas Avellino di Sacripanti che nel posticipo della prima giornata del campionato di basket Serie A1 batte Reggio Emilia 66 a 62, conquistando così i primi due punti stagionali, rimane ferma al palo la squadra di coach Benetti. Nell’ultimo quarto gli ospiti provano ad accorciare le distanze con Della Valle entrato in partita quando forse ormai era già tardi per colmare il gap di quasi dieci punti di svantaggio, i padroni di casa si rilassano e vedono il loro tesoretto assottigliarsi fino a +1, grazie comunque al colpo di reni nel minuto conclusivo gli irpini si aggiudicano la contesa con i giocatori di Reggio Emilia che escono comunque a grazie alta, peccato per il black-out nella fase centrale dell’incontro. (agg. di Stefano Belli)

GLI IRPINI ALLUNGANO

Al termine del terzo quarto il punteggio di Avellino-Reggio Emilia, gara valida per la prima giornata del campionato di Serie A1 di basket vede i padroni di casa avanti per 55 a 46. Dopo aver faticato parecchio a inizio gara il quintetto di Sacripanti sembra aver preso le misure agli avversari che dopo i primi 10 minuti di gioco sembravano destinati a dilagare. Invece è arrivata la grande reazione di carattere degli irpini che proprio allo scadere della seconda frazione hanno ribaltato il parziale, e tra il 20′ e il 30′ hanno ulteriormente allungato portandosi fino a +10 nei confronti del quintetto di Menetti. In gran spolvero Wells dopo aver stentato nelle battute iniziali, molto bene anche Rich Leunen e Fitipaldo che stanno dando un grosso contributo alla causa dell’Avellino, adesso sono gli emiliani a dover inseguire. (agg. di Stefano Belli)

RIBALTONE DEGLI IRPINI

Quando siamo giunti all’intervallo è perfetta parità tra Avellino e Reggio Emilia, dopo il secondo quarto il punteggio è di 28-28. Alla ripresa del gioco D’Ercole contribuisce ad accorciare ulteriormente le distanze nei confronti degli ospiti, gli irpini continuano a inseguire senza mai mollare un colpo, entrambi i quintetti commettono parecchi errori ed è il motivo per cui si segnano pochi punti in questo secondo quarto con gli uomini di Sacripanti che completano la rimonta grazie al canestro di Fitipaldo, poi ci pensa della Valle a riportare in vantaggio gli ospiti, allo scadere della frazione Sané con una tripla ribalta la situazione che ora vede i padroni di casa davanti dopo essersi ritrovati a -9. Tutto da rifare per la compagine di Menetti che comunque ha ancora 20 minuti di gioco a disposizione per acciuffare la prima vittoria in campionato. (agg. di Stefano Belli)

OSPITI AVANTI DOPO IL PRIMO QUARTO

Al Palasport “Del Mauro” è cominciato il posticipo della prima giornata del campionato di basket A1 tra Sidigas Avellino e Grissin Bon Reggio Emilia, alla fine del primo quarto il punteggio vede la squadra allenata da coach Massimiliano Menetti avanti 22 a 18. Ottimo inizio degli ospiti che grazie alla tripla di Markoishvili si portano subito sul 10-2, i padroni di casa chiamano subito un timeout e alla ripresa del gioco riducono lo svantaggio rientrando in partita grazie a Rich che sta trascinando gli irpini, dall’altra parte Cervi trova la via del canestro con una facilità impressionante, a dargli man forte anche Nevels che con una tripla ristabilisce le distanze e consente a Reggio Emilia di allungare sul +9, il quintetto di Sacripanti riesce comunque a limitare i danni prima della pausa e ora si trova a -4. (agg. di Stefano Belli)

PALLA A DUE!

Siamo finalmente arrivati alla palla a due di Avellino-Reggio Emilia, uno dei match più interessanti in programma per il turno d’apertura del campionato di basket. Julian Wright, ala statunitense classe 1987, ha firmato un contratto di una stagione con la Reggiana con cui ha già giocato nel finale dell’ultima annata (10,7 punti, 6 rimbalzi e 3,7 assist in 3 partite). Queste le sue dichiarazioni: “Sono felice di ritornare alla Pallacanestro Reggiana, finalmente sin dall’inizio della stagione qui ho potuto tastare con mano, anche se per poche settimane, l’organizzazione di altissimo livello e l’ambizione sportiva di questa società. (…) Auspico che le mie doti di leadership e l’energia che metterò a disposizione dei miei compagni, combinate con le qualità tecniche che possiedo, possano aiutare a massimizzare il potenziale di questo Club”. Il direttore sportivo Alessandro Frosini ha aggiunto che Wright aggiungerà spessore al reparto lunghi aiutando la squadra ad essere più competitiva sia in campionato che in Eurocup. Ora diamo la parola al campo: al PalaDelMauro si gioca finalmente il Monday Night nella prima giornata di basket Lega A. (aggiornamento di Carlo Necchi)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: DOVE VEDERE LA PARTITA DI BASKET

Avellino-Reggio Emilia non sarà trasmessa in diretta tv ma in diretta streaming video su Eurosport Player, il servizio a pagamento raggiungibile dal portale it.eurosport.com. Due gli abbonamenti disponibili: giornaliero al costo di 6,99 euro ed annuale al prezzo scontato di 29,99 (dal 31 ottobre saranno 49,99). Il sito web ufficiale legabasket.it metterà a disposizione una schermata azione per azione del match con punteggio e statistiche aggiornate in tempo reale.

PARLA SACRIPANTI

A metà settembre, l’allenatore di Avellino Stefano Sacripanti ha fatto il punto sulla preparazione della squadra a pochi giorni dal debutto nel nuovo campionato. In primis il coach brianzolo ha ribadito di trovarsi bene al PalaDelMauro, dove allena dal 2015. Poi un pensiero alla Nazionale con cui Sacripanti ha lavorato quest’estate, come assistente del ct Ettore Messina: “Mi sento a casa e questa è la prima sensazione che sento di esternare. Prima di iniziare voglio spendere alcune parole sull’esperienza di questa estate; stare al fianco di Messina è stato motivo di orgoglio e devo ringraziare lui e la Federazione per l’opportunità che mi è stata concessa. Ringrazio la Sidigas che mi ha permesso di vivere questa esperienza sottraendo tempo alla squadra”. Poi il coach si è focalizzato sulla nuova Sidigas e la stagione che sta per cominciare: “Ho visto dei ragazzi con tanta voglia di lavorare. C’è curiosità da parte di tutti, ed anche noi siamo curiosi di sapere chi siamo. Gli obiettivi? E’ presto per fissarli. Dove arriveremo non lo so. Mi sento di poter dire che il livello del campionato si è alzato e noi abbiamo cambiato molto. (…) Sicuramente durante l’esordio non faremo 40 minuti di grande basket ma saremo pronti fisicamente. L’obiettivo è avere una squadra solida, pronta a crescere giorno dopo giorno”. (aggiornamento di Carlo Necchi)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Avellino-Reggio Emilia sarà diretta dagli arbitri Massimiliano Filippini, Luca Weidmann e Gianluca Calbucci: appuntamento al PalaDelMauro nella serata di lunedì 2 ottobre 2017, palla a due ore 20:45. Sidigas e Grissin Bon, solo qualche mese fa opposte nei quarti scudetto (3-0 per i campani), si ritrovano di fronte nel primo monday night del nuovo campionato di basket Lega A: entrambe partono con obiettivi ambiziosi ed anche per questo si preannuncia un match godibile.

QUI AVELLINO

Dopo le estenuanti semifinali scudetto dell’anno scorso, perse solamente a gara-7 contro i futuri campioni d’Italia di Venezia, Avellino si ripresenta competitiva ai nastri di partenza della nuova stagione. In cui la Sidigas prenderà parte anche alla Champions League nel gruppo D: i primi avversari estratti dall’urna sono i turchi del Besiktas, i cechi del CEZ Nymburk, i greci dell’Aris Salonicco, i belgi dell’ostenta e i polacchi del Zielona Gora; altri due si aggiungeranno dopo il terzo turno preliminare. Per affrontare degnamente il doppio fronte, la società campana ha costruito un altro roster molto competitivo almeno sulla carta: i confermati rispetto ad un anno fa sono Andrea Zerini, Maarten Leunen, Kyrylo Fesenko e Salvatore Parlato. Da Venezia è arrivato Ariel Filloy, reduce da un Europeo molto positivo dal punto di vista personale; ottimo anche l’ingaggio del play uruguaiano Bruno Fitipaldo, trascinatore di Capo d’Orlando fino al dicembre scorso prima di terminare la stagione al Galatasaray. Altre conoscenze del basket nostrano sono il tiratore Lorenzo D’Ercole arrivato da Sassari e il pivot Shane Lawal, che proprio con la Dinamo vinse da protagonista lo scudetto nel 2015 e che torna in Italia dopo un biennio a Barcellona. A completare la campagna acquisti gli statunitensi Dezmine Wells (ala classe 1992) e Jason Rich (guardia dell’86’), che in precampionato hanno già offerto lampi di talento, poi l’ala canadese Thomas Scrubb (classe 1991) e il lungo senegalese Hamady Ndiaye (1987).

QUI REGGIO EMILIA

La Grissin Bon, allenata per la settima stagione consecutiva da Massimiliano Menetti, ripropone un nucleo di giocatori italiani composto dai ‘vecchi’ Amedeo Della Valle e Riccardo Cervi e dagli emergenti Federico Bonacini (classe 1999), Leonardo Candi (play del ’97 arrivato dalla Fortitudo Bologna), Niccolò De Vito (guardia-ala classe 1994) ed Alessandro Vigori (pivot del ’99). In più è tornato dagli States il playmaker Federico Mussini che si candida ad un ruolo da protagonista, dopo l’esperienza biennale alla St. John’s University. Altro ritorno importante in Italia è quello dell’ala georgiana Manuchar Markoishvili, già protagonista a Cantù dal 2009 al 2013, mentre rispetto all’ultima stagione sono stati rifirmati gli USA Jalen Reynolds e Julian Wright. Completano il roster a disposizione di Menetti l’ala estone Slim-Sander Vene (26 anni), la combo-guard statunitense Garrett Nevels (24) e il pivot transalpino Landing Sanè (26). Quest’anno la Reggiana punta anzitutto a confermarsi tra le prime squadre del campionato italiano, magari migliorando il sesto posto dell’ultima regular season per avere un tabellone migliore nei playoff. In Eurocupà invece i biancorossi sono stati inseriti nel Gruppo B assieme a Galatasaray, Bayern Monaco, Appel Gerusalemme, Lietkabelis e Budocnost Podgorica: prime quattro di ciascun girone alle Top 16, ultime due eliminate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori