DIRETTA / Pistoia Torino (risultato finale 80-65) info streaming video e tv: Pistoia sul velluto

- Claudio Franceschini

Diretta Pistoia Torino: info streaming video e tv, orario e risultato live. Reduce da sei sconfitte, la The Flexx ospita la Fiat nella nona giornata del campionato di basket Serie A1

Poeta_Torino_Zagabria_lapresse_2017
Video Torino Zenit San Pietroburgo (LaPresse)

DIRETTA PISTOIA TORINO (RISULTATO FINALE 80-65): PISTOIA SUL VELLUTO

Inizia l’ultimo quarto. Poeta da tre porta i suoi sul meno nove, Torino sta provando a rientrare nel match. Vujacic sigla in area da due, cerca di riportarsi sotto Torino. Mian da due, Pistoia che ora va sul più otto. Moore da tre sigla il punto numero quindici della sua grande partita. Patterson da due porta Torino ora sul meno nove. Poeta fa due su due da tiro libero. Garrett Diante realizza il punto numero ventidue della sua gara. Moore realizza in area, prende il largo Pistoia. Mancano due minuti alla fine, la partita sembra non avere più storia. Garrett Diante sigla il punto numero ventitrè della sua grandissima partita. Termina il match con la vittoria di Pistoia. Moore e Ivanov hanno siglato diciassette punti a testa. (agg. Umberto Tessier)

FINE TERZO QUARTO

Inizia il terzo quarto della gara. Vujacic da due sigla il punto del pari, siamo sul trentotto pari. Gordon da due! Pistoia momentaneamente avanti. Bond realizza da due il più dieci per i padroni di casa. Bomba da tre di Mian! Sta volando ora Pistoia. Pistoia in pieno controllo del match, manca pochissimo alla fine del terzo quarto. Grandissimo Mian che sigla da tre! Padroni di casa ora sul più undici. Moore da tre! Termina il terzo quarto sul 62 a 49. Grandissima prestazione dei padroni di casa con un Bond capace di siglare sedici punti. Garret Diante ha siglato addirittura venti punti ma Torino non riesce a risalire per una prestazione deludente degli altri uomini. (agg. Umberto Tessier)

INTERVALLO LUNGO

Inizia il secondo quarto e siamo sul venti a venti con Laquintana che realizza nell’area. Match davvero equilibrato fino ad ora. Ivanov da due! Vantaggio dei padroni di casa. Iannuzzi da due, sorpasso momentaneo di Torino. Ivanov! Nuovo vantaggio dei padroni di casa, si gioca punto a punto. Ad un minuto dal termine del secondo quarto Torino è avanti di un punto, partita che vive sul filo dell’equilibrio. Bond! Bomba da tre e padroni di casa in vantaggio. Garrett Diante accorcia ancora per Torino! Moore risponde con una bomba da tre! Risponde ancora Garret Diante da due! Si gioca punto a punto. Il secondo periodo termina sul trentasei a trentaquattro. Partita davvero piacevole fino ad ora. (agg. Umberto Tessier)

FINE PRIMO QUARTO

Inizia il match tra Pistoia e Torino. Moore realizza da tre e apre le danze. Schiacciata di Washington! Torino avanti sul sei a cinque. Tiro libero siglato da Ivanov! Pistoia avanti di due punti. Patterson da due punti, partita ora in parità. Mbakwe va da due con un tiro realizzato in area, risponde Gaspardo da due e si chiude il primo periodo. Bond realizza in totale sui punti, Mbakwe con otto punti è quello che ha siglato più punti nel primo quarto. Match estremamente equilibrato fino ad ora tra le due compagini. Torino chiude avanti di soli due punti in una partita dove può accadere di tutto. Vediamo ora nel secondo quarto le due compagini come si comporteranno e se riusciranno ad allargare la forbice del punteggio. (agg. Umberto Tessier)

I PRECEDENTI

Sta per cominciare Pistoia Torino: alla vigilia della partita il veterano Giuseppe Poeta, playmaker della Fiat, ha raccontato la prima parte della stagione dicendo – come riferisce sportando.net – che la squadra è in linea con gli obiettivi che si era prefissata. “Sarebbe stato fantastico se avessimo vinto anche contro Cantù e Zagabria in Eurocup: le due sconfitte ci lasciano un po’ di amaro in bocca” ha ammesso Poeta, che però ha parlato di un ottimo avvio in entrambe le competizioni. Il play ha anche tracciato la via per migliorare: “Non dobbiamo sottovalutare alcun momento del match ed essere continui per 40 minuti, perchè non sempre le rimonte possono riuscire ed è meglio metterci nella condizione di non averne bisogno”. Poeta ha anche sottolineato la necessità, da parte degli americani, di essere più costanti e intensi su ogni possesso, pensando anche e soprattutto alla difesa, mentre dal punto di vista personale ha detto di stare bene fisicamente e di essere contento del suo rendimento. “Io cerco sempre di dare il mio contributo e di rispondere alle esigenze del coach; provo a dare una scossa se abbiamo qualche difficoltà, altrimenti mi limito all’essenziale”. Per Poeta ci sono 5,1 punti, 2,4 assist e 1,1 recuperi in 15 minuti di media sul parquet, con il 56% da 2 punti: a 32 anni non è affatto male. Intanto Pistoia e Torino sono pronte alla palla a due: mettiamoci dunque comodi e lasciamo parlare il campo, perchè al PalaCarrara la partita di basket Serie A1 ha finalmente inizio. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA DI SERIE A1

Pistoia Torino non è trasmessa in diretta tv; tutti gli appassionati potranno però gustarla sulla piattaforma Eurosport Player, dunque in diretta streaming video su PC, tablet e smartphone, semplicemente pagando una quota per abbonarsi al servizio. Tabellino play-by-play e statistiche dei giocatori, così come altre informazioni utili sulla partita, arriveranno dal sito ufficiale della Lega A di basket, all’indirizzo www.legabasket.it.

PARLA IL PRESIDENTE

Pochi giorni prima di Pistoia Torino il presidente della società toscana il presidente Roberto Maltinti ha tenuto una lunga intervista approfittando della sosta per le nazionali, facendo un punto sugli scarsi risultati della squadra. Il patron ha innanzitutto posto l’accento sui tanti infortuni che hanno colpito il roster (da Czyz a Tyrus McGee passando per Sanadze e l’ultimo della lista, Markus Kennedy) ma si è detto fiducioso sull’operato da parte di tutti: “Coach, staff e giocatori, saranno tutti determinanti così come il pubblico, insieme possiamo uscire dal tunnel in cui siamo finiti”. Maltinti ha anche parlato della sconfitta in volata del Taliercio come di un possibile miracolo sportivo (“me lo avessero detto tre ore prima mi sarei probabilmente fatto una risata”) e ha detto che si aspetta di fare punti nelle prossime due partite, questa appunto e quella, sempre al PalaCarrara, contro Pesaro. “Non voglio caricare l’ambiente di eccessiva pressione, ma allungare ancora la serie negativa potrebbe incidere sul morale, oltre che ovviamente sulla classifica”, ha detto il patron, sottolineando poi come queste settimane possano essere utili per inserire al meglio i nuovi arrivati (non solo Dejan Ivanov ma anche Jamon Gordon, che ha già esordito in maglia The Flexx) e provare a recuperare almeno McGee. “Il fattore PalaCarrara può pesare parecchio in una stagione in cui abbiamo capito di dover lottare con le unghie e con i denti” ha chiuso il presidente Maltinti. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Pistoia Torino si gioca al PalaCarrara e, diretta dalla terna arbitrale Lanzarini-Sardella-Ranaudo, va in scena alle ore 18:15 di domenica 3 dicembre per la nona giornata del campionato di basket Serie A1 2017-2018. Contesti diversi per le due squadre: la Fiat infatti insegue la prima posizione nella regular season e, più in generale, corre verso la partecipazione alle Final Eight di Coppa Italia sapendo che i playoff di fine stagione sono una realtà concreta. Pistoia dopo un ottimo avvio ha perso totalmente la bussola, arriva da sei sconfitte consecutive e adesso deve guardare alla salvezza, che sarà un affare complicato visto che la concorrenza è agguerrita e non sembrano esserci troppe squadre materasso in questa stagione.

QUI PISTOIA

Situazione difficile in casa The Flexx, tanto che in settimana anche il presidente Maltinti ha fatto sentire la sua voce dicendo di aspettarsi punti nelle prossime due partite. Vale a dire due gare casalinghe, perchè dopo Torino al PalaCarrara arriverà Pesaro e, trattandosi di una sfida diretta per la salvezza, non si potrà sbagliare. Intanto la sosta per il campionato ha fatto registrare l’arrivo di Dejan Ivanov, lungo bulgaro che in Italia avevamo già visto a Varese, Brindisi, Caserta e proprio Torino; giocava da qualche anno in Turchia senza troppe fortune (anche se con Gaziantep e Yesilgiresun ha anche superato i 10 punti di media, senza però trovare troppa continuità). La squadra ormai deve pensare soltanto a salvarsi ma le statistiche non sono dalla sua parte: Pistoia è penultima per punti segnati (fa peggio solo Capo d’Orlando) e tira con il 43,4% da 2 punti, una percentuale che ne fa la peggiore del campionato. Anche le palle perse sono troppe (16, anche qui Capo d’Orlando l’unica peggiore); in questo modo la The Flexx vanifica totalmente il fatto di essere la miglior squadra a rimbalzo, arrivando a 40,6 di media. In questo Ivanov darà una mano ancor maggiore potendo anche aumentare le percentuali al tiro nel pitturato; verso il taglio invece Markus Kennedy, 11,6 punti e 9,2 rimbalzi ma mai davvero convincente al di là delle statistiche messe insieme.

QUI TORINO

A Torino le cose vanno bene, anche se Luca Banchi ha recentemente dichiarato di aspettarsi qualcosa in più prima della sosta; resta il fatto che la Fiat se la gioca anche per vincere la regular season. Peccato che due settimane fa sia arrivata una sanguinosa sconfitta interna contro Cantù, per di più con una rimonta subita che ha detto come il doppio impegno campionato-Eurocup possa togliere qualcosa in termini di energie. Una sconfitta atipica, perchè fino a questo momento Torino aveva sempre vinto quando aveva segnato 80 o più punti; la squadra infatti ha il quarto miglior attacco del campionato anche davanti a squadre come Milano e Virtus Bologna, e ha una produzione ottima dall’arco (35,5%) facendo particolarmente bene a rimbalzo offensivo e risultando la miglior squadra per assist smazzati (18,8). Da qui si spiega ovviamente la produzione di punti, ma quando la difesa non funziona risulta difficile vincere le partite con il solo talento. Per questo Banchi dice che la sua Fiat può fare anche meglio di così. In ogni caso l’obiettivo nel breve periodo è qualificarsi alle Final Eight: da qui al termine dell’andata però l’Auxilium dovrà giocare contro Milano, Reggio Emilia e Brescia in casa e avrà trasferte difficili a Bologna, Trento e Varese. Dunque, oggi serve vincere per rimanere in una posizione di vantaggio e poi provare a sfruttare anche gli incroci di calendario per un traguardo che in ogni caso non dovrebbe sfuggire. 

GLI STARTING FIVE

Due le opzioni per Vincenzo Esposito: continuare con il quintetto piccolo già visto a Venezia oppure inserire subito Dejan Ivanov al posto di uno tra Fabio Mian e Raphael Gaspardo, reduce dall’esperienza con la nazionale nelle qualificazioni ai Mondiali. In ogni caso sembrano viaggiare verso la conferma sia Ronald Moore che Jamon Gordon, che formeranno il backcourt; il resto verrà da sè, potrebbe avere un’occasione Daniele Magro che però resta più probabilmente un’opzione per la second unit. Luca Banchi continua con il suo usuale starting five: Diante Garrett il playmaker, con Aleksander Vujacic che viene schierato da guardia ma può dargli una grossa mano in regia. Due settimane fa come ala piccola è partito Valerio Mazzola, con Lamar Patterson a guidare la panchina: esperimento interessante che potrebbe essere ripetuto, anche perchè contro una squadra che fa benissimo a rimbalzo il coach potrebbe aver bisogno di più lotta nel pitturato all’inizio della partita, per non far prendere ritmo agli avversari. Sotto canestro ci sono invece Deron Washington e Trevor Mbakwe. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori