DIRETTA/ Bamberg Baskonia (risultato finale 71-93): colpo esterno. Info streaming video e tv (Eurolega 2017)

- La Redazione

Diretta Bamberg Baskonia: info streaming video e tv, risultato live della partita che si gioca alla Brose Arena ed è valida per la ventisettesima giornata del girone di basket Eurolega

Staiger_Bamberg
Diretta Bamberg Baskonia, Foto LaPresse

E’ stato un vero colpo esterno quello che abbiamo visto nella gara di Eurolega di basket Bamberg-Baskonia terminata col risultato di 71-96. La differenza l’ha fatta il primo quarto dove gli ospiti hanno messo una distanza di ben diciassette punti dai loro avversari con un parziale di 11-28. Nel secondo quarto c’è stato equilibrio, 26-25, mentre nel terzo la squadra ospite ha nuovamente allontanato i padroni di casa con un nettl 16-21. Nel finale non ci sono stati colpi di scena con un 18-22 di livello che ha confermato la superiorità degli ospiti. Staremo a vedere quali saranno le risposte da parte dei due club dopo la vittoria del Baskonia e il brutto scivolone interno del Bamberg. (agg. di Matteo Fantozzi)

Siamo arrivati ormai quasi alla fine di Bamberg-Baskonia e il risultato è di 59-84. Gli ospiti hanno sicuramente confermato il loro vantaggio nel terzo quarto, incrementandolo e andando a frenare la reazione di Bamberg che nel secondo quarto aveva provato ad accorciare le distanze. Ormai manca poco e difficilmente vedremo dei capovolgimenti di fronte con entrambe le squadre che hanno dimostrato comunque grande voglia e intensità in diverse parti del campo. C’è poco tempo da giocare e non è facile trovare le motivazioni per rialzarsi, di certo ventitré punti di differenza sono moltissimi e colmare questa lacuna in un solo quarto appare una situazione praticamente impossibile da realizzare. (agg. di Matteo Fantozzi)

Siamo arrivati all’intervallo della gara Bamberg-Baskonia dell’Eurolega di basket. Di fronte troviamo Bamberg-Bastonia e il risultato è al momento di 37-53. La squadra ospite è partita molto forte e nel primo quarto ha lasciato dietro di ben diciannove punti i suoi avversari con un parziale di 11-30. Nel secondo poi è venuto fuori il Bamberg che ha provato a reagire, accorciando però non di moltissimo il risultato con un parziale di 26-23. C’è ancora metà della gara da giocare e può accadere di tutto, è anche vero però che i padroni di casa per tornare in partita dovranno fare molto di più anche perchè la tensione del Baskonia non sembra essere scesa e non mollano un centimetro in campo nonostante l’ampio margine maturato. Sicuramente ne gioverà lo spettacolo che regalerà ancora molto bel tempo al pubblico. (agg. di Matteo Fantozzi)

Bamberg-Baskonia prende il via tra poco: la partita di Eurolega alla Brose Arena sarà anche un derby tra due italiani come Nicolò Melli e Andrea Bargnani, compagni di nazionale e impegnati, verosimilmente entrambi, nei prossimi Europei di settembre. Per Bargnani però il ritorno in Europa è stato negativo: il Mago, acquistato dal Baskonia dopo dieci anni di NBA (e un vistoso calo dopo l’esperienza a Toronto), era arrivato nei Paesi Baschi con grandi speranze e aspettative, tanto da timbrare un esordio in Eurolega (contro l’Efes) da 26 punti con 10/14 dal campo e 4 rimbalzi. Nelle prime quattro partite Bargnani ha tenuto una media di 17 punti, ma poi qualcosa si è rotta: i problemi alla schiena hanno avuto la loro parte nello scenario, in più la scarsa “garra” del Mago ha inciso negativamente sulle sue prestazioni, tanto che coach Sito Alonso gli ha anche fatto capire di avere ben pochi minuti per lui. L’ultima prestazione degna di nota, e anche l’unica in doppia cifra dopo le quattro iniziali e l’ultima giocata in Eurolega, è quella contro l’Efes risalente al 24 febbraio: 17 punti in 20 minuti con 4/11 dal campo e 9/9 ai tiri liberi. Ben diverso il rendimento di Melli nel Bamberg: il reggiano segna 11,7 punti e cattura 7,6 rimbalzi con il 54% da 2 punti e il 44,6% da oltre l’arco, per una valutazione media di 17,5. In più in questa stagione è stato nominato MVP dell’undicesima giornata: nella vittoria di Tel Aviv ha messo a segno 27 punti e 14 rimbalzi, con 10/16 dal campo e 40 di valutazione. (agg. di Claudio Franceschini)

Conta sette precedenti relativi all’Eurolega: fino a questo momento un dominio per la squadra basca, che si è aggiudicata sei dei sette incroci e non ha mai perso in casa (4-0). Vantaggio per Vitoria anche nelle partite disputate in Germania, anche se qui l’equilibrio è maggiore; l’unica vittoria del Bamberg risale allo scorso anno, quando le due squadre si erano incrociate in Top 16 e la formazione guidata da Andrea Trinchieri si era imposta con un netto 89-69 comandando dall’inizio alla fine, chiudendo il primo tempo sul +17 e poi resistendo al ritorno del Baskonia che aveva fatto suo il terzo quarto (24-18) senza però riuscire a confermare il trend e staccandosi nuovamente. Nella partita del 7 aprile 2016 Daniel Theis aveva messo a segno 21 punti (con 4 rimbalzi) tirando 9/12 dal campo, a dargli una mano era stato anche Darius Miller capace di 19 punti (7/13) e 6 rimbalzi mentre Nicolò Melli, in campo per quasi 26 munuti, aveva giocato male con 2 punti e un solo tiro (sbagliato, dal perimetro), 5 rimbalzi e 2 assist con anche 2 stoppate e 3 palle perse (4 di valutazione). L’ultima vittoria di Vitoria alla Brose Arena è invece lontana oltre 10 anni: nel febbraio 2006, sempre in Top 16, l’allora Tau Ceramica si era imposto per 77-72 grazie a un monumentale Luis Scola, capace di 36 punti con 13/20 (senza tirare da 3) e 10/11 dalla lunetta, 5 rimbalzi e 3 assist per 38 di valutazione. A riguardare oggi il roster di quel Baskonia vengono i brividi: c’erano anche Pablo Prigioni (9 punti con 3 tiri e 11 assist), Tiago Splitter, Lionel Chalmers e Roko Ukic che, tanto per dare una misura, non aveva nemmeno giocato.

, che verrà diretta dagli arbitri Ilija Belosevic (Slovenia), Tomislav Hordov (Croazia) e Olegs Latisevs (Lettonia), si gioca alle ore 20 di martedì 20 marzo presso la Brose Arena; è valida per la ventisettesima giornata del girone di basket Eurolega 2016-2017. A tre settimane e 4 gare dalla fine della stagione regolare dell’Eurolega, il Bamberg con la sconfitta dell’ultimo turno in casa contro il Fenerbahçe, ha detto definitivamente addio, anche dal punto di vista della matematica, alle speranze di playoff.

Speranze ampiamente alla portata del Baskonia, che nell’ultimo turno ha colto un successo di prestigio in casa battendo il CSKA e portandosi al 5° posto, seppure in coabitazione con Panathinaikos e Stella Rossa, con la possibilità di attaccare anche il quarto, dove è situato proprio il Fenerbache, ma anche con la necessità di guardarsi alle spalle visto che l’ottava, i turchi dell’Efes, sono ad 1 sola vittoria di distanza e la nona, l’altra formazione di Istanbul, il Darussafaka, a due vittorie di distanza, con una lotta dunque sempre aperta.

Per il Bamberg le quattro partite rimanenti, ad iniziare da questa, devono servire per evitare il fondo della classifica, che dista 2 successi e dove si trovano Unics Kazan ed Olimpia Milano. Nella gara di andata, alla Fernando Buesa Arena, successo di 7 punti, 81-74 per la formazione di Sito Alonso, che seppe riemergere dal -15 dell’intervallo, colmando parte dello svantaggio nel terzo quarto e dando poi la spallata finale nell’ultimo periodo, chiuso sul 26 – 11, con prestazioni in doppia cifra da parte di tre esterni, Larkin, Hanga e Beaubois e del lungo tedesco Voightmann, miglior marcatore del Baskonia a quota 20, mentre dall’altra parte il migliore realizzatore fu Darius Miller, in doppia cifra come Melli, Strelnieks e Maodo Lo.

Le statistiche delle due formazioni indicano attacchi con la stessa capacità produttiva, 79,5 i punti a partita dei tedeschi e 80,9 quelli dei baschi, che hanno però un netto vantaggio a rimbalzo conquistandone 36,7 a partita contro i 31,1 della formazione di Trinchieri, una differenza che si apprezza soprattutto nei rimbalzi offensivi, che sono stati uno dei punti di forza anche nella vittoria dell’ultimo turno contro i russi di Itoudis. Lo stesso equilibrio si trova anche nei punti subiti a partita con i 78,8 dei tedeschi molto vicini ai 79,6 dei baschi. Curiosamente i tedeschi hanno migliori percentuali sia dal campo che dalla lunetta, ma il complesso di tutte le statistiche, con assist, recuperi e stoppate, fa si che il Baskonia sia superiore nell’indice di valutazione complessivo.

Nell’ultimo turno il Bamberg ospitava il Fenerbache, che aveva impegnato strenuamente nella gara di andata ad Istanbul. Il duello tra italiani nella partita ha visto una serata assolutamente negativa per Nicolò Melli, che ha chiuso a 0 punti con un complessivo 0 / 6 al tiro in 27 minuti, caratterizzati solo dalla conquista di 8 rimbalzi, mentre Datome è stato uno dei migliori dei suoi mettendo a segno 16 punti con grande precisione ai liberi e con 21 di valutazione, partendo, come gli accade di frequente in questi ultimi turni di Eurolega, dalla panchina. Una scelta del suo coach, Obradovic, che sta dando i frutti previsti, visto che Datome al suo ingresso in campo fornisce sempre una spinta decisiva.

Il Bamberg si è arreso anche ad una prestazione “stellare” del play ospite Bobby Dixon, che ha fatto dimenticare le rotazioni “corte” del Fenerbache, con 26 punti, a cui ha aggiunto 8 falli subiti e 6 rimbalzi catturati. Partita che è stata sempre in mano alla squadra turca, partita con un + 6 nel primo quarto e capace di allungare nel terzo, mentre il Bamberg ha cercato di rimontare nella quarta frazione portando alla fine in doppia cifra Causeur, Zisis e Miller.

Il Baskonia ha ottenuto due punti importantissimi nella gara casalinga contro il CSKA, con un finale punto a punto nel quale per i russi si era messo in azione Teodosic portando in vantaggio i suoi dopo un lungo inseguimento. Canestro decisivo di Larkin, che ha chiuso la sua gara in doppia cifra, così come Hanga, grande protagonista anche con le stoppate ed i rimbalzi, e Tillie. Il Baskonia, nel quale era ancora assente Andrea Bargnani, è stato capace soprattutto di limitare l’attacco dei russi, anche se prima De Colo e poi Teodosic, hanno fatto vedere buone cose. Grande protagonista il centro tedesco Voigtmann.

Nella gara della Brose Arena i tedeschi di Andrea Trinchieri dovrebbero iniziare con un quintetto con Nikos Zisis, Causeur, Darius Miller e i due ex di Milano Melli e Radosevic, mentre per i baschi ci saranno Shane Larkin, Adam Hanga, Budinger, il georgiano Shengelia e Voigtmann sotto i tabelloni. 

Bamberg-Baskonia non sarà trasmessa in diretta tv e non avrete a disposizione nemmeno una diretta streaming video per assistere a questa partita; potrete tuttavia accedere al sito ufficiale www.euroleague.net per tutte le informazioni utili sulla gara della Brose Arena, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori