Diretta / Trento-Caserta (risultato finale 76-66): match combattuto. Info streaming video e tv (Lega A, oggi)

- La Redazione

Diretta Trento-Caserta: info streaming video e tv, risultato live della partita che si gioca al PalaTrento ed è valida per la ventunesima giornata del campionato di basket Lega A

Gaddefors_Caserta
Foto LaPresse

E’ terminata la gara Dolomiti Energia Trento-Pasta Reggia Caserta e il risultato è di 76-66. E’ stata una gara aperta e combattuta fino all’ultimo quarto dove la squadra di casa ha dimostrato di avere maggiore esperienza e volontà nelle giocate. Trento è andato avanti nel primo quarto con il parziale di 23-13, subendo la rimonta degli ospiti che nel secondo quarto hanno ottenuto il parziale di 17-19. Nel terzo quarto poi è venuto fuori Caserta ancora, pronta a portare a casa il risultato con un parziale di 12-22. Nel quarto quarto poi però il Trento è riuscito a ribaltare la situazione con una vittoria importante per la classifica e un quarto quarto terminato 24-12.  

La gara Dolomiti Energia Trento-Pasta Reggia Caserta è arrivata all’intervallo e il risultato è di 40 a 32. La gara è arrivata all’intervallo e i padroni di casa in questa gara ricordiamo valida per la Lega A di basket vede i padroni di casa nettamente superiori sul campo così come dimostra poi anche la classifica. Il primo quarto si è concluso col risultato di 23-13 con Trento che metteva già la quinta marcia per vincere la gara. Nel secondo invece è venuta fuori Caserta con le idee e la voglia di fare, riuscendo ad accorciare anche se di poco col parziale di 17-19. Staremo a vedere come andrà la gara e se ci saranno delle altre novità da qui alla fine. Di certo siamo arrivati appena alla metà del tempo e da qui alla fine ci saranno ancora grandi emozioni e il risultato potrà cambiare ancora. 

Siamo sempre più vicini alla palla a due di Trento-Caserta; alla vigilia di questa partita Filippo Baldi Rossi, reduce dal season high per un giocatore italiano in Lega A (26 punti) si è raccontato a Gazzetta.it tornando sul momento in cui, la scorsa estate, ha accettato la proposta di Trento: “Ci ho messo 30 secondi ad accettare il contratto triennale che mi hanno proposto” ha detto, ricordando il brutto infortunio (lesione del crociato del ginocchio sinistro) proprio a Reggio Emilia, lo stesso campo in cui ha messo i 26 punti domenica scorsa. “Devo tanto al professor Rocchi e ad Antonio Tamisari” ha ammesso Baldi Rossi, che ha anche ringraziato il General Manager Salvatore Trainotti per il modo in cui lui e il club lo hanno supportato in questo percorso e per la scelta di svolgere la riabilitazione a Casalecchio, “uno dei migliori centri d’Europa”. A repubblica.it invece Baldi Rossi ha raccontato di come le ambizioni di Trento non siano cambiate rispetto all’inizio della stagione: “Noi puntiamo ai playoff confermando l’ultimo campionato; non è mai semplice ripetersi e per questo sarebbe un bel risultato”. Riguardo il momento positivo, il giocatore di Trento ha detto che è giusto goderselo, ma anche che bisogna stare ben attenti a mantenere i piedi per terra.

La partita di andata tra Trento e Caserta si era risolta con una vittoria netta da parte della Pasta Reggia, che era riuscita a condurre in ogni singolo quarto e, dopo il +5 dell’intervallo lungo (41-36), aveva allungato definitivamente nel terzo periodo per poi aumentare il divario nel finale (84-67). Una prova da 52,5% da 2 punti e soprattutto 45% da oltre l’arco per la squadra di casa: avevano spiccato in particolare Raphiael Putney (3/5), Daniele Cinciarini (2/3) e Marco Giuri (2/3), i migliori marcatori erano stati lo stesso Cinciarini e Edgar Sosa con 18 punti, mentre Mitchell Watt ci aveva messo la doppia doppia da 15 punti e 10 rimbalzi tirando 6/9 dal campo. Per Trento invece serata pessima al tiro: la Dolomiti Energia aveva chiuso con il 32,7% da 2 punti, così da non rendere un fattore il 43,8% da 3. Aaron Craft aveva chiuso con 0/8, Dustin Hogue con 0/5, Diego Flaccadori con 0/3 e David Lighty con un complessivo 3/12 dal campo: impossibile vincere in trasferta con percentuali simili, nemmeno con un Johndre Jefferson da 8/9, 19 punti e 9 rimbalzi (ma anche 5 palle perse). Il centro era stato di gran lunga il migliore della sua squadra; bene anche Toto Forray che aveva messo 14 punti con 3/3 dal perimetro, con anche 2 assist e 2 recuperi a fronte di due palle perse.

, che verrà diretta dalla terna arbitrale Mazzoni-Aronne-Boninsegna, è uno degli anticipi della ventunesima giornata di basket Lega A 2016-2017: squadre in campo alle ore 20:30 di sabato 4 marzo. La formazione di Maurizio Buscaglia domenica scorsa ha vinto la sua quinta gara consecutiva, tutte quelle del girone di ritorno, eguagliando il suo record in serie A, e cerca quindi di batterlo incontrando la formazione guidata da Dell’Agnello.

L’ultimo successo, ottenuto su un campo ostico come quello di Reggio Emilia, ha portato i trentini a quota 22 in classifica, a pari della stessa Grissin Bon e di Capo d’Orlando e Dinamo Sassari, con la seconda posizione, attualmente occupata dalla Sidigas Avellino, raggiungibile alla fine della stagione regolare.

La Pasta Reggia invece, nell’ultimo turno aveva una gara proibitiva in casa contro la capolista e pur avendo tenuto botta per gran parte della gara, alla fine si è dovuta arrendere, restando a quota 18 insieme all’Enel Brindisi e comunque con solo 2 punti di distacco dall’ottavo posto che significa partecipazione ai playoff.

Nella gara di Reggio Emilia la Dolomiti Energia ha girato la gara con un quarto periodo al limite della perfezione, nel quale ha messo a segno 28 punti contro i 21 degli avversari. Nelle file della formazione di Buscaglia sono emersi Sutton e Baldi Rossi, che hanno contribuito al bottino di squadra rispettivamente con 23 e 26 punti, con il lungo italiano che sta vivendo un momento particolarmente felice della sua carriera e che nel weekend di Coppa Italia a Rimini si era aggiudicato la gara del tiro da 3 punti.

Per Baldi Rossi i 26 punti rappresentano il record personale sia in maglia Dolomiti Energia che in generale in serie A, e nella gara di Reggio Emilia ha anche confermato la sua grande pericolosità da oltre l’arco, mettendo a segno 5 triple. La formazione di Buscaglia ha fatto vedere di essere sempre con la testa sulla gara anche nel corso dei primi due quarti, quando Reggio Emilia ha allungato fino al +12, ed ha costruito la rimonta punto dopo punto, senza cercare conclusioni affrettate e soprattutto stringendo la propria morsa difensiva sul reparto esterni reggiano, sicuramente il più produttivo della formazione di Menetti. A fine gara per Trento in doppia cifra anche il playmaker Craft e Hogue.

Caserta si è arresa all’Olimpia Milano dopo aver disputato una buona partita, con Sosa che alla fine è andato un po’ fuori giri negli ultimi minuti dopo aver disputato una gara certamente oltre la sufficienza. La formazione casertana, che schierava in quintetto il nuovo arrivato, Berisha, era partita con molta intensità difensiva ed al termine del primo quarto aveva chiuso in vantaggio per 20 – 17. Nel secondo periodo all’avvio migliore di Caserta ha risposto l’Olimpia con le sue ampie rotazioni alla ricerca del quintetto migliore. La formazione di Dell’Agnello cala nella percentuale al tiro pesante, ma continua a provarci e questo consente a Milano di rosicchiare lo svantaggio che era salito a 8 punti, per chiudere all’intervallo sopra di 2 punti.

Tentativo di fuga degli ospiti in avvio di terza frazione, con Sanders e McLean, poi ecco che si mette in azione Sosa e la Pasta reggia ritorna immediatamente al comando, portandosi sul + 4 che Milano recupera per la parità a quota 54 quando le squadre vanno all’ultimo mini riposo. L’Olimpia approfitta di un tecnico per portarsi avanti ad inizio ultima frazione e mantiene il vantaggio intorno ai 3 punti, poi un contropiede di Sosa riporta Caserta a – 1 quando mancano meno di 90 secondi alla fine. Lo stesso Sosa sbaglia però una tripla “aperta” dopo che Hickman aveva segnato per Milano ed i 2 punti prendono la strada per la Lombardia.

In questa gara la Dolomoti Energia scende sul parquet con un quintetto base con Marble, Craft, Baldi Rossi, Gomes e Hogue, mentre Dell’Agnello ripropone Berisha accanto a Sosa, mettendo Diawara, quasi nullo domenica, nel ruolo di ala piccola, con Watt e Putney sottocanestro.

Trento-Caserta sarà trasmessa in diretta tv da Teleprima, la rete locale che per questa stagione propone tutte le partite esterne della Pasta Reggia (laddove non vi siano dirette Rai o Sky); non dovrebbe invece essere garantita la diretta streaming video. Non dimenticate il sito ufficiale www.legabasket.it, che fornisce informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori