DIRETTA/ Venezia Pesaro (risultato finale 72-71) streaming video e tv: 3^ successo di fila per la Reyer

- Claudio Franceschini

Diretta Venezia Pesaro: info streaming video e tv, orario e risultato live della partita che si gioca al Taliercio per la quattordicesima giornata del campionato di basket Serie A1

Ceron_Pesaro_Venezia_lapresse_2017
Diretta Pesaro Sassari, basket Serie A1 (Foto LaPresse)

DIRETTA VENEZIA PESARO (72-71)

Non è sfuggita la vittoria alla formazione lagunare oggi di fronte al proprio pubblico in questa intensa giornata dedicata al basket della serie A1: Venezia Pesaro termina con il risulta di 72-71, con la formazione ospite in netto rilancio su finale. Se infatti la terza frazione di gioco era terminata con i veneti in vantaggio di 10 punti, nell’ultimo quarto a disposizione la formazione della Victoria Libertas ha fatto di tutto per strappare un successo insperato fino agli ultimi secondi a disposizione. La difesa orogranata però ha retto e Venezia trova la terza vittoria di fila conquistando in questo modo la quarta posizione in classifica. Numeri alla mano vediamo che in casa dei lagunari ha brillato Peric con 15 punti e 9 rimbalzi totali: per Pesaro invece ecco che ha spiccato la prova di Moore con 22 punti personali e 6 rimbalzi. (agg Michela Colombo)

DIRETTA VENEZIA PESARO (62-52 30′)

Sta per accendersi ora l’ultimo quarto del match tra Venezia e Pesaro e il tabellone del risultato vede i lagunari ancora in vantaggio sul 62-52: saranno quindi gli ultimi 10 minuti decisivi per i veneti per strappare di fronte l pubblico di casa quello che sarebbe l’ottava vittoria senza andare all’Overtime in questa stagione della Serie A1. Nonostante qualche fatica Venezia è comunque riuscita in questa terza frazione a condurre il gioco: 22-18 il tabellino parziale del terzo quarto. Continuando con due numeri ricordiamo sempre per i padroni di casa per il momento la prova di Peric e Watt ora a quota 15 e 14 punti a testa: per Pesaro ecco invece Moore in grande rilancio con ben 14 personali. (agg Michela colombo)

DIRETTA VENEZIA PESARO (40-34 20′)

40-34 il tabellone del risultato del match di basket tra Venezia e Pesaro quando suona la sirena dell’intervallo di metà incontro: tutti alla panchina quindi per ascoltare i consigli del coach e dare la svolta giusta nella prossima fase decisiva di questo incontro per il Campionato di Serie A1. italiano. La compagine dei lagunari comunque rimane in vantaggio ma anche in questa scena frazione la squadra ospite è riuscita rosicchiare qualcosa di importante, assottigliando il distacco, in campo come nel tabellone. Al momento i numeri vedono in forma per Venezia Peric e Billgha Paul con 12 e 8 punti a testa: per Pesaro ecco ancora invece il nome di Ceron con 11 punti firmati e un Monaldi in netta ripresa. (agg Michela Colombo)

DIRETTA VENEZIA PESARO (23-15 10′)

Il primo quarto del match tra Venezia e Pesaro si è chiuso solo pochi istanti fa e con il tabellone del risultato che al momento sorride ai padroni di casa per 23-15. Un’ottima partenza quella della compagine dei lagunari quindi che si sono dimostrati subito efficaci e aggressivi benchè Pesaro di certo non sia un avversario semplice. In questa prima frazione di gioco i numeri hanno poi premiato in casa di Venezia Peric già a quota 9 punti personali e 4 rimbalzi: per la formazione ospite ecco invece che a bilancio spacca la prestazione di Ceron con 8 punti e e due rimbalzi. (agg Michela colombo)

DIRETTA VENEZIA PESARO (0-0) PALLA A DUE

Sta per iniziare Venezia Pesaro: la Reyer torna al Taliercio dopo il trionfante +32 di Capo d’Orlando, una partita che Walter De Raffaele ha definito come “forse la migliore della nostra stagione”. A conferma ci sono anche i numeri: per esempio quelli di Hrvoje Peric, che con i suoi 20 punti e 11 rimbalzi (entrambi record stagionali) ha fatto registrare la prima doppia doppia di questo 2017-2018. Per lui un altro primato, ovvero quello della valutazione: mai quest’anno il croato si era spinto fino ai 23, mentre in termini di punti segnati il record assoluto di Peric risale ai 30 messi a segno contro Reggio Emilia nella semifinale playoff del 2015. Da segnalare anche che Venezia ha inflitto alla Betaland la peggior sconfitta interna della storia: la precedente era un -27 contro l’Olimpia Milano, e per ritrovarla dobbiamo tornare addirittura alla ventiduesima giornata. Ora vedremo se la Reyer sarà in grado di confermare questo periodo e, sulla scia del grande successo del PalaSikeliArchivi, prendersi un’altra vittoria per migliorare ulteriormente il suo bilancio in campionato e avvicinare il primo posto in classifica: dobbiamo subito dare la parola al campo e metterci comodi, al Taliercio è ormai tutto pronto perchè le due squadre scendano sul parquet per dare il via alla sfida della quattordicesima giornata di campionato. (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Venezia Pesaro non sarà trasmessa in diretta tv, ma potrete seguirla attraverso il portale Eurosport Player: qui, pagando una quota per l’abbonamento, avrete a disposizione la diretta streaming video su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Ricordiamo anche che sul sito www.legapallacanestro.com arriveranno informazioni utili sulla partita, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori che saranno impegnati in campo.

PARLA LEKA

All’avvicinarsi di Venezia Pesaro, riportiamo le parole che Spiro Leka ha rilasciato nella conferenza stampa post-sconfitta contro Milano: come anticipato, in casa Vuelle c’è la sensazione di aver sprecato una grossa occasione per prendersi due punti di grande prestigio e in effetti è proprio quello che il tecnico albanese ha rimarcato. “Siamo un po’ delusi: per battere Milano non bastano le energie che abbiamo messo in campo per 30 minuti”. Leka non ha cercato alibi: secondo lui la colpa della sconfitta è totalmente da imputarsi a Pesaro, e ha affermato con decisione che “era come se fossimo soddisfatti di quello che avevamo fatto, quando si è trattato di aumentare l’aggressività ci siamo persi e questo mi fa arrabbiare”. Il tecnico di Pesaro ha poi parlato di un quarto periodo non giocato al 100% (“ci abbiamo provato ma non come avremmo dovuto fare”) e ha di fatto riassunto tutto il discorso e la sconfitta in una singola frase: “O ci facciamo trovare pronti quando serve oppure non abbiamo capito nulla” e ancora: “con una mentalità da perdenti non si va da nessuna parte”. La speranza di Leka, che per tutta la durata della conferenza stampa ha rimarcato il proprio rammarico e il modo in cui la squadra si è sciolta “proprio quando avremmo dovuto insistere” è che la sua Pesaro questa volta sia pronta a giocare la partita che deve giocare, mettendo in campo tutto – e per 40 minuti – nel tentativo di fare il colpo contro i campioni d’Italia della Reyer Venezia. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Venezia Pesaro sarà diretta dalla terna arbitrale Filippini-Di Francesco-Belfiore: alle ore 17:00 di domenica 7 gennaio si gioca al Taliercio per la quattordicesima giornata del campionato di basket Serie A1 2017-2018. Penultimo turno dell’andata: la Reyer è ampiamente qualificata alla Final Eight di Coppa Italia e ora prova a prendersi una posizione migliore di quella attuale (quarto posto solitario), mentre Pesaro ha bisogno di punti importanti per inseguire la salvezza, perchè la vittoria di Brindisi contro Varese ha sancito l’aggancio dei pugliesi all’ultimo posto in classifica, e dunque la Vuelle è tornata a sprofondare nelle difficoltà che aveva già vissuto negli anni precedenti. Riguardo l’ultimo turno, giocato cinque giorni fa, la Reyer ha dominato sul campo di Capo d’Orlando prendendosi una facile vittoria, mente Pesaro ha tenuto testa come ha potuto all’Olimpia Milano ma alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca all’Adriatic Arena.

QUI VENEZIA

Buon momento per la Reyer, che ha dimostrato di essere uscita dalla crisi (aveva perso tre partite consecutive) con due vittorie in serie: dopo la volata contro Sassari, i campioni d’Italia sono andati a dominare al PalaSikeliArchivi, campo sempre difficile. La partita contro Capo d’Orlando non ha avuto storia: Venezia l’ha aperta con un +16 nel primo periodo allungando a +23 nel terzo, per poi ritoccare ulteriormente il vantaggio e oltrepassando i 30 punti di scarto. E’ stata una serata ottima da parte di tanti giocatori: Hrvoje Peric ha messo una doppia doppia da 20 punti e 11 rimbalzi, Gediminas Orelik ha segnato 19 punti senza mai sbagliare da 2 e con il 40% dall’arco, Andrea De Nicolao ha tirato 5/6 catturando 5 rimbalzi e smazzando 3 assist, alla fine MarQuez Haynes si è accontentato di un ruolo da comprimario (9 punti con quattro triple prese e 4 assist nella sua partita). Venezia dunque è tornata a fare la voce grossa; la nota stonata se vogliamo è rappresentata da Mitchell Watt, che in 17 minuti ha costruito 7 punti e 3 rimbalzi e non ha spazzato le indiscrezioni su un possibile addio. Venezia si trova ad una sola partita dal terzetto di testa: l’obiettivo del primo posto in regular season è assolutamente vivo, intanto come detto c’è da prendere quello del girone di andata per avere la testa di serie numero 1 nel tabellone di Coppa Italia. L’assenza di Michael Bramos per il momento è assorbita, anche se bisognerà valutare nel lungo periodo; per chiudere il girone di andata in bellezza bisogna battere Pesaro, sicuramente una squadra abbordabile.

QUI PESARO

Il 64-78 incassato da Milano rappresenta per Pesaro la quarta sconfitta consecutiva, ma la Vuelle deve mangiarsi le mani: dopo una falsa partenza la squadra di Spiro Leka era tornata ampiamente in partita ed era sotto di un solo punto all’inizio del quarto periodo. Poi la difesa Olimpia ha avuto la meglio: i 13 punti segnati hanno pareggiato quelli del primo quarto e sono costati la vittoria, che sarebbe stata di grande prestigio ed importanza. Se non altro Pesaro si può consolare con la prestazione di Manuel Omogbo, tornato a ruggire (doppia doppia da 18 punti e 10 rimbalzi) e con le prove del solito Eric Mika (17 punti, anche se con 15 tiri e tutti da 2 punti) e Dallas Moore, che ha chiuso con 15 punti e 4 rimbalzi; tuttavia lo spettro della retrocessione continua ad aleggiare dalle parti dell’Adriatic Arena, e ovviamente bisogna iniziare a incamerare vittorie per uscire da questa situazione. I prossimi appuntamenti che la Vuelle ha segnato in rosso sul calendario sono le sfide interne contro Sassari e Reggio Emilia ma anche la trasferta di Cremona: partite da vincere in attesa che arrivino le sfide dirette contro Varese, Brindisi e Pistoia che potranno essere potenzialmente decisive per la salvezza. Il che non significa che Pesaro non cercherà di vincere anche questa trasferta al Taliercio: per quanto complicato possa essere, scendere in campo provando a dare tutto è un obbligo per la squadra di Spiro Leka.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori