DIRETTA / Venezia Unet Holon(risultato finale 111-104)streaming video:La Reyer vince dopo due supplementari

- Claudio Franceschini

Diretta Venezia Unet Holon, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita che si gioca al Taliercio, valida per la seconda giornata nel girone B di Champions League

Mazzola_Giuri_Venezia_basket_lapresse_2018
Diretta Venezia Trento, quarti playoff gara-2 (Foto LaPresse)

DIRETTA VENEZIA UNET HOLON (111-104): LA REYER VINCE DOPO DUE TEMPI SUPPLEMENTARI

E’ terminato da pochissimi minuti l’incontro tra Venezia e Hapoel Holon sul punteggio di 111-104. La Reyer è quindi riuscita a conquistare il sofferto successo al termine di due tempi supplementari contro un’indomabile Hapoel che ha lottato fino all’ultimo anche quando sembrava che l’ennesima tripla di Haynes sembrava aver chiuso la disputo, un incredibile Wyatt era riuscito per l’ennesima volta a riequilibrare lo score sul 104-104 ma, dopo il canestro in penetrazione del solito Haynes, il match si è di fatto deciso nel possesso successivo quando Pnini ha commesso un infrazione di passi permettendo così ai lagunari di chiudere definitivamente grazie al canestro di Daye che ha chiuso con un tiro libero. (agg. Guido Marco)

SI RENDE NECESSARIO ANDARE AL SECONDO SUPPLEMENTARE

Si è appena concluso il primo tempo supplementare della sfida tra Venezia e Hapoel Holon sul punteggio di 94-94 e quindi è necessario giocare un secondo supplementare. La Reyer approccia anche in questo caso meglio riuscendo ad allungare subito fino all’88-84 con Daye ma gli ospiti non demordono e riescono a rimanere in scia fino a quando Cerella sbagli incredibilmente entrambi i tiri liberi consentendo così all’ultima azione conclusa da Walden che è riuscito a riequilibrare il punteggio sul 94-94 sul quale si è chiuso il primo extra-time in attesa del secondo . (agg. Guido Marco)


SI VA AI SUPPLEMENTARI

Si è appena concluso il quarto periodo della sfida tra Venezia e Hapoel Holon sul punteggio di 82-82 e quindi assisteremo anche ai tempi supplementari per scoprire chi vincere questo incontro. La squadra di casa inizia subito con l’intensità giusta riuscendo a difendersi molto bene e a colpire con le micidiali triple degli americani di casa Haynes e Daye che riescono addirittura a riequilibrare il risultato sul 79-79. Quando sembrava che la Reyer potesse prendere il largo, gli israeliani sono riusciti a reagire impedendo ai padroni di casa di passare in vantaggio e così si è giocato punto a punto fino a quando Watt sull’81-82, ha sbagliato il secondo libero pareggiando il punteggio sull’82-82 quando mancavano 23 secondi. Gli ospiti decidono di affidarsi a Atkins che cerca una complicata conclusione che viene respinta dal ferro rimando il verdetto ai supplementari. (agg. Guido Marco)

 


SI DECIDE TUTTO NELL’ULTIMO PERIODO

Si è appena concluso il terzo periodo della partita tra Venezia e Hapoel Holon sul risultato di 62-69. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa dopo pochi minuti riescono ad aumentare sensibilmente l’intensità difensiva riuscendo così a metter a segno un impressionante break di 9 a 0 che ha premesso alla Reyer di riequilibrare il punteggio sul 56-56 grazie all’ennesima realizzazione di Watt. Dopo aver raggiunto la parità però i ragazzi di coach De Raffaele si rilassa un attimo e gli israeliani ne aprofittano immediatamente e grazie a Waden e Cline riescono a riportarsi avanti fino al 59-67. Il periodo si è poi concluso col libero realizzato da Tonut che ha chiuso sul 62-69. (agg. Guido Marco)

 

GLI ISRAELIANI PASSANO IN VANTAGGIO

Quando siamo giunti all’intervallo della sfida tra Venezia e Hapoel Holon il risultato è di 43-49. La Reyer ha ricominciato piuttosto bene ma purtroppo sul punteggio di 30-26 hanno subito un blocco forse provocato dall’impressionante schiacciata di Atkins che ha avviato una rimonta degli ospiti che sono riusciti in poco tempo ad arrivare fino al 32-38 ma i lagunari non si sono arresi ed aggrappandosi al talento di Haynes e alla vena realizzata di De Nicolao sono riusciti ad avvicinarsi fino al 41-43 anche se gli ospiti sono riusciti a segnare con una certa regolarità. La prima metà di gara si è poi conclusa con l’ennesima tripla realizzata dagli israeliani che con Pnini hanno fissato lo score sul conclusivo 43-49 sul quale le due formazioni sono rientrati negli spogliatoi. (agg. Guido Marco)

 


AVVIO EQUILIBRATO AL PALATALIERCIO

Al Palasport Taliercio di Mestre i padroni di casa della Reyer Venezia stanno affrontando l’Hapoel Holon nella sfida valevole per la 2^ giornata del Gruppo B di Champions League ed il primo quarto si è appena concluso sul punteggio di 26-23. I lagunari cercheranno di bissare il successo conquistato nella gara d’esordio contro il Paok così come gli ospiti che invece hanno travolto gli svizzeri del Fribourg Olympic nel primo turno. Dopo un primo approccio piuttosto equilibrato, la Reyer riesce ad allungare grazie ad un break di 7 a 0 che ha consentito ai lagunari trascinati da Haynes e Daye dal 5-7 al 12-7 che ha costretto il coach ospite ad affidarsi ad un time out. Dopo la sosta gli ospiti rientrano col piglio giusto e trascinati da un positivo Wyatt riescono a riequilibrare lo score sul 17-17. Il primo periodo si è chiuso con una tripla di Bramos che ha chiuso sul 26-23. (agg. Guido Marco)

 

PALLA A DUE!

Venezia Unet Holon prende il via: come abbiamo detto, il simbolo della squadra israeliana può essere indicato in Guy Pnini, 35 anni e grande veterano del basket locale e internazionale. Un giocatore che ha preso parte a cinque edizioni degli Europei con la maglia di Israele; un’ala piccola che nel 2009 si è trasferito al Maccabi Tel Aviv e ci è rimasto per otto stagioni. Pnini non è mai stato appariscente in termini di punti segnati, ma è sempre stato un elemento importante per la sua intelligenza sul parquet; con il colosso israeliano ha vinto l’Eurolega nel 2014 – quella della pazzesca rimonta in semifinale contro il Cska Mosca, l’allenatore era David Blatt – e 10 coppe nazionali. Nell’estate 2017 ha deciso di cambiare aria, trasferendosi all’Unet Holon: al primo tentativo ha vinto un’altra coppa e nelle 33 partite di campionato ha realizzato 8,8 punti di media. Ora è pronto a dare il suo contributo alla causa in Champions League: noi allora ci mettiamo comodi e ci rivolgiamo al Taliercio, dove le due squadre stanno per dare vita a una partita già molto importante. La parola passa al campo senza indugio, perchè finalmente la palla a due di Venezia Unet Holon sta per alzarsi! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Non sarà possibile assistere a Venezia Unet Holon in diretta tv, ma il grande basket internazionale è come sempre su Eurosport Player: la piattaforma web è visibile pagando una quota per abbonarsi, e ovviamente potendo disporre di apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone per la diretta streaming video. Sul sito www.euroleague.net troverete invece tutte le informazioni utili sulla sfida, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

LA PRIMA PARTITA

Come abbiamo già detto, Venezia Unet Holon si gioca per la seconda giornata di Champions League: la Reyer ha la possibilità di due gare consecutive al Taliercio, settimana scorsa infatti era arrivata la vittoria sul Paok Salonicco. L’esordio nel torneo internazionale era stato a basso punteggio: 69-59 il risultato finale, con i lagunari che avevano ottenuto un 43-35 nel primo tempo e lo avevano gestito nella seconda parte della gara. MVP della sfida era risultato essere Mitchell Watt: per il centro 25 punti con 6/10 dal campo, un incredibile 13714 ai liberi e pazienza se erano arrivati solo 4 rimbalzi. A quello avevano invece pensato Julyan Stone e Gasper Vidmar (6 a testa), mentre in doppia cifra avevano chiuso anche Austin Daye, MarQuez Haynes (13 a testa) e Andrea De Nicolao, che oltre agli 11 punti aveva anche smazzato 5 assist. Partita sotto tono da parte di Stefano Tonut, autore di 4 punti con 2/6 dal campo, un solo rimbalzo e nessun assist in 15 minuti: se vogliamo l’unica nota stonata di questa Venezia che ha iniziato nel migliore dei modi la sua avventura in Champions League. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Venezia Unet Holon si gioca alle ore 20:30 di mercoledì 17 ottobre: al Taliercio va in scena la partita valida per la seconda giornata di Champions League 2018-2019. Archiviata la vittoria contro il Paok Salonicco, la Reyer gioca ancora nel proprio palazzetto per sfidare la squadra israeliana, che ha pienamente convinto nel suo esordio nel torneo. Questa partita potrebbe avere i crismi di una sfida diretta per le prime posizioni: i ragazzi di Walter De Raffaele, almeno sulla carta, potrebbero giocarsi il primo posto nel girone B con Holon e il solito, temibilissimo Iberostar Tenerife, senza ovviamente dimenticarsi del Nanterre che pure è stato sconfitto nella prima giornata. Una partita da non sottovalutare per Venezia, che anche da queste sfide dovrà proseguire il suo percorso di crescita.

RISULTATI E PRECEDENTI

E’ stato un inizio di stagione confortante per la nuova Reyer, chiamata a riscattare un’annata non esattamente brillante che avrebbe dovuto confermare lo scudetto e, pur avendo portato in dote la Europe Cup, ha comunque deluso le aspettative. Con roster sostanzialmente confermato a parte un paio di pezzi importanti (Hrvoje Peric e Dominique Johnson), Venezia ha battuto il Paok nel suo esordio in Champions League e ha vinto anche le due partite di campionato, di misura contro l’ambiziosa Torino e dominando al PalaCarrara, piegando Pistoiacon una prova corale di grande peso specifico, tanto che in doppia cifra sono andati soltanto due giocatori ma i 12 giocatori utilizzati hanno segnato almeno 3 punti, tre di loro si sono fermati a 9 e altri tre ne hanno segnati 8. E’ la conferma di quella che è l’idea di De Raffaele: avere a disposizione un roster in cui, al netto dei minuti dati a ciascuno (domenica tutti ne hanno giocati almeno 10, non sempre sarà così) possano essere intercambiabili, per non dover dipendere dalle lune di qualche manciata di singoli. L’Unet Holon ha dominato settimana scorsa: 24 punti di margine su Friburgo e primo posto nel girone per differenza canestri. A brillare sono stati soprattutto Khalif Wyatt, autore di una doppia doppia da 21 punti (7/15 dal campo) e 11 assist, e T.J. Cline che ha portato in dote 10 punti e 7 rimbalzi senza sbagliare un solo tiro (3/3 in area, 2/2 dall’arco e un libero a bersaglio a chiudere un gioco da tre punti). Una squadra tosta e completa, che ha tanti realizzatori potenziali e il veterano Guy Pnini, trentacinquenne che ha passato otto stagioni nel Maccabi Tel Aviv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori