DIRETTA/ Torino Venezia (risultato finale 82-90) streaming video e tv: Reyer difende la 1^ piazza (Serie A1)

- Claudio Franceschini

Diretta Torino Venezia, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita del PalaRuffini. Due squadre che puntano in grande e recentemente hanno vinto trofei importanti

Vujacic_Torino_palleggio_lapresse_2017 Diretta Torino Venezia, basket Serie A1 21^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO VENEZIA (82-90)

Sirena finale: la sfida al Pala Ruffini tra Torino e Venezia ha visto il buon successo corsaro della Reyer con il punteggio nel tabellone di 90-82. Più che interessante la ripresa della Fiat sul finale del match. I piemontesi hanno fatto davvero di tutto per riuscire a rimediare allo svantaggio iniziale e per trovare un pesante successo casalingo. Alla fine ai lagunari è bastato gestire il punteggio importante guadagnato nelle prime due frazioni per difendere la prima piazza nella classifica. Tra i migliori del match della 21^ giornata della Serie A1 dobbiamo evidenziare nella rosa della Fiat Garrett Diante, a quota 25 punti e 3 rimbalzi totali: per Venezia invece merita spazio Jekins, con 15 punti, ma non vanno dimenticati anche De Nicolas, Daye e Watt che ne hanno firmati 13 a testa. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TORINO VENEZIA (55-70 30′)

Ultimi dieci minuti al Pala Ruffini per la sfida di basket della serie a1 tra Torino e Venezia. Mentre sta per avere inizio quindi l’ultimo quarto è ancora la Reyer a guidare il tabellone del risultato ora fissato sul 55-70. I lagunari come abbiamo detto vanno veloce: eppure nella terza frazione di gioco non possiamo non rendere merito anche al grande coraggio dei piemontesi autori di una buona rimonta. Il risultato parziale del quarto infatti ci racconta del 28-26 proprio per la fiat: il vantaggio di Venezia costruito però nella prima parte del match è ancora ben solido. Solo una debacle nel finale potrebbe quindi capovolgere il tabellone: Venezia però ha voglia di difendere il proprio primato in classifica. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TORINO VENEZIA (27-44 20′)

Sirena d’intervallo al Pala Ruffini nel match tra Torino e Venezia: sono quindi terminati i primi 20 minuti di gioco per questo intenso incontro della Serie A1 e il tabellone ora vede il risultato di 27-44. Dopo un avvio brillante quindi vediamo bene che la Reyer non ha alcuna intenzione di rallentare il ritmo anche nel proseguo: i lagunari infatti registrano subiti un ampio vantaggio alle proprie spalle, mettendo così davvero in crisi la compagine piemontese. Nel risultato parziale del secondo quarto vediamo bene che Venezia ha fatto in fretta a chiudere sul 18 a 8: per la Fiat il cammino verso il recupero è quindi ben difficile. Numeri alla mano vediamo bene che per torino si è messo già in luce Garrett Diante con 6 punti e un solo rimbalzo: per Venezia spicca invece la prova di Daye, con 9 punti e 5 rimbalzi. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TORINO VENEZIA (19-26 10′)

Al termine del primo quarto del match di basket di Serie A1 tra Torino e Venezia è proprio la Reyer ad aver trovato il vantaggio parziale di 26 -19 in casa della Fiat, i lagunari non hanno quindi perso tempo in questa 21^ giornata del campionato e hanno fretta di mettere in sicurezza la prima posizione nella classifica che ora occupano. Decisivo nel primo quarto la parte centrale delle frazione, dove Venezia, dopo un inizio timido è riuscita mettere a segno punti pesantissimi, lasciando ben poco spazio a Torino, presto in sofferenza. Numeri alla mano vediamo presto che in casa della Fiat si è messo in mostra Mbakwe con 6 punti personali: per la Reyer ecco invece Daye con già nove punti personali. (agg Michela Colombo)

DIRETTA TORINO VENEZIA (0-0) PALLA A DUE

Eccoci alla palla a due di Torino Venezia: nella sfida di andata la Fiat aveva dimostrato tutta la sua competitività e aveva espugnato il Taliercio al termine di una serata combattuta. Sulla panchina dell’Auxilium ovviamente c’era ancora Luca Banchi; Torino aveva realizzato un parziale di 51-40 nei due quarti centrali, poi aveva resistito al ritorno della Reyer nel quarto periodo ed era riuscita a prendersi un +5 finale. Si era trattato di una sfida ad alto punteggio: Lamar Patterson aveva giocato una delle migliori partite con la maglia gialloblu, segnando 25 punti con 9/15 dal campo e 6/8 ai liberi, catturando 7 rimbalzi e smazzando 3 assist per un ottimo 35 di valutazione. Gli aveva dato una mano un Trevor Mbakwe da 17 punti e 8 rimbalzi, poi 19 punti per Diante Garrett; Venezia non aveva retto la forza d’urto degli ospiti, nonostante un Gediminas Orelik da 24 punti e 4 rimbalzi con il 50% dall’arco, mentre Hrovje Peric aveva messo 17 punti, 6 rimbalzi e 2 assist ma anche 3 palle perse, pur riuscendo ad avere uno strepitoso 8/8 dal campo. Adesso però non è più il tempo per parlare: dobbiamo subito dare la parola al campo e stare a vedere come andranno le cose in questa bellissima partita del campionato di Serie A1, allacciate le cinture perchè al PalaRuffini Torino Venezia sta finalmente per cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Torino Venezia non sarà trasmessa in diretta tv, non essendo una delle partite selezionate dalla Lega tra quelle che invece andranno in televisione; come sempre però il campionato di basket Serie A1 è disponibile in mobilità grazie alla piattaforma Eurosport Player, sulla quale si possono seguire le gare in diretta streaming video sottoscrivendo un abbonamento al servizio, e potendo così usufruire di dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone. Inoltre sul sito www.legabasket.it, che è quello ufficiale del campionato, troverete tutte le informazioni utili su questa partita, come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

I TROFEI PIEMONTESI

Torino Venezia si avvicina: al PalaRuffini giustamente verranno nuovamente celebrati gli eroi della Coppa Italia. Per la prima volta nella sua storia l’Auxilium ha messo in bacheca questo trofeo, stupendo tutti perchè arrivata a Firenze con un allenatore che fino a pochi giorni prima era un assistente, e perchè il gruppo sembrava sull’orlo di una rottura nervosa con risultati pessimi. Invece, la finale contro Brescia ha sancito il trionfo di una Fiat che finalmente ha ritrovato il suo talento; nei giorni seguenti la regione Piemonte ha realizzato qualcosa che probabilmente è unico nella storia del basket. Tortona infatti ha dominato la Coppa Italia di Serie A2: la squadra della città in provincia di Alessandria ha schiantato prima Trieste, finalista playoff dello scorso campionato, poi ha battuto Biella nel derby e infine ha rifilato 32 punti a Ravenna in finale. Non basta questo a regalare un sogno ai piemontesi: nello stesso giorno Omegna ha messo le mani sulla Coppa Italia di Serie B. Proveniente dalla provincia di Verbano-Cusio-Ossola, la Fulgor ha eliminato Pescara con un convincente +16, ha vinto sul filo di lana la semifinale contro San Severo e poi, ancora al termine di una sfida punto a punto, ha superato Cento con 11 punti e 6 rimbalzi di Marcelo Dip e 15 di Alex Simoncelli. La squadra è già prima nel girone A del campionato, con 3 sconfitte in 24 partite, e si è regalata un grande weekend: con lei, anche Torino e Tortona e tutto il Piemonte del basket. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Torino Venezia, alle ore 17:30 di domenica 11 marzo, è una partita davvero interessante nel panorama della ventunesima giornata di basket Serie A1 2017-2018. Sfida tra due società che hanno fatto la storia del nostro basket, e che ultimamente sono tornate grandi: l’Auxilium poco fa ha vinto la prima storica Coppa Italia dalla sua nascita, la Reyer difende ancora lo scudetto conquistato quasi un anno fa. Dunque due squadre che sono tornate vincenti, ma che adesso devono confermarsi perchè rimanere sulla breccia è sempre la cosa più difficile; la Fiat pare aver ripreso quota dopo un periodo nerissimo, e attenzione perchè se fiducia e coesione ci sono il talento del roster è assolutamente da prime della classe. La Reyer è rimasta al comando della classifica insieme a Milano; per la squadra di Walter De Raffaele però la Coppa Italia è stata un flop – come la Champions League – e soprattutto dopo aver vinto il campionato l’aspettativa dei tifosi e degli addetti ai lavori non può che essere altissima, complicando non di poco gli obiettivi che i lagunari possono raggiungere.

QUI TORINO

Diciamolo subito: Torino è tornata. Due vittorie consecutive in campionato, ma soprattutto quella Coppa Italia che è stata vinta contro ogni pronostico, perchè si era appena dimesso anche Carlo Recalcati (dopo Luca Banchi), in panchina c’era il giovane e inesperto Paolo Galbiati ed era stata scialacquata la possibilità di andare ai quarti di Eurocup. Le previsioni erano nere: si parlava di una Fiat in crollo totale, di uno spogliatoio spaccato o comunque di una squadra in aperta contestazione con la dirigenza, ormai incapace di risollevarsi. E’ cambiato tutto nel giro di quattro giorni, quelli di Firenze: l’Auxilium li ha chiusi sollevando il trofeo e da lì ha tratto ispirazione per ripartire alla grande anche in Serie A1, con una vittoria soffertissima ma comunque arrivata contro Capo d’Orlando. La grande domanda è: Paolo Galbiati è davvero un grande allenatore, capace di far guardare i suoi giocatori nella stessa direzione e dando loro le motivazioni giuste per tornare a giocare come sanno, oppure Torino ha vissuto un intensissimo breve periodo frutto più del caso che di altro? Da valutare nei prossimi impegni, a cominciare da questo: se la Fiat dovesse battere anche Venezia inizierebbe davvero a pensare alla possibilità di vincere la regular season, ma soprattutto avrebbe dimostrato in maniera quasi incontrovertibile di essere tornata sui livelli degli inizi della stagione, quelli che le avevano anche consentito di battere il Bayern Monaco in Eurocup.

QUI VENEZIA

Quattro vittorie consecutive per riprendere la marcia: così la Reyer ha reagito alla sconfitta interna contro Varese, con la quale si era aperto il girone di ritorno. Come abbiamo già detto, valutare la stagione di Venezia è complicato: se non ci fosse stato lo scudetto dello scorso anno diremmo che sta viaggiando ad un’ottima velocità perchè contende a Milano la vittoria della regular season, ma il tricolore è lì da vedere, cucito sulle maglie, e allora non si può non partire dal fatto che, come già detto, tutti si aspettano che i lagunari siano in grado di tornare quantomeno in semifinale, prendendosi una delle primissime posizioni in regular season ed essendo competitivi a grandi livelli. Per il momento in campionato è così, ma la Coppa Italia è stata fallita con una clamorosa eliminazione al primo turno e in Champions League, al netto della sfortuna avuta in certe partite, la Reyer non è mai stata competitiva per prendersi le prime piazze del girone, è arrivata alla partita della verità sapendo di dover giocarsi un dentro o fuori su due campi e per questione di centimetri è rimasta fuori dalle prime quattro, dovendo accontentarsi della discesa in Europe Cup. Dopo la vittoria in volata su Bologna, grazie alla tripla di Austin Daye sulla sirena, Venezia riparte con grande fiducia ma sa che affronta una trasferta piuttosto difficile. Vincendola, aumenterebbe le sue possibilità di mettere le mani sulla regular season.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie