DIRETTA / Cremona Virtus Bologna (risultato finale 91-78) info streaming video e tv: Cremona gestisce

- Claudio Franceschini

Diretta Cremona Virtus Bologna, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita del PalaRadi. Le due squadre inseguono i playoff, la Vanoli deve ancora recuperare una gara

Slaughter_Virtus_Bologna_Brescia_lapresse_2018
Diretta Cremona Virtus Bologna, basket Serie A1 24^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA CREMONA VIRTUS BOLOGNA (91-78 FINALE): CREMONA GESTISCE

26-24 il parziale nell’ultimo quarto, e per Cremona arriva una vittoria molto importante contro la Virtus Bologna. Partita a due facce con i felsinei decisamente in gara per metà match, per poi perdere complessivamente terreno nel terzo e nell’ultimo quarto, che ha visto Cremona gestire al meglio gli 11 punti di vantaggio accumulati, gestendoli fino ai 13 del risultato finale. 19 punti per Johnson e 20 per Diener tra le fila dei padroni di casa, mentre la Virtus chiude con 13 punti per Umeh e 12 per Gentile, Aradori e Slaughter, nessuna individualità è riuscita quindi a mantenere un livello d’eccellenza come quelle dei padroni di casa, che hanno così blindato meritatamente il successo. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA CREMONA VIRTUS BOLOGNA (65-54): CREMONA ALLUNGA

E’ nel terzo quarto che Cremona potrebbe aver trovato l’allungo decisivo nel match casalingo contro la Virtus Bologna. La Vanoli ha infatti imposto un parziale di 28-19 che è stato di gran lunga il più netto fra quelli fin qui disputati. Ha alzato i giri sul piano realizzativo la formazione di casa, soprattutto Johnson con 12 punti e Fontecchio con 11 hanno fatto sentire il loro peso sotto canestro, così come non era accaduto invece nella prima metà di gara. Dall’altra parte Gentile si è portato ad 8 punti personali, ma la Virtus è dal punto di vista difensivo che in questo terzo quarto ha evidenziato le difficoltà maggiori, non riuscendo a tenere così come aveva fatto (e nel secondo quarto in particolare ci era riuscita ottimamente) nel resto della gara. Cremona sembra a questo punto davvero a un passo dalla vittoria. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA CREMONA VIRTUS BOLOGNA (37-35): LA VIRTUS TORNA IN QUOTA

Partita interessante ma ritmi realizzativi sotto canestro che sono calati, con Cremona che all’intervallo mantiene un vantaggio di misura sulla Virtus Bologna, in questa sfida del campionato di Serie A1 di basket. 14-17 il parziale del secondo quarto per i felsinei, con Slaughter che è letteralmente salito in cattedra. 5 su 5 al tiro da 2 e 12 punti complessivamente realizzati, con Bologna che a inizio secondo quarto era scivolata sul 29-18, -11 e massimo vantaggio Cremona che è stato poi eroso canestro dopo canestro fino all’intervallo. Martin e Diener migliori realizzatori tra i padroni di casa, ma nessuno dei cestisti di Cremona è riuscito ad arrivare in doppia cifra a metà partita, segno di una buona prestazione corale che non ha trovato però un’individualità capace di trascinare il gruppo. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA CREMONA VIRTUS BOLOGNA (23-18): CREMONA D’ASSALTO

E’ iniziata a buon ritmo la sfida tra la Vanoli Cremona e la Virtus Bologna, con i padroni di casa che si sono dimostrati particolarmente efficaci sotto canestro, mettendone 23 alla fine della prima frazione. Diener, Sims e Martin guidano la formazione di casa dal punto di vista realizzativo, con la Virtus che si attacca all’ispirazione di Lafayette cedendo però punti preziosi e non trovando una prestazione di spessore da parte della propria difesa in questo avvio di partita. Cremona è arrivata molto spesso al tiro e nonostante una media realizzativa non impeccabile, alla fine il muro dei 20 punti nel primo quarto è stato abbondantemente abbattuto, con la Virtus chiamata a riorganizzarsi soprattutto in fase di difesa sotto canestro per non veder allungare pericolosamente gli avversari già a metà gara. (agg. di Fabio Belli)

DIRETTA CREMONA VIRTUS BOLOGNA (0-0): PALLA A DUE!

Palla a due in Cremona Virtus Bologna, e la Vanoli approccia la partita avendo bene in mente quello che era successo all’andata: la Segafredo era riuscita a confermare il fattore campo vincendo 79-78. Era stato un finale punto a punto con sorpasso in extremis: Cremona, avanti di 3 punti ancora a meno di 6 minuti dall’ultima sirena, si era fatta rimontare ed era finita sotto di 5, ma con la tripla di Darius Johnson-Odom e il canestro di Landon Milbourne aveva ritrovato la parità. Il sorpasso lo aveva firmato Henry Sims dalla lunetta, completando un parziale di 7-0: purtroppo Giampaolo Ricci aveva commesse fallo su Alessandro Gentile, il quale aveva segnato solo un tiro libero ma aveva comunque favorito l’intervento di Marcus Slaughter sul quale Henry Sims era stato costretto a spendere un fallo. Ancora lunetta per Bologna, e questa volta il centro aveva timbrato un 2/2 utile al sorpasso; la Vanoli era arrivata al tiro per la vittoria ma Milbourne, 14 punti con 6/9 dal campo, lo aveva sbagliato consegnando la vittoria a una Bologna che aveva avuto 8 punti, 7 rimbalzi e 3 assist da Oliver Lafayette. la Vanoli era stata tradita da Johnson-Odom: 6 punti con 2/9 e tre palle perse. Come finirà invece oggi? Stiamo per scoprirlo insieme, mettiamoci comodi perchè Cremona Virtus Bologna comincia! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Cremona Virtus Bologna non è una delle partite che verranno trasmesse in diretta tv: sono altre le scelte per la 24^ giornata di campionato. Tutti gli appassionati di basket potranno tuttavia fare riferimento, dopo aver pagato una quota per abbonarsi, alla piattaforma Eurosport Player da attivare su dispositivi mobili come PC, tablet o smartphone: novità di questa stagione, trasmette in diretta streaming video tutte le partite della Serie A1 (anche quelle previste sulla televisione di stato). Da ricordare anche il sito ufficiale www.legabasket.it, sul quale troverete informazioni utili come il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori in campo.

IL FATTORE GENTILE

Cremona Virtus Bologna si giocherà nel segno di Alessandro Gentile: con 17,4 punti, 6,6 rimbalzi e 3,2 assist, tirando con il 50,6% da 2 punti, il numero 0 della Segafredo è uno dei giocatori migliori del nostro campionato e si gioca agevolmente il titolo di MVP della regular season. Un ritorno in grande stile per lui, che aveva abbandonato la Serie A1 a dicembre 2016 in contrasto con l’Olimpia Milano di cui era diventato capitano; le esperienze all’estero (Panathinaikos e Hapoel Gerusalemme) erano state decisamente mediocri, ma ritrovare un ruolo di prima grandezza con le V nere lo ha agevolato nel tornare a essere un fattore come un tempo. Nella vittoria contro Brindisi Gentile ha sfiorato il record di punti in carriera: ne ha segnati 31 andando ad una sola lunghezza dai 32 che aveva realizzato nel giorno di Santo Stefano sul parquet di Varese. E’ singolare il fatto che prima il giocatore non avesse mai toccato quota 30: nel 2013-2014, anno del primo scudetto con Milano, per due volte si era assestato a 29 e questo ci dice che a Bologna Gentile ha ritrovato non solo un ruolo da leader e principale terminale offensivo ma anche la fiducia che gli permette di giocare sciolto e senza troppi pensieri. Inoltre contro la Happy Casa Gentile ha tirato con il 72,2% dal campo e il 73,3% da 2: in entrambi i casi si tratta del primato stagionale, un chiaro segno di come il giocatore stia sentendo aria di playoff e stia provando ad elevare le sue prestazioni. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Cremona Virtus Bologna si gioca alle ore 20:45 di sabato 31 marzo presso il PalaRadi: è una partita che rientra nel programma della 24^ giornata del campionato di basket Serie A1 2017-2018. Manca sempre meno alla fine della regular season, ed entrambe le squadre sono impegnate nella corsa ai playoff: la Virtus sembra aver rotto gli indugi, si è presa il quinto posto solitario e, sfruttando il calo di Avellino, potrebbe anche arrivare ad attentare una quarta posizione che rimane alla portata così come la terza (le prime due invece appaiono lontane), mentre la Vanoli deve ancora recuperare una partita – ma a Reggio Emilia – e al momento sarebbe fuori dai giochi, con una vittoria in meno rispetto al gruppetto delle squadre che gravitano tra la sesta e la nona piazza. Anche Cremona però ha tutte le possibilità di arrivare alla post season: dopo aver centrato la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia i lombardi non si pongono limiti, avendo già archiviato con largo anticipo la salvezza che era l’obiettivo principale di inizio stagione.

IL CONTESTO

La Vanoli si è riposata nello scorso fine settimana: Reggio Emilia era impegnata in Eurocup e così i ragazzi di Meo Sacchetti non sono scesi in campo. Forse avrebbero preferito farlo, per confermare il grande successo contro Torino: un +22 interno che ha rilanciato le ambizioni di una squadra che nel girone di ritorno ha avuto qualche problema di troppo, perdendo quattro partite sulle sette giocate. Vero che il calendario non è stato semplicissimo, ma c’è anche il ko del PalaCarrara che ha portato una ventata di delusione in seno al gruppo; Cremona tuttavia è ancora al livello dei playoff e come detto questo sarebbe un grande risultato per una squadra che, lo abbiamo ripetuto per tutto l’arco della stagione, non avrebbe dovuto nemmeno giocare in Serie A1 visto che era retrocessa sul campo. Invece il valore del roster si è visto; il fattore PalaRadi ha fatto il resto, qui Sacchetti e i suoi hanno perso soltanto tre volte in tutta la stagione e lo hanno fatto contro Milano, Reggio Emilia e Venezia e cioè tre delle squadre più competitive di tutto il campionato (e infatti due di loro si stanno giocando la vittoria della regular season).

Per la Virtus il momento è positivo: dopo aver perso tre partite consecutive la Segafredo sembrava aver messo a rischio la sua partecipazione ai playoff, invece ha saputo riprendersi alla grande. La vittoria sul campo di Brescia è stata cruciale per ritrovare una fiducia in calo, poi è arrivato il successo da copione contro Brindisi e la conferma della quinta posizione. Arrivare alla post season non sarà scontato: se al momento le prime quattro della graduatoria sembrano certe di parteciparvi, gli altri quattro posti se li contendono idealmente tra le sette e le otto squadre, il che significa che quattro o cinque rimarranno fuori. Tra di loro potrebbe esserci anche Bologna: per il momento la formazione di Alessandro Ramagli è stata piuttosto ondivaga, alternando ottimi periodi a rovinose cadute, e dunque la continuità nel rendimento e nei risultati sembra essere la chiave per entrare definitivamente nelle prime otto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori