DIRETTA/ Torino Varese (risultato finale 92-83) streaming video e tv: Biancorossi al sesto posto (Serie A1)

- Claudio Franceschini

Diretta Torino Varese, info streaming video e tv: orario e risultato live della partita che chiude la regular season per le due squadre. La Openjobmetis andrà poi a giocare i playoff

Wilson_Ferrero_Torino_Varese_basket_lapresse_2018
Diretta Torino Varese, basket Serie A1 30^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA TORINO VARESE (92-83): FINE PARTITA

Presso l’impianto PalaRuffini Fiat Torino Auxilium supera in rimonta Openjobmets Varese per 92 a 63. Dopo un brutto avvio di gara, i padroni di casa, spinti dai 24 punti finali di Vujacic, riprendono lentamente in mano le redini del match e, a seguito del sorpasso completato nel corso del terzo quarto, nell’ultima frazione consolidano il proprio vantaggio ed interrompono la striscia di 8 successi consecutivi degli ospiti, a cui non sono bastati i 23 punti di Okoye. Nei playoff che inizieranno questo sabato Varese affronterà Brescia a Verona, avendo chiuso al sesto posto nella classifica di Serie A.

TERZO QUARTO

Esauritosi pure il terzo quarto, Fiat Torino Auxilium ed Openjobmetis Varese sono ora sul punteggio di 69 a 61. In modo abbastanza inaspettato vista la falsa partenza, al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa completano la rimonta superando gli avversari fino ad un massimo vantaggio di 8 punti, guidati soprattutto dalle giocate vincenti di Vujacic e Mazzola.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del secondo quarto, ovvero del primo tempo, le squadre di Fiat Torino Auxilium ed Openjobmetis Varese sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo lungo sul 40 a 41. I piemontesi mettono in atto una grande rimonta ribaltando quanto visto in apertura di gara grazie ai punti provenienti dalla panchina ed ai tiri dalla distanza. I lombardi appaiono meno conentrati pur mantenendosi in vantaggio.

PRIMO QUARTO

In Piemonte il primo quarto di gioco tra Fiat Torino Auxilium ed Openjobmetis Varese si è concluso con il punteggio di 14 a 25. Grande avvio di gara da parte degli ospiti biancorossi in previsione playoff, concedendo poco agli avversari che dal canto loro si rendono protagonisti di diversi errori soprattutto al tiro una volta giunti in attacco.

PALLA A DUE!

Eccoci alla palla a due di Torino Varese: abbiamo già ricordato che lo scorso 14 gennaio la Fiat si era imposta al PalA2A per 92-89. Una vittoria arrivata rimontando 13 punti nel secondo tempo, grazie ai 30 con 4 rimbalzi e 5 assist di un Lamar Patterson da 6/8 dall’arco, grazie anche alla prova da 14 punti di Sasha Vujacic e al crollo dei lombardi, cui non erano bastati i 20 punti e 10 rimbalzi di Stanley Okoye e i 17 punti di Aleksa Avramovic. Per Varese quella sconfitta era stata l’undicesima consecutiva, che faceva scivolare sul fondo della classifica la squadra; Torino invece volava sulle ali dell’entusiasmo, ma proprio dopo quell’affermazione esterna Luca Banchi rassegnava le sue dimissioni per i controversi rapporti con la dirigenza (così si è detto). Iniziava per la Fiat una spirale negativa: i giocatori si schieravano con il coach, l’arrivo di Carlo Recalcati non risolveva le cose e anzi anche lui lasciava appena dopo. Paolo Galbiati se non altro ha vinto la Coppa Italia, ma nel frattempo la squadra è stata eliminata dalla Eurocup e ha perso partite importanti in campionato, arrivando al filotto di nove sconfitte che ha definitivamente chiuso la porta dei playoff. Adesso non resta che mettersi comodi e dare la parola al campo, per stare a vedere come si chiuderà questa partita molto interessante che per la Openjobmetis può significare sesto posto nella griglia dei playoff: la parola passa subito al campo, finalmente Torino Varese può cominciare! (agg. di Claudio Franceschini)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME VEDERE LA PARTITA

Torino Varese non è una delle partite che verranno trasmesse in diretta tv per questa giornata di campionato, ma tutti gli appassionati potranno comunque seguirla in diretta streaming video sulla consueta piattaforma Eurosport Player che, con una quota da versare per l’abbonamento, mette a disposizione le partite del campionato in mobilità, dunque su PC, tablet o smartphone. Da non dimenticare poi che il sito www.legabasket.it fornisce le informazioni utili sul torneo e sulla partita specifica, per esempio il tabellino play-by-play e le statistiche dei giocatori impegnati in campo.

IL DESTINO DELLA OPENJOBMETIS

Sarà sesto o settimo posto per la Openjobmetis: Torino Varese definirà il destino della squadra lombarda nella griglia dei playoff, e dunque le possibili avversarie per la squadra di Attilio Caja sono Olimpia Milano, Venezia (quella che arriverà seconda) oppure Brescia, già certa del terzo posto. Si capisce dunque che, pur senza sottovalutare la Germani che ha disputato un campionato strepitoso, i biancorossi preferirebbero forse incrociare la squadra di Andrea Diana; i risultati della giornata di domenica hanno dato a Varese un grande vantaggio per centrare la migliore posizione possibile. Il 2-0 nella sfida diretta contro Cantù dà una grande mano: in caso di arrivo a pari punti con la Red October i biancorossi sarebbero infatti sesti, ma lo sarebbero anche con una volata a tre squadre (che coinvolga dunque anche la Virtus Bologna). Dunque, per Varese vincere significa prendersi la sesta piazza; la stringerebbe tra le mani anche se dovesse perdere e al tempo stesso si dovessero registrare le sconfitte di Cantù e Bologna oppure della sola Segafredo, che ha il vantaggio nella differenza canestri. Di fatto la Openjobmetis è vicina a un altro traguardo; è contenta di essere arrivata ai playoff, ma adesso chiaramente i lombardi vogliono il passo ulteriore. (agg. di Claudio Franceschini)

ORARIO E PRESENTAZIONE DELLA PARTITA

Torino Varese, al PalaRuffini, sarà diretta dagli arbitri Saverio Lanzarini, Alessandro Vicino e Andrea Bongiorni; alle ore 20:30 di mercoledì 9 maggio le due squadre concludono la regular season del campionato di basket Serie A1 2017-2018, e solo una delle due proseguirà ai playoff. Sorprendentemente è la Openjobmetis che, partita con meno mezzi e anche sul fondo della classifica, con un filotto di otto vittorie consecutive e un girone di ritorno da 12-2 si è presa la qualificazione alla post season addirittura con un turno di anticipo. Il finale in calo lascia invece fuori la Fiat, che già nel turno precedente sapeva di aver fallito l’obiettivo; per i piemontesi la stagione termina in maniera agrodolce, e adesso davanti ai propri tifosi la squadra di Paolo Galbiati vorrà se non altro provare a vincere un’ultima partita per lasciare un ricordo positivo, e accomiatarsi bene in vista di un 2018-2019 che dovrà sicuramente essere migliore.

RISULTATI E PRECEDENTI

Un girone fa Torino navigava nei primi cinque posti della classifica dando la sensazione di poter migliorare ancora, mentre Varese era mestamente ultima in classifica e con quattro partite terribili davanti a sè. Come è andata lo sappiamo: proprio dopo la vittoria al PalA2A la Fiat ha vissuto le dimissioni di Luca Banchi, che hanno portato la stagione a prendere una parabola negativa solo parzialmente rialzata dalla vittoria in Coppa Italia, Carlo Recalcati ha salutato subito dopo e Paolo Galbiati ha fatto il possibile (appunto la coppa, a quel punto a sorpresa) ma non è riuscito a riprendere l’inerzia di un’annata complicatasi incredibilmente per fattori extra-campo. La Openjobmetis ha fatto poker per aprire il ritorno, battendo Venezia, Milano, Cantù e Brescia; dopo le sconfitte contro Trento e Pistoia ha vinto otto gare consecutive, striscia aperta ancora oggi, e dopo cinque anni è tornata finalmente a giocare i playoff. Chi se lo aspettava alzi la mano: la rimonta di Varese è stata straordinaria, e la post season ci dirà se questa squadra sia effettivamente andata oltre i propri limiti o se invece i due innesti in corsa (Siim-Sander Vene e Tyler Larson) abbiano fatto trovare la quadratura del cerchio ad Attilio Caja, e questo sia il valore di una Varese che in questo momento poche squadre vorrebbero incontrare al primo turno.

La Openjobmetis torna a giocare i playoff dopo cinque anni: l’ultima volta in cui era successo, al PalA2A era  grande protagonista la squadra allenata da Frank Vitucci, che aveva dominato la regular season e si era poi fermata soltanto a gara-7 di una spigolosa semifinale contro Siena. Oggi forse non si osa sperare così tanto, ma per come si chiude la regular season ovviamente le possibilità di arrivare almeno a superare un turno ci sono tutte. Troveremo in campo anche l’ex Norvel Pelle: a Varese ha fatto bene, a metà stagione si è trasferito a Torino per allungare le rotazioni sotto canestro e ha fatto in tempo a vincere la Coppa Italia. Magra consolazione per la Fiat, che al netto dei problemi avuti era comunque 12-8 a inizio marzo e ampiamente in zona playoff; purtroppo da quel momento sono arrivate nove sconfitte consecutive, tanto da dover alzare bandiera bianca già con due giornate di anticipo, e per fortuna che la salvezza era stata archiviata molto tempo fa…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori