Calciomercato Inter/ Ultime notizie, Shaqiri: incontro terminato, ecco l’esito. Notizie al 2 Gennaio (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Inter, il club nerazzurro ha incontrato poco fa l’entourage di Xherdan Shaqiri, esterno d’attacco della nazionale svizzera che sembra destinato a lasciare il Bayern Monaco

roberto_mancini_city_r400
Roberto Mancini, allenatore Inter (Infophoto)

L’Inter preme il piede sull’acceleratore e pochi giorni dall’apertura ufficiale del calciomercato di riparazione, stringe i tempi per Xherdan Shaqiri. Come racconta Alfredo Pedullà, noto giornalista sportivo, attraverso il proprio sito web. Poco fa è terminato l’annunciato incontro fra l’entourage del nazionale svizzero del Bayern Monaco nonché la dirigenza interista. Durante il vis-a-vis è stata ribadita la volontà del giocatore di cambiare maglia e dei bavaresi di cedere l’ex Basilea ma a fronte di un pagamento al prossimo giugno di 15 milioni di euro, anche con la formula del prestito ma con riscatto obbligatorio. Resta da capire ora come replicherà la società di corso Vittorio Emanuele a tale richiesta.

In occasione del calciomercato di riparazione ormai pronto a fare il suo debutto, l’Inter metterà le mani su Lukas Podolski. Stando alle ultime indiscrezioni circolanti la trattativa fra il club di corso Vittorio Emanuele e l’Arsenal è ormai in dirittura d’arrivo e lo stesso giocatore potrebbe sbarcare nella Milano nerazzurra già in serata. Nel frattempo il tecnico dell’Inter, Roberto Mancini, si è già sbilanciato, e rispondendo alle domande dei propri tifosi ha ammesso: «Podolski? I giocatori tedeschi hanno sempre fatto benissimo in Italia. Lo conosco benissimo, è un grande giocatore e non dimentichiamo che è un campionato del mondo. E’ uno che può giocare in diversi ruoli». Non ci resta quindi che attendere gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda.

Il nome di Mohamed Salah continua ad animare le cronache di calciomercato di casa Inter. Il club di corso Vittorio Emanuele è alla ricerca di due esterni d’attacco e dopo aver portato a termine il colpo Podolski si sta dando fare per individuare un altro calciatore per rafforzare le ali. Fra i nomi caldi c’è sempre quello di Salah, nazionale egiziano che gioca nel Chelsea. Il ragazzo è sceso in campo ieri per venti minuti nella disfatta contro il Tottenham (risultato finale 5 a 3), e la volontà dello stesso è quella di lasciare lo Stamford Bridge il prima possibile. Josè Mourinho si dice pronto a cedere il giocatore in prestito per i prossimi sei mesi ma prima bisognerà assicurarsi un suo sostituto: Ausilio monitora la situazione e rimane alla finestra.

L’Inter ha dato una svolta importante al mercato e in particolare all’affare Podolski che è atteso a Milano nelle prossime 24 ore per sostenere le visite mediche di rito. Il giocatore arriverà in nerazzurro con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto a fine stagione, anche lo stesso Podolski ha abbassato le richieste per quanto riguarda l’ingaggio. I nerazzurri regaleranno così a Mancini un giocatore importante che nell’Arsenal di Wenger non ha giocato spesso e ha voglia di tanta rivalsa. Ora il tecnico dell’Inter aspetta un altro rinforzo per l’attacco, nel mirino il secondo esterno e l’obiettivo, ovvero il sogno, è il Pocho Lavezzi.

Quella di oggi sarà una giornata molto importante per il futuro di Ezequiel Lavezzi e di conseguenza per il calciomercato di riparazione di casa Inter. Il Pocho terrà nelle prossime ore un vis-a-vis con i vertici del Paris Saint Germain per parlare del suo futuro. L’attaccante della nazionale argentina vorrebbe lasciare la capitale francese per iniziare una nuova avventura, ma lo sbarco ad Appiano Gentile è tutt’altro che semplice. Il PSG, infatti, vuole cedere il giocatore solo a titolo definitivo mentre i nerazzurri spingono per il prestito con obbligo di riscatto. Lo stesso Lavezzi potrebbe forzare la cessione ma a tutt’oggi la situazione appare molto incerta: nelle prossime ore sono attese novità.

Anche alla Gazzetta dello Sport il giovane Tino Susic, centrocampista bosniaco dell’Hajduk Spalato che sogna di vestire la maglia dell’Inter. Susic è un calciatore di grande valore che potrebbe davvero fare il salto di qualità in nerazzurro. Susic ha dichiarato: “Mi ispiro a Zidane, è il mio idolo fin da ragazzino, ma ho sempre tifato Inter da quando c’era Ronaldo. Kovacic? Era già forte da ragazzino e lo dico da giocatore dell’Hajduk e abbiamo una forte rivalità con la Dinamo Zagabria di Kovacic. E’ vero, l’Italia non è più il campionato di grande livello di qualche anno fa ma è sempre molto ambito e io adoro la Serie A“. L’Inter potrebbe decidere di bloccare ora Susic e prenderlo a giugno 2015.

C’è tanta attesa per il verdetto della Fifa per quanto riguarda Lassana Diarra, centrocampista francese in causa con il Lokomotiv Mosca. Il giocatore è sicuro di essere ad oggi un calciatore svincolato a tutti gli effetti, il club russo sostiene il contratto. Tutto dipenderà dalla decisione della Fifa, l’Inter prenderà subito Diarra se vincerà la causa e sarà ufficialmente un calciatore libero altrimenti il colpo potrebbe essere rimandato a giugno. Diarra piace a Mancini che spera di poter rivedere il forte calciatore ammirato ai tempi del Real Madrid.

È un calciatore che piace molto all’Inter di Roberto Mancini, in fondo lo svizzero può giocare sia da trequartista che da esterno d’attacco. I nerazzurri sono pronti a prendere il calciatore del Bayern Monaco con la formula del prestito oneroso con pagamento dilazionato, un’operazione simile a quella fatta con la Roma per Dodò. Difficile però che i bavaresi possano dare l’ok all’operazione visto che ci sono diversi club stranieri interessati al giocatore pronti a offrire soldi immediati per l’acquisto a titolo definitivo.

Il calciomercato di casa Inter regalerà con grande probabilità un nuovo talento ai tifosi e a mister Roberto Mancini. Il prescelto è Tino-Sven Susic, 22enne centrocampista offensivo della nazionale bosniaca che gioca fra le fila dell’Hajduk Spalato. Interpellato nelle scorse ore dal Corriere dello Sport ha ammesso: «Sono prontissimo per la Serie A. So bene che il vostro campionato è più difficile rispetto a quello croato, che la Serie A è uno dei tornei più competitivi al mondo perché la tattica è fondamentale e che i giocatori sono più tecnici e veloci rispetto alla Croazia. Sarà inevitabile per me un periodo di adattamento, ma sono convinto che farò bene». Si passa quindi ad analizzare più in dettaglio l’idea Inter: «Perché voglio l’Inter? Perché è un club con una grande storia e sono orgoglioso di piacere ai suoi dirigenti. Per me indossare la maglia dell’Inter è un sogno. Mi auguro che la trattativa vada in porto e spero di firmare presto il contratto che mi legherà all’Inter dalla prossima stagione. Giocare in una squadra così importante è quello che voglio fin da bambino». L’appuntamento cruciale per chiudere la trattativa dovrebbe tenersi il prossimo 7 gennaio, subito dopo la ripresa in campionato. L’operazione dovrebbe chiudersi attorno ad una cifra di 3/5 milioni di euro.

Il primo di calciomercato di casa Inter sarà con grande probabilità Lukas Podolski. La trattativa fra l’Arsenal e la società di corso Vittorio Emanuele si è sbloccata nelle ultime ore, con la distanza fra proposta e richiesta che si è decisamente assottigliata. Dovrebbero ballare circa 200 mila euro, grazie anche alle rinunce sullo stipendio dello stesso bomber della nazionale tedesca, che a Milano percepirà 1,5 milioni di euro. Già in serata, quindi, il giocatore potrebbe sbarcare a Milano per fare subito le rituali visite mediche e poi il tutto essere ufficializzato lunedì prossimo, il giorno della riapertura del mercato. Anche Wenger ha di fatto confermato spiegando: “La prima offerta dell’Inter era una farsa, la seconda no, ora vedremo…”.

L’Inter in questo calciomercato sta cercando giocatori per rinforzare il centrocampo anche perchè probabilmente a gennaio partiranno Yann M’Vila e Fredy Guarin. Uno dei nomi di calciomercato più importanti è quello di James McCarthy per il quale l’Irish Indipendent vede una corsa a tre tra Inter, Arsenal e Manchester. McCarthy è un centrocampista duttile di 25 anni che in mezzo al campo può svolgere più ruoli. Il problema potrebbe essere rappresentato dalla somma importante che i Toffees chiedono per privarsi del loro gioiello, servono infatti 25 milioni di sterline per prenderlo. Una cifra che di sicuro, anche a riguardo del fairplay finanziario, i nerazzurri non sarebbero in grado di spendere almeno nel calciomercato di gennaio.

La nostra redazione ha intervistato in esclusiva Alessandro Greco, agente Fifa, per parlare del calciomercato dell’Inter. Il procuratore sottolinea come potrebbe essere molto difficile arrivare a Ezequiel Lavezzi e di come invece sarebbe diverso con Januzaj, che però non potrebbe essere il giocatore giusto per l’Inter. Ai nerazzurri: “Serve un calciatore che possa fare la differenza subito. Icardi invece è un centravanti che piace a molti club. Credo che l’affare però possa decollare a giugno”.

L’Inter continua a insistere per Salah del Chelsea, giocatore di qualità e grande spessore. I blues avrebbero allora fiutato l’affare di inserirlo in un’offerta per arrivare a Mauro Icardi. Va avanti la telenovela Ezequiel Lavezzi con Laurent Blanc che deciderà alla fine il da farsi. I neroazzurri intanto lavorano anche all’affare Xherdan Shaqiri, su cui c’è anche la Juventus ma sul quale i nerazzurri sembrano essere passati in vantaggio. Camacho rimane nel mirino, il futuro del centrocampista è legato alla possibile partenza di Fredy Guarin. Attenzione a Tino-Sven Susic perchè il sette potrebbe essere il giorno giusto per chiudere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori