Formula 1/ Video, la RedBull di Webber prende fuoco durante il Gran Premio di Corea

- La Redazione

Video, Formula 1: la Red Bull di Mark Webber prende fuoco durante il Gran Premio di Corea. Brutta avventura per il compagno di team di quello che sarà probabilmente il campiona del mondo

Alonso_Vettel_Hockenheim
Fernando Alonso e Sebastian Vettel (Infophoto)

Giornata da dimenticare per Mark Webber, costretto al ritiro dal Gran Premio di Corea dopo un contatto con Sutil che ha scatenato un principio di incendio. Come se non bastasse, poco prima il pilota australiano ha dovuto anche subire una foratura dopo l’esplosione dell’anteriore destra di Perez che lo precedeva, il che ha inevitabilmente compromesso la sua gara. Questo fatto ha scatenato anche una dura polemica del pilota contro la Pirelli: “Le cose stanno così – ha detto Webber – I piloti non sono super importanti, è quello che gli altri vogliono. Le gomme si consumano tantissimo e a volte esplodono, ma questo deve risolverlo Pirelli”. Secondo il pilota Red Bull, quindi, Pirelli “dirà che la foratura di Perez è stata dovuta allo spiattellamento, ma la ragione per cui i piloti finiscono col bloccare è che non rimane abbastanza battistrada“. Riguardo invece l’incendio scatenatosi dopo il contato con Sutil, Webber ha spiegato che è stato il Kers (Kinetic Energy Recovery System) a prenderefuoco “molto velocemente” e che “l’incendio è divampato abbastanza violentemente“. “Ho cercato di spegnerlo – ha poi concluso – abbiamo un estintore in macchina. Stavo cercando di tirarlo fuori ma non ci sono riuscito. Avevo comunque la tuta a proteggermi”.

La Formula 1 dà appuntamento a tutti gli appassionati con il Gran Premio di Corea, che caratterizzerà la domenica mattina italiana. La quattordicesima prova del Mondiale 2013 si corre sul circuito di Yeongam, naturalmente in Corea del Sud, in una zona costiera poco frequentata, che si voleva sviluppare proprio con il nuovo autodromo: progetto fallito, probabilmente questa sarà l’ultima edizione qui. Una pista con caratteristiche miste, con una prima parte decisamente veloce seguita invece da una seconda metà molto più lenta e tortuosa: non sarà quindi facile trovare il compromesso migliore per un giusto assetto aerodinamico. Problema che non hanno Sebastian Vettel e la Red Bull, che hanno centrato ancora una volta ieri la pole position, che per il campione del Mondo è la numero 42 in carriera: ora davanti a lui ci sono solo Michael Schumacher e Ayrton Senna. Al suo fianco scatterà Lewis Hamilton, che con la Mercedes ha fatto molto bene sia venerdì sia ieri, ma la sua macchina è un punto interrogativo alla distanza. Ecco perché potrebbero essere più pericolosi il sorprendente Romain Grosjean, terzo con la Lotus, e naturalmente le due Ferrari, appaiate in terza fila (clicca qui per la griglia di partenza). Troveremo dunque Fernando Alonso quinto, chiamato all’ennesima rimonta magari dopo un’ottima partenza, mentre Felipe Massa scatterà dalla sesta casella. Certo, recuperare cinque posizioni non sarà facile, e ancora più difficile sarà colmare i 60 punti di ritardo nella classifica del Mondiale Piloti. Comunque, questo è il momento di pensare a quanto potrà succedere in gara: purtroppo le sette ore di fuso orario fra l’Italia e la Corea costringeranno gli appassionati ad alzarsi presto anche nella mattina della domenica, giorno di festa. Ecco dunque che l’appuntamento con la gara di oggi (orari italiani) è alle ore 8.00. Prima mattina, insomma: all’ora della colazione il rombo dei motori ci farà compagnia. Per tutti i tifosi bisogna sottolineare che il Gran Premio di Corea è una delle gare che verrà trasmessa in tv solamente su Sky, con la Rai che potrà offrire solamente la differita. Per quanto riguarda il Gran Premio, la copertura televisiva è dunque garantita da Sky Sport F1, canale tematico di Sky (numero 206 della piattaforma satellitare), come sempre con la telecronaca di Carlo Vanzini e una squadra di inviati ed opinionisti, mentre Rai Uno, che si affida alla collaudatissima coppia formata da Gianfranco Mazzoni (telecronista) e Ivan Capelli (commento tecnico), potrà limitarsi solamente a mandare la gara in differita, sfruttando però il tradizionale orario europeo delle 14.00. Entrambi garantiscono anche la possibilità di seguire la corsa in streaming video, importantissimo per chi non potrà mettersi davanti a un televisore. In particolare, per gli abbonati alla tv satellitare bisogna sottolineare il servizio offerto da Sky Go, servizio riservato agli abbonati e accessibile previa registrazione su skygo.sky.it, mentre per uno streaming gratuito ed accessibile a tutti ci potremo affidare al sito ufficiale della Rai (www.rai.tv), ma naturalmente solo con gli orari delle differite. Da segnalare anche il live timing sul sito ufficiale della Formula 1 (www.formula1.com) e la possibilità di seguire la gara di Yeongam anche tramite le pagine ufficiali di Sky Sport F1 su Facebook e Twitter.

La Formula 1 è giunta al quattordicesimo appuntamento stagionale con il Gran Premio di Corea. Questa mattina sono andate in scena a Yeongam le qualifiche per la gara di domani e la Red Bull di Sebastian Vettel si è confermata all’altezza delle aspettative guadagnando la pole position. A seguire nella griglia di partenza ci sarà Lewis Hamilton della Mercedes. Deludono le Ferrari che, arrivate al sesto e settimo posto, partiranno dalla quinta e sesta posizione rispettivamente con Alonso e Massa grazie alla penalizzazione inflitta a Webber (clicca qui per la griglia di partenza del Gran Premio di Corea 2013). Le qualifiche di questa mattina sono state trasmesse in diretta solo su Sky, e saranno trasmesse in differita su Rai 2 alle ore 14.00 con la telecronaca di Gianfranco Mazzoni e il commento tecnico di Ivan Capelli. Sarà possibile seguire questa differita anche in streaming video sul sito ufficiale della Rai (www.rai.tv).

La Formula 1 dà appuntamento a tutti gli appassionati con il Gran Premio di Corea. La quattordicesima prova del Mondiale 2013 si corre sul circuito di Yeongam, naturalmente in Corea del Sud, in una zona costiera poco frequentata, che si voleva sviluppare proprio con il nuovo autodromo. Una pista con caratteristiche miste, con una prima parte decisamente veloce seguita invece da una seconda metà molto più lenta e tortuosa: non sarà quindi facile trovare il compromesso migliore per un giusto assetto aerodinamico. Si tutto poi incombe la minaccia del tifone che incombe sulla penisola coreana e che promette di scaricare molta pioggia nelle giornate di oggi e ancora di più domani. Un elemento che potrebbe turbare la superiorità di Sebastian Vettel e della Red Bull, di cui dunque dovranno cercare di approfittare Fernando Alonso e la Ferrari, già vincitori qui della prima edizione della corsa (nel 2010), che si corse anche allora in condizioni estreme. Certo, recuperare i 60 punti di ritardo nella classifica del Mondiale Piloti appare un’impresa ai confini dell’impossibile. Da oggi si comincia a fare davvero sul serio, dopo le prove libere di ieri, anche se le sette ore di fuso orario fra l’Italia e la Corea non renderanno semplice seguire le varie sessioni. Ecco dunque che l’appuntamento con le qualifiche di oggi (orari italiani) è alle ore 7.00. Prima mattina, insomma: all’ora della colazione sapremo chi avrà fatto registrare la pole position e come sarà formata la griglia di partenza. Per tutti i tifosi bisogna sottolineare che il Gran Premio di Corea è una delle gare che verrà trasmessa in tv solamente su Sky, con la Rai che potrà offrire solamente la differita. Per quanto riguarda le due sessioni di prove libere di oggi, la copertura televisiva è dunque garantita da Sky Sport F1, canale tematico di Sky (numero 206 della piattaforma satellitare), come sempre con la telecronaca di Carlo Vanzini e una squadra di inviati ed opinionisti, mentre Rai Due, che si affida alla collaudatissima coppia formata da Gianfranco Mazzoni (telecronista) e Ivan Capelli (commento tecnico), potrà limitarsi solamente a mandare le prove ufficiali in differita, sfruttando però il tradizionale orario europeo delle 14.00. Entrambi garantiscono anche la possibilità di seguire le sessioni in streaming video, importantissimo per chi non potrà mettersi davanti a un televisore. In particolare, per gli abbonati alla tv satellitare bisogna sottolineare il servizio offerto da Sky Go, servizio riservato agli abbonati e accessibile previa registrazione su skygo.sky.it, mentre per uno streaming gratuito ed accessibile a tutti ci potremo affidare al sito ufficiale della Rai (www.rai.tv), ma naturalmente solo con gli orari delle differite. Da segnalare anche il live timing sul sito ufficiale della Formula 1 (www.formula1.com) e la possibilità di seguire le prove di Singapore anche tramite le pagine ufficiali di Sky Sport F1 su Facebook e Twitter.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori