Formula 1 / Gp d’Ungheria (Budapest): cronaca e risultati della seconda sessione di prove libere

- La Redazione

Cronaca e risultati della seconda sessione di prove libere per il Gp d’Ungheria di Formula 1 all’Hungaroring: Red Bull inavvicinabili, Fernando Alonso sempre quarto, quinto Felipe Massa

Vettel_RedR439
Sebastian Vettel (Infophoto)

Sessione priva di ricche sorprese quelle di oggi pomeriggio. Alle ore 14 la pista dell’Hungaroring era ancora molto sporca, il poco vento che si era alzato non ha rinfrescato l’aria e l’asfalto si aggirava sui 43°. Novità di questa seconda sessione di prove l’introduzione delle gomme a mescola morbida, segnate dalla riga gialla. Diverse squadre hanno girato sia con le soft che con le medie (con cui si era grato in mattinata): nessuno ha però segnalato un netta differenza tra le due. Le soft si mostrate più performanti ma le alte temperature e la pista sporca ne hanno condizionato fortemente il tempo di consumo. Si confermano le ottimi prestazioni delle due Redbull che sembrano davvero imprendibili. Primo è Vettel, che ha girato per la maggior parte con le medie, ha segnato il giro più veloce con 1:21.264, mentre il compagno (che usava le soft) si distanzia di appena 44 millesimi. Terzo posto per Grosjean con 1:21.417: ottima anche la prova delle Lotus, la macchina ha beneficiato delle modifiche applicate in questi giorni sull’aerodinamica. Quarto e quinto posto per le rosse di Maranello: anche durante il pomeriggio le Ferrari hanno replicato il buon successo della mattinata, beneficiando della nuovo alettone anteriore. Pur con strategie e carichi diversi i piloti hanno saputo sfruttare al meglio le modifiche apportate dopo i test di Silverstone. La rossa però non è ancora una vettura completamente al top, il distacco col le Redbull è significativo, ma Alonso si è mostrato fiducioso. Nota di demerito per le frecce argentate: la Mercedes non ha brillato neanche in questa sessione. È un’evidente scelta strategica quella di non puntare al giro veloce in prova ma di verificare il passo di gara. Ciò che insospettisce sono le traiettorie molto sporche e gli errori commessi da entrambi i piloti. In ogni caso sembrano essere stati felicemente risolti i disturbi accusati questa mattina. Uniche scintille del pomeriggio un presunto contatto tra Raikkonen e Button, fortunatamente senza conseguenze per entrambi. L’unico indizio sulle strategie di domenica è la tendenza a stare in pista più possibile e eliminare così una sosta: il tutto forse pensato per creare così maggiori occasioni di sorpasso. Domani mattina ci sarà la terza prova libera e nel pomeriggio le qualifiche ufficiali.

1Sebastian Vettel (GER/Red Bull-Renault) 1:21.264 (media: 194,079 km/h)

2Mark Webber (AUS/Red Bull-Renault) 1:21.308

3Romain Grosjean (FRA/Lotus-Renault) 1:21.417

4Fernando Alonso (ESP/Ferrari) 1:21.426

5Felipe Massa (BRA/Ferrari) 1:21.544

6Lewis Hamilton (GBR/Mercedes) 1:21.802

7Nico Rosberg (GER/Mercedes) 1:21.991

8Kimi Räikkönen (FIN/Lotus-Renault) 1:22.011

9Jenson Button (GBR/McLaren-Mercedes) 1:22.180

10Adrian Sutil (GER/Force India-Mercedes) 1:22.304

11Paul di Resta (GBR/Force India-Mercedes) 1:22.526

12Sergio Pérez (MEX/McLaren-Mercedes) 1:22.529

13Pastor Maldonado (VEN/Williams-Renault) 1:22.781

14Esteban Gutiérrez (MEX/Sauber-Ferrari) 1:22.837

15Nico Hülkenberg (GER/Sauber-Ferrari) 1:22.841

16Jean-Eric Vergne (FRA/Toro Rosso-Ferrari) 1:23.369

17Daniel Ricciardo (AUS/Toro Rosso-Ferrari) 1:23.411

18Valtteri Bottas (FIN/Williams-Renault) 1:23.646

19Charles Pic (FRA/Caterham-Renault) 1:24.325

20Giedo van der Garde (NED/Caterham-Renault) 1:25.065

21Jules Bianchi (FRA/Marussia-Cosworth) 1:25.143

22Max Chilton (GBR/Marussia-Cosworth) 1:26.647

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori