Formula 1 / Le pagelle del Gran Premio di Ungheria 2013 (Budapest)

- La Redazione

Hamilton conquista la prima vittoria stagionale davanti a Raikkonen e Vettel. Alonso non va oltre il quinto posto, mentre l’altra Ferrari di Massa è solamente ottava

hamilton_auricolari
Lewis Hamilton ha già vinto quattro volte in Cina (Infophoto)

L’Hungaroring si conferma un circuito favorevole per Lewis Hamilton, che conquista la prima vittoria stagionale (la prima anche sulla Mercedes) davanti a Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel. Fernando Alonso non va oltre il quinto posto, alle spalle di Mark Webber. Ottava l’altra Ferrari di Felipe Massa. Pastor Maldonado, decimo, conquista il primo punto mondiale per la Williams. Vediamo ora i voti ai protagonisti della gara.

Lewis Hamilton, voto 10 Ottima prova dell’inglese, che prima strappa la pole position a Vettel e poi riesce a portare a casa la prima vittoria dell’anno su un circuito che sembra molto apprezzare. Con 124 punti si rimette in corsa per le prime posizioni del mondiale.

Kimi Raikkonen, voto 9 Non parte benissimo e ci rimette la posizione nei confronti di Massa: questo gli fa perdere secondi preziosi, che alla fine non gli permettono di battagliare per la vittoria. Tuttavia conquista un secondo posto inaspettato, grazie alle sole due soste. E ora nella classifica mondiale ha superato Alonso, seppur di un solo punto.

Sebastian Vettel, voto 8 Oggi il tedesco deve correre in difesa e non riesce a sfatare il tabù dell’Hungaroring, unica pista (tra quelle in calendario), oltre ad Austin, dove non è riuscito ancora a vincere. Tuttavia il terzo posto lo porta comunque a navigare placidamente nella classifica mondiale, con ben 38 punti di vantaggio su Raikkonen.

Mark Webber, voto 9 Continua la striscia di gare positive e in rimonta per l’australiano, dopo l’annuncio del suo ritiro dalla Formula 1. Partito decimo, chiude a un passo dal podio e può così superare quota 100 in classifica. Peccato voglia smettere proprio ora.

Romain Grosjean, voto 6,5 Spreca l’occasione offertagli dal terzo posto sulla griglia di partenza. Per aver saltato una chicane dopo un soprasso gli tocca un drive through. Alla fine si trova dietro ad Alonso, ma sembra non provare mai l’attacco per portargli via il quinto posto.

Jenson Button, voto 8 Buona gara dell’inglese, che già nei primi giri recupera molte posizioni rispetto alla tredicesima iniziale. Per un momento si trova anche nelle posizioni di testa, ma poi deve accontentarsi del settimo posto. Non male comunque, anche considerando la prova del compagno di squadra Perez, che partiva nono.

Sergio Perez, voto 6 Porta a casa due punticini importanti, ma incassa dal compagno di squadra Button un bello schiaffo. Il messicano non sembra molto brillante in questa fase della stagione.

Pastor Maldonado, voto 6,5 Anche oggi sembrava destinato a sfiorare la zona punti, con un undicesimo posto. Il ritiro di Rosberg gli porta poi la decima posizione: finalmente in casa Williams si può festeggiare davvero!

Mercedes, voto 9 Se Rosberg non avesse avuto difficoltà all’inizio gara avrebbe potuto forse battagliare con Alonso e Grosejan. Tuttavia la rottura del motore gli toglie anche la zona punti. In ogni caso le frecce d’argento conquistano la terza vittoria dell’anno nella gara seguente ai test di Silverstone, cui non hanno partecipato.

Red Bull, voto 8 Non particolarmente brillanti né oggi, quando devono dire a Vettel di far raffreddare la sua vettura, né ieri, quando un problema elettrico non consente a Webber di prendere parte alla Q3. In ogni caso restano sempre lì davanti a tutti, macinando punti su punti.

Lotus, voto 9 Secondo podio consecutivo per Raikkonen e il terzo posto nel mondiale costruttori ora dista solo 11 punti. Può anche vantare il fatto di essere riuscita a far fare due sole soste a Raikkonen in una giornata in cui l’asfalto pareva bruciare.

Force India, Toro Rosso e Sauber, voto 5 In una gara non certo emozionante (a parte la prima vittoria stagionale di Hamilton) vedere qualche pilota di queste tre sorprendenti scuderie a punti non sarebbe stato affatto male.

Fernando Alonso, voto 6,5 Non ci fosse stato il drive through di Grosjean si sarebbe ritrovato sesto al traguardo. Diversamente dalle due precedenti gare, dove pure non era andato bene in qualifica, stavolta non ha potuto mai giocare in attacco in gara. E ora si ritrova anche Raikkonen davanti in classifica.

Felipe Massa, voto 5 Un contatto al via di certo non lo favorisce, ma se il compagno di squadra non riesce a giocare d’attacco, lui nemmeno pare potersi difendere dagli avversari.

Ferrari, voto 5 Un imbarazzante e inesorabile declino nelle ultime gare per le rosse, che sembrano incapaci di reagire ai progressi fatti registrare dagli altri team. Le prove libere avevano dato l’illusione di un progresso, sparito già ieri in occasione delle qualifiche. In gara è tramontata anche ogni velleità di rimonta che almeno salvava un po’ la faccia in passato. Dopo quello della Mercedes, potrebbe presto arrivare uno schiaffo dalla Lotus. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori