Formula 1/ Il pronostico del Gran Premio di Spagna F1 2015 a Montmelò: Giovanni Minardi (esclusiva)

- int. Giovanni Minardi

Formula 1, il pronostico del Gran Premio di Spagna F1 2015: intervista a Giovanni Minardi in esclusiva per ilsussidiario.net. Domenica 10 maggio è in programma la quinta gara stagionale

montmelo_rettilineo
Il rettilineo del Montmelò (Infophoto)

Domenica 10 maggio 2015 è in programma il Gran Premio di Spagna 2015 sul circuito di Montmelò in Catalogna: semaforo verde alle ore 14:00. La Mercedes dovrebbe essere sempre la favorita con Lewis Hamilton principale protagonista della gara, Nico Rosberg a cercare almeno di contrastarlo. E la Ferrari? Si aspettano ottime cose dalla Rossa, per vedere se veramente sarà possibile lottare per la vittoria nel Mondiale. Poi le altre macchine a cominciare dalla Williams e dalla Red Bull, finora sopratutto la casa austriaca è andata meno forte del previsto. Per presentare la quinta gara stagionale e per fare un pronostico ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva Giovanni Minardi.

Che Gran Premio di Spagna si aspetta? Vedremo quale impatto avranno le sostanziali modifiche che le varie macchine hanno previsto ed apportato in vista del ritorno in Europa. Potrebbero esserci delle sorprese ma il condizionale resta d’obbligo.

Su cosa avranno lavorato maggiormente le varie scuderie? Bisognerebbe essere all’interno dei team per saperlo bene, penso che probabilmente le scuderie avranno lavorato maggiormente sulla parte aerodinamica delle varie macchine.

Le Mercedes saranno sempre favorite? Dovrebbe essere poi bisognerà vedere se le altre macchine ad iniziare dalla Ferrari saranno migliorate rispetto alla Mercedes e avranno apportato modifiche importanti. Per adesso la casa tedesca resta la migliore, la Ferrari è la seconda forza del Mondiale. C’è da dire però che siamo ancora all’inizio della stagione.

Lewis Hamilton ancora protagonista numero uno? Salvo imprevisti sì, attualmente è proprio lui il pilota più forte del Mondiale, la vittoria dell’anno scorso lo ha reso ancora più sicuro.

Per Rosberg un altro secondo posto sarebbe una tragedia? Non una tragedia, ma forse si dovrà accontentare di stare dietro a Hamilton, al momento la gerarchia in casa Mercedes mi sembra piuttosto definita perlomeno a livello di risultati.

La Ferrari potrà dimostrare di essere competitiva per lottare il Mondiale? Intanto come ho detto prima è ancora presto per dare dei giudizi definitivi e la Ferrari potrebbe provare delle modifiche importanti qui a Barcellona. Per adesso è la seconda forza, cosa non scontata visto com’era uscita dall’ultimo mondiale.

Red Bull e Williams, una gara per migliorare finalmente le loro prestazioni? 

La Williams è un po’ sottotono e non potrà che migliorare. Credo meno alla Red Bull, soprattutto per quel che riguarda la sua power unit, la Renault dovrebbe aiutarla molto in questo senso. Non c’è tanta affidabilità, prestazioni non eccezionali in prova, anche se poi quelle che contano veramente sono quelle fatte in gara.

Un giudizio sulla pista di Barcellona? E’ un pista che con la recente modifica sull’ultimo curvone è peggiorata. In ogni caso è molto tecnica, una delle più conosciute in Europa dove le varie monoposto possono provare fino in fondo le modifiche decise.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori