Formula 1/ Video highlights f1 e classifica piloti e costruttori dopo il Gran Premio d’Australia 2016. Alonso sui social. (20 marzo 2016)

- La Redazione

Formula 1, video highlights Gran Premio d’Australia 2016: a Melbourne Nico Rosberg su Mercedes vince la prima gara della stagione davanti a Hamilton e Vettel, e comanda la classifica piloti

RosbergMelbourne2016
Nico Rosberg, 30 anni, tedesco (INFOPHOTO)

Grande paura nella giornata di ieri per il pilota della McLaren, Fernando Alonso, a causa del grave incidente al diciannovesimo giro sul circuito di Melbourne in Australia. All’indomani della gara il pilota sdrammatizza la tensione sui social network postando una foto sul proprio account Instagram nel quale viene ritratto a leggere l’Herald Sun con una sua gigantografia e la didascalia: “L’uomo più fortunato al mondo”. “Penso parlino di me” scrive il pilota McLaren sui social network, per alleviare anche un po’ la tensione che si era creata intorno a lui nonostante sia uscito completamente illeso dallo schianto.

Parla dell’incidente capitato a Fernando Alonso nella gara di ieri In Australia, quando il pilota McLaren lo ha tamponato nel diciannovesimo giro. Grande paura ieri per Gutierrez, quando la sua Haas è stata mandata fuori pista assistendo a quello che stava accadendo ad Alonso: “E’ stato spaventoso vedere l’incidente, ho visto cosa era successo dallo specchietto e sono corso da lui. Ero preoccupato, è stato un vero sollievo constatare che stava bene. Mi ero accorto di averlo dietro, ma quando ho frenato è successo tutto velocemente, inizialmente non avevo capito cosa stava succedendo. Sono felice che stiamo bene entrambi, soprattutto lui” commenta Gutierrez che davanti ad un incidente del genere non pensa alla gara di ieri. 

Nella prima gara stagionale sul circuito di Melbourne, Rosberg ha conquistato il primo posto salendo sul gradino più alto del podio. Dopo di lui Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, a confermare che Mercedes e Ferrari saranno le protagoniste assolute di questo Mondiale. Le quote dopo la prima gara cambiano in maniera evidente: il trionfo di Rosberg in questo Mondiale adesso è quotata a 3.00, mentre Hamilton resta a 1.75. Il pilota della Ferrari Vettel resta un po’ indietro ma a livello di quote siamo sul livello basso: 6.00 la quota per Vettel vincente Mondiale, mentre è alta la quota di Kimi Raikkonen a 17.00, che ieri ha dovuto abbandonare la gara per un problema tecnico. 

Nel primo Gran Premio di stagione in Australia, Nico Rosberg è arrivato primo rispetto al suo compagno di squadra in Mercedes Lewis Hamilton. Proprio il primo classificato ha svelato di aver toccato alla prima curva del Gran Premio Lewis Hamilton ma da parte di Mercedes questo è un episodio su cui sorvolare: “La prima gara non è importante – rivela Toto Wolff – non interverremo su quello che è accaduto in pista, non abbiamo intenzione di farlo” conclude Wolff che lascia ai propri piloti la piena libertà di lottare per il titolo. Per il diritto di cronaca Rosberg ha poi chiesto scusa al proprio compagno di squadra, per averlo toccato proprio nel primo giro del Gran Premio d’Australia. 

Il primo Gran Premio di Formula 1 della stagione ha visto la vittoria di Rosberg davanti ad Hamilton e Vettel ma nel corso della giornata non si è parlato d’altro se non del brutto incidente capitato ad Alonso. Il pilota McLaren durante la gara ha tamponato Gutierrez finendo così contro il muro che delimita la pista. Il pilota è rimasto illeso dallo schianto ed ha svelato di avere solo un po’ male alle ginocchia. La McLaren dovrà sostituire il motore in Bahrain perché si è rotto nello schianto e dovrà usare la seconda delle cinque unità concesse quest’anno. Ieri il suo incidente è stato il più rischioso rispetto a quello che lo aveva visto protagonista nel 2003, come confermato dallo stello pilota. “Mentre la vettura si ribalta, speri solo che tutto termini al più presto, ed invece si ha la sensazione che non si fermi più!” svela Alonso. 

Domenica 20 marzo ha preso il via la stagione di Formula 1 2016. Il Gran Premio d’Australia ha visto la vittoria di Nico Rosberg su Mercedes, che ha preceduto sul traguardo il compagno di scuderia Lewis Hamilton e il ferrarista Sebastian Vettel. Come lo scorso anno, gli appassionati di F1 hanno assistito ad una doppietta delle Frecce d’argento, ma la gara è stata molto diversa rispetto al 2015. Una Ferrari sicuramente più forte, che per i primi 17 giri ha avuto la gara saldamente in pugno, prima che l’incidente pauroso di Alonso rimescolasse tutte le carte in tavola, riabilitando di fatto sia Hamilton che Rosberg. La scuderia di Maranello recrimina per una vittoria tra le mani sfuggita via per un errore di valutazione nei momenti che hanno preceduto la bandiera rossa. In quei frangenti la mossa vincente è stata delle Mercedes, con i piloti della casa di Stoccarda che hanno montato le gomme medie, facendo sì che continuassero per tutto il resto della gara senza più fermarsi ai box per cambiare mescola. Da lì in avanti la corsa è cambiata.

La partenza è stato uno dei momenti più emozionanti. Pronti-via, e Vettel supera in scioltezza sia Rosberg che Hamilton. Altrettanto fa Raikkonen, che si porta alle spalle del compagno di scuderia. La frenata di Nico costringe Lewis a togliere il piede dall’acceleratore, ritrovandosi dopo poco in sesta posizione, alle spalle anche di Felipe Massa. Chi credeva che le due Frecce d’argento potessero agevolmente rimontare le Rosse si sono dovuti ricredere di fronte al passo incredibile di Vettel, aiutato anche dalle supersoft. Fino al 17° giro un Gran Premio perfetto per la Ferrari e tutti i tifosi italiani. Arriva quindi l’incidente spaventoso di Alonso, che tampona Gutierrez, schiantandosi poco dopo contro le barriere di protezione. La Mclaren dello spagnolo è completamente distrutta ma fortunatamente l’ex pilota Ferrari esce con le proprie gambe e illeso dall’abitacolo. Inizia la girandola delle soste ai box, con la scelta azzeccata delle Mercedes. Poco dopo il nuovo via alla gara arriva la prima nota stonata in casa Ferrari: senza alcun preavviso Kimi torna ai box. La monoposto ha un problema al motore. Il finlandese è costretto al ritiro quando era in piena corsa per un posto sul podio. 

Intorno a metà Gran Premio arriva la seconda, decisiva, svolta. Vettel rientra ai box per la terza volta. Il tedesco monta ancora una volta le soft per tentare il recupero disperato su Rosberg e Hamilton, che nel frattempo è passato in seconda posizione. L’ex campione del mondo recupera secondi su secondi, arrivando fin sugli scarichi di Lewis, senza però mai impensierire realmente il pilota della Mercedes. La speranza è che i due piloti di testa vadano in crisi con le gomme ma è Vettel a commettere un errore capitale, finendo lungo prima del rettilineo dei box. Ogni speranza di agguantare il secondo posto svanisce così.  Termina in quarta posizione Daniel Ricciardo. L’australiano si è reso protagonista di un ottimo recupero nel finale, chiudendo con le super soft e inanellando una strepitosa sequenza di giri veloci. Quinto posto per Felipe Massa. Il brasiliano ha preceduto sul traguardo la sorpresa di giornata, Grosjean, che ha condotto la sua Haas ad un incredibile sesto posto. Settimo Hulkenberg, davanti all’altra Williams di Bottas e le due Toro Rosso di Sainz e Verstappen. Le due Renaul di Palmer e Magnussen hanno terminato la gara in undicesima e dodicesima posizione. Il prossimo Gran Premio è in programma tra due settimane, domenica 3 aprile in Bahrain. Ci sarà la rivincita della Ferrari oppure assisteremo ad una nuova doppietta, seppur sofferta, della Mercedes?

 

1. Nico Rosberg (Mercedes ) 25 punti

2. Lewis Hamilton (Mercedes) 18

3. Sebastian Vettel (Ferrari) 15

4. Daniel Ricciardo (Red Bull) 12

5. Felipe Massa (Williams) 10

6. Romain Grosjean (Haas) 8

7. Nico Hulkenberg (Force India) 6

8. Valtteri Bottas (Williams) 4

9. Carlos Sainz (Toro Rosso) 2

10. Max Verstappen (Toro Rosso) 1

 

1. Mercedes 43 punti

2. Ferrari 15

3. Williams 14

4. Red Bull 12

5. Haas 8

6. Force India 6

7. Toro Rosso 3

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori