COMO-INTER (AMICHEVOLE)/ Scarpini: partita di rodaggio, per i bilanci è presto (esclusiva)

- int. Roberto Scarpini

Questa sera l’Inter scende in campo a Como per una nuova amichevole pre-campionato della squadra di Stramaccioni: ne parliamo con il direttore di Inter Channel ROBERTO SCARPINI (esclusiva).

sneijder_inter
Sneijder (infophoto)

Stasera alle 20.00, allo stadio Sinigaglia di Como, l’Inter affronterà i padroni di casa in una partita amichevole. Dopo la vittoria del Trofeo Tim, la squadra allenata da Stramaccioni avrà certamente un collaudo meno severo, contro una formazione di Prima Divisione. L’incontro con la formazione lariana dovrebbe servire a perfezionare gli schemi, migliorare l’intesa tra i giocatori e a fare esperimenti. Il calcio d’estate in effetti è così: i risultati contano poco, serve forgiare la squadra, collaudarla per gli impegni della stagione. Sneijder comunque rientrerà oggi, potrebbe giocare in attacco con Coutinho e Palacio, ma l’Inter di Stramaccioni è tutta da scoprire. Como-Inter resta comunque una tappa d’avvicinamento al calcio che conta. Per parlare di questo match abbiamo sentito Roberto Scarpini, il direttore di Inter Channel. Eccolo in questa intervista a ilsussidiario.net.

Scarpini, cosa possiamo aspettarci da questa partita?

Possiamo dire che queste partite estive servono soprattutto per entrare in forma, fare rodaggio. Così l’amichevole di stasera sarà utile per i miglioramenti da riscontrare partita dopo partita in vista delle prime sfide ufficiali. Un match non impegnativo rispetto al prossimo di sabato prossimo contro il Celtic, ma ideale per il lavoro svolto da Stramaccioni in questo periodo.

La partita potrebbe darci informazioni sul modulo tattico che Stramaccioni utilizzerà in stagione?

No, di moduli e alchimie tattiche non se ne parla adesso. Conta invece – oltre che perfezionare la condizione fisica dei giocatori – provare varie soluzioni di gioco e rendersi conto delle caratteristiche di questa squadra. Ad esempio Stramaccioni si è reso conto nei primi incontri di questa stagione della duttilità tattica dei suoi giocatori, una cosa molto positiva.

Oggi debutterà Wesley Sneijder: cosa si aspetta da lui?

Anche qui devo dire che nei primi giorni di preparazione non si può misurare la condizione fisica precisa di un giocatore come Sneijder. Naturalmente però sarà un giocatore molto importante per le ambizioni dell’Inter.

In attacco con lui dovrebbero giocare Coutinho e Palacio…

Non so ancora la formazione che il mister metterà in campo stasera e se saranno Coutinho e Palacio a giocare nel reparto offensivo, dico solo che tutti i giocatori che fanno parte della rosa dell’Inter sono di grande valore tecnico. Non si è scelti per caso per indossare una maglia così prestigiosa.

Mbaye potrebbe essere di nuovo titolare stasera: lo sarà anche durante la stagione?

L’Inter ha vinto tutto la scorsa stagione a livello giovanile e questo spiega l’importanza che la società nerazzurra dà al suo vivaio. Per Mbaye, come per ogni altro giovane, l’Inter cerca di seguire un percorso che ovviamente varia da un giocatore all’altro. C’è una politica precisa che la società persegue. Certo, il calcio dei giovani è molto diverso da quello dei “grandi”, e per far crescere e lanciare i talenti in una società come l’Inter è opportuno seguire una linea precisa.

La difesa forse desta qualche preoccupazione in più: cosa potremo vedere stasera?

L’Inter ha quattro giocatori di grande livello come Silvestre, Ranocchia, Samuel e Chivu, e potrà affidarsi – stasera e lungo tutto l’arco della stagione – a una coppia difensiva di centrali di grande valore tecnico. Ci sono poche squadre che possono permettersi una cosa simile.

Per finire, come giudica l’attività dell’Inter sul mercato finora?

Potrebbe preoccupare il fatto che Stramaccioni non abbia già a disposizione tutti i giocatori. Ma è una cosa normale, il mercato chiude il 31 agosto. Alcune operazioni di calciomercato saranno operative solo a pochi giorni dalla fine della sessione. E solo allora si potrà dare un giudizio definitivo sulla rosa dell’Inter per la prossima annata calcistica.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori