CALCIOMERCATO/ Inter, Quarto (ag. FIFA): retroscena Kiessling. Zaza? Dico che… (esclusiva)

- int. Antonio Quarto

In esclusiva a Ilsussidiario.net, l’agente FIFA Antonio Quarto ha parlato del mercato dell’Inter parlando anche di un retroscena importante che riguarda il bomber del Bayer Leverkusen.

Kiessling_R400
Kiessling (infophoto)

Può essere Simone Zaza l’attaccante che l’Inter sta cercando? “Non ancora”, dice in esclusiva a Ilsussidiario.net l’agente FIFA Antonio Quarto; a suo modo di vedere il bomber dell’Ascoli, di proprietà della Sampdoria, non è ancora pronto per il grande salto, così che la soluzione migliore sarebbe quella di lasciare il ragazzo lucano ancora a Genova, perchè si faccia le ossa in una società comunque importante e prenda consapevolezza di cosa significhi giocare in Serie A. Stesso discorso per Mauro Icardi, ormai ad un passo dal vestire il nerazzurro; un acquisto importante, ma i dubbi riguardano l’aspetto mentale, sempre secondo Quarto, perchè approdare in una grande squadra non è uno scherzo. Ad ogni modo, l’Inter guarda all’attacco come prima ipotesi di rinforzo: il nome giusto potrebbe essere quello di Stefan Kiessling, “magari ne riparleremo a giugno” dice Quarto, svelando un retroscena sul bomber del Bayer Leverkusen.

Zaza piace molto all’Inter. E’ pronto per il grande salto? Non ancora, credo che al ragazzo farebbe bene un altro anno di Serie B o al massimo una stagione nella Sampdoria. Altrimenti si rischia di bruciarlo.

L’Inter potrebbe prenderlo e lasciarlo a Genova? Sarebbe la tattica giusta, perché i nerazzurri potrebbero monitorare la situazione del giocatore che in Serie B sta facendo benissimo, ma resta un’incognita al piano superiore.

A Milano dovrebbe approdare Icardi, classe ’93… Le qualità del grande bomber ci sono, ma bisognerà capire se il ragazzo sarà forte a livello di testa. Sarà importante l’aiuto del club nerazzurro nei confronti del giovane calciatore.

Milito potrebbe tornare in Argentina. Chi consiglieresti all’Inter come erede del Principe? 

Ho saputo che Domenico Cuccarese, che ha il mandato in Italia per il bomber del Bayer Leverkusen Stefan Kiessling, ha parlato con l’Inter a gennaio prima dell’infortunio di Milito, ma i dirigenti nerazzurri cercavano un altro giocatore con un valore di mercato inferiore e presero Rocchi. Magari a giugno ne riparleranno.

Parliamo di un bomber da 20 gol a stagione… Esatto, il problema è che il suo valore di mercato aumenta e il Bayer nella prossima stagione potrebbe disputare la Champions League. A gennaio si poteva prendere per 10-15 milioni di euro, a giugno no.

L’Inter ha anche Longo e Livaja come attaccanti del futuro. Pensa bisogni puntare su di lui? I nerazzurri farebbero bene a tenere sotto osservazione i due ragazzi. Livaja potrebbe restare a Bergamo un altro anno, Longo magari potrebbe finire alla Sampdoria.

Capitolo Alvarez: dovrà essere ceduto? Il problema di noi italiani è che non abbiamo pazienza con i giocatori che arrivano dal Sudamerica. Alvarez non lo boccerei.

Kovacic sta mostrando personalità da veterano… Esatto, è un talento e c’è poco da dire, lo si vede dalla personalità con la quale chiede palla e tenta la giocata.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori