CALCIOMERCATO INTER / News, Lukaku più lontano: no al prestito. Notizie al 22 e 23 giugno (aggiornamenti in diretta)

L’Inter sembra allontanarsi da Romelo Lukaku, attaccante della nazionale belga in forza al Chelsea. Il giocatore lascerà lo Stamford Bridge ma solo a titolo definitivo: parola dell’agente

22.06.2014 - La Redazione
lukaku_chelsea
Lukaku, attaccante del Chelsea (Foto Infophoto)

Sembra difficile vedere Romelo Lukaku all’Inter dopo il calciomercato estivo. Il giovane attaccante del Chelsea, attualmente in Brasile per i Mondiali con la nazionale belga, lascerà lo Stamford Bridge ma solo a titolo definitivo. Lo ha spiegato senza troppi giri di parole l’agente per l’Italia del talentuoso calciatore, Oscar Damiani junior, intervistato dai microfoni di Sky Sport quest’oggi: «Juventus e Inter seguono Lukaku ma il Chelsea non lo cederà in prestito, il ragazzo ha ancora due anni di contratto per cui l’ipotesi prestito non è da prendere in considerazione. Parliamo di un ragazzo che in Premier ha fatto una gran stagione, ora pensa solamente ai Mondiali ed è consapevole di non aver brillato finora, ma è concentrato già per le prossime partite dove sono sicuro si rifarà». Per acquistare Lukaku bisognerà investire una cifra superiore ai 20 milioni di euro, una somma un po’ azzardata ora come ora alla luce del Mondiale sicuramente sottotono dell’ex Anderlecht.

L’allenatore dell’Inter, Walter Mazzarri, dovrebbe iniziare la prossima stagione con il contratto in scadenza. Il patron nerazzurro Erick Thohir è concentrato esclusivamente sul calciomercato in vista della ricostruzione della squadra e di conseguenza rimanderà ogni discorso relativo al tecnico toscano. I due potrebbero incontrarsi a fine mese, se il tycoon indonesiano dovesse fare un salto in Italia, o altrimenti il vis-a-vis verrà rimandato a luglio, quando si terrà la tournee americana. La sensazione circolante, però, è che il presidente interista intenda iniziare la stagione nuova senza rinnovare il contratto a Mazzarri e solo dopo alcuni mesi potrebbe presentare il prolungamento. Thohir vorrebbe infatti vedere come inizierà il campionato 2014-2015 e di conseguenza decidere se blindare l’ex Napoli alla Pinetina: in caso contrario sarebbe già pronta la soluzione Simeone.

Fra le varie priorità dell’Inter per il calciomercato estivo vi è anche quella di rinnovare la corsia sinistra. Moltissimi i calciatori sondati nelle ultime settimane dalle parti di Appiano Gentile, da Zuniga a Carlinhos passando per Criscito e Rodriguez, ma nessuno sembra convincere o comunque sembra pronto a sbarcare nella Milano nerazzurra per svariati motivi. Ausilio starebbe quindi pensando di virare sul giovane talento Bernat, classe 1993 del Valencia e della nazionale spagnola Under-21. Nella terra iberica i media sportivi sono convinti che alla fine il 21enne calciatore lascerà il Mestalla per trasferirsi altrove alla luce del contratto in scadenza fra un anno, al 30 giugno del 2015. L’entourage dello stesso non ha ancora incontrato la nuova dirigenza per parlare del rinnovo e più passa il tempo e più c’è il rischio che Bernat svesti la casacca dei Pipistrelli. L’Inter lo segue ormai da mesi, così come il Milan, il Napoli e la Juventus. L’operazione dovrebbe costare sui 5 milioni di euro: una cifra rischiabile vista la giovane età dello stesso e le qualità indubbie.

Erick Thohir non cederà i giovani talenti dell’Inter durante il calciomercato estivo. Senza troppi giri di parole il patron nerazzurro lo ha confessato in una recente intervista, ospite d’onore della tv indonesiana TvOne: «Troppo spesso – le parole del tycoon asiatico – in passato, l’Inter si è lasciata sfuggire giovani di prospettiva. Ora questo dobbiamo limitarlo». Dichiarazioni che sembrano sposarsi in pieno con i rumors che vogliono il Real Madrid sulle tracce di Mateo Kovacic: per il nazionale croato è stata presentata un’offerta da 20/25 milioni di euro ma in corso Vittorio Emanuele sono pronti a fare le barricate pur di trattenere l’ex Dinamo Zagabria ad Appiano Gentile.

L’allenatore dell’Inter, Walter Mazzarri, non vuole troppe scommesse durante il calciomercato estivo pronto a decollare. Ecco perché, come sottolineato stamane da La Gazzetta dello Sport, dopo Yann M’Vila il club meneghino potrebbe depennare i vari nomi circolanti in queste ore negli ambienti nerazzurri. Il 24enne francese in forza al Rubin Kazan è già considerato un “azzardo” per il tecnico toscano, visto che, dopo il passato fra le fila del Rennes e la nazionale francese, lo stesso si è un po’ perso per strada. L’operazione sembra comunque destinata a concludersi nel giro di poche ore, forse 24/48, e indipendentemente dallo sbarco in Russia di Taider: nei dettagli, prestito con diritto di riscatto fissato a 8 milioni di euro. Dicevamo dei vari Mbia, Casemiro e Brozovic, tutti giocatori “scovati” da Ausilio ma che per un motivo o per l’altro non sembrano convincere appieno Mazzarri. C’è in realtà un giocatore che farebbe felice l’ex Napoli e precisamente Behrami. L’allenatore nerazzurro conosce lo svizzero come le sue tasche, ha molta esperienza in Italia quanto a livello internazionale, e sarebbe perfetto in mezzo al campo. Lo stesso rossocrociato ha già detto sì all’Inter ma manca l’intesa con i partenopei, che continuano a chiedere una decina di milioni di euro a fronte di un’offerta nerazzurra da circa la metà.

Futuro ancora per quest’anno lontano dall’Inter per Samuele Longo e Lorenzo Crisetig. i due giovani, riscattati dalle rispettive comproprietà e prestiti, non sono ancora pronti per essere integrati nella rosa nerazzurra, ma non saranno ceduti a titolo definitivo perchè la società li considera giocatori di sicuro avvenire e potenzialmente in grado di esplodere. Per entrambi c’è la corte spietata del Bologna, ma anche l’interesse di Cagliari (per Longo) e del Chievo (per Crisetig). Tutto starà nel decidere se per il loro percorso formativo sia meglio cimentarsi con il campionato cadetto o con la massima serie (ma con meno partite a disposizione). Questi dubbi saranno però sciolti senza particolare fretta.

Clarence Seedorf potrebbe tornare all’Inter. Clamorosa indiscrezione di mercato, forse trapelata più come spauracchio che come ipotesi reale, sta facendo impazzire in queste ore gli operatori e i tifosi della squadra nerazzurra. Così, dopo Leonardo, e all’epoca nessuno la prese bene, anche Clarence Seedorf potrebbe finire ad allenare l’Inter se l’avventura di Mazzarri dovesse interrompersi bruscamente il prossimo anno. Per adesso niente di ufficiale, è ovvio, ma la previsione di Barbara Berlusconi “al Milan Clarence ha fatto bene ed è arrivato in un momento complicato, gli auguro la miglire fortuna e credo che farà bene nelle squadre in cui andrà ad allenare”. Secondo le fonti citate da alcuni quotidiani, il contatto tra l’Inter e il giocatore-allenatore sarebbe già avvenuto. Qualcosa di più di un sondaggio, ai limiti della promessa: se Mazzarri salta, porte aperte.

Francesco Bardi è uno dei portieri più interessanti del panorama nazionale, titolare dei pali dell’Under 21 azzurra. Quest’anno il portierino ha giocato con la maglia del Livorno, ma non tornerà subito all’Inter perchè deve giocare. Bardi ha parlato ai microfoni di Tuttosport confermando che: “Per me l’Inter è un orgoglio, un grande club. Credo di essere in ottime mani e so che loro faranno la scelta migliore per farmi crescere ancora, come con gli altri giovani come Mbaye, Bianchetti e Crisetig. Il mio obiettivo però è giocare e l’Inter lo sa. Per questo sono tranquillo. Chievo? Non escludo nulla, Italia o estero vanno bene, l’importante è avere la possibilità di migliorare”.liorare. Sono convinto che l’Inter, per interesse comune, saprà indirizzarmi verso il club adatto. Ho sentito a volte le parole di Thohir o Ausilio sul sottoscritto, mi hanno fatto piacere”. Bardi ha parlato di futuro e punta a diventare il portiere dell’Inter, anche se non ha fretta, perchè: “Il mio sogno è l’Inter, ma non mi do scadenze. Sono giovane e ho tanti anni di carriera davanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori