CALCIOMERCATO INTER / News, Cerci, Botta e Benassi: intrecci col Toro. Notizie al 24 e 25 giugno (aggiornamenti in diretta)

L’Inter dovrebbe incontrare oggi il Torino per discutere di calciomercato. Diversi i nomi in ballo a cominciare da Alessio Cerci, una delle prime scelte di Mazzarri per rinforzare l’attacco

24.06.2014 - La Redazione
cerci_braccia
Alessio Cerci ai tempi del Torino (Infophoto)

L’Inter incontrerà oggi il Torino per discutere di alcuni argomenti di calciomercato. Sul tavolo vi sono in particolare i nomi di Marco Benassi e di Ruben Botta. Il primo dovrebbe essere girato dai nerazzurri ai granata con la formula del prestito con diritto di riscatto, mentre Botta potrebbe essere utilizzato dal dt Piero Ausilio come pedina di scambio per arrivare ad Alessio Cerci. L’esterno d’attacco della nazionale italiana, come sottolineavamo già nella giornata di ieri, è uno degli obiettivi principali di Walter Mazzarri per rinforzare l’attacco, e il club di corso Vittorio Emanuele vorrebbe approfittare dell’incontro odierno proprio per discutere del futuro dell’esterno di Velletri. Cairo si dice disposto a cederlo ma solo in cambio di un assegno superiore ai 15 milioni di euro: sulle sue tracce vi sono anche Roma, Milan e Juventus.

Fra i reparti che l’Inter rinnoverà durante il calciomercato estivo vi è senza dubbio anche quello d’attacco. Dopo l’addio di Diego Milito e in attesa di capire se Mauro Icardi rimarrà ancora ad Appiano Gentile, il dt Ausilio lavora a diverse piste, a cominciare da quella riguardante Stevan Jovetic. L’operazione è molto complessa per un motivo meramente economico, visto che il City ha investito non meno di 12 mesi fa circa 30 milioni di euro per assicurarsi il nazionale montenegrino dalla Fiorentina. L’Inter potrebbe però disporre di un tesoretto a fine agosto derivante dalle varie cessioni di Guarin, Alvarez, Kuzmanovic e magari Handanovic, e di conseguenza potrebbe tentare un assalto decisivo proprio nelle battute conclusive del calciomercato estivo. Altro nome caldo è quello di Pablo Daniel Osvaldo, attaccante ormai giunto agli sgoccioli della sua esperienza in prestito alla Juventus. Un collaboratore dell’agente dell’italo-argentino avrebbe incontrato l’Inter negli scorsi giorni e non è da escludere un’accelerata nelle prossime ore.

Torna di moda il nome di Mario Suarez in casa Inter. Il club nerazzurro vuole assicurarsi due centrocampisti durante il calciomercato estivo e in attesa che si chiuda la pratica relativa a Yann M’Vila, il dt Ausilio è tornato sulle tracce di Mario Suarez, calciatore spagnolo dell’Atletico Madrid che la scorsa stagione ha visto poco il campo. L’idea del club di corso Vittorio Emanuele è quella di portare a termine uno scambio alla pari con Guarin ma per ora i Colchoneros avrebbero risposto in maniera un po’ freddina preferendo per Suarez solo cash, circa 10 milioni di euro. Nel frattempo non si perdono di vista i vari Mbia, Behrami, Sandro e Casemiro, ma ora come ora, al di la di M’Vila, il nome più caldo è proprio quello di Suarez. Intanto su Guarin c’è anche la Juventus che però si è sentita richiedere solo soldi, fra i 15 e i 18 milioni di euro e niente contropartite tecniche. L’offerta di Marotta, che segue con interesse il nazionale colombiano così come Conte, è pari a 12 milioni di euro con l’inserimento di Sebastian Giovinco nell’operazione, giocatore gradito a Mazzarri: per ora è un no, ma le vie del calciomercato, come ben si sa, sono infinte…

Sembra finalmente sbloccarsi la trattativa di calciomercato di casa Inter targata Yann M’Vila. Il centrocampista francese del Rubin Kazan, con un passato fra le fila del Rennes, sembrerebbe ad un passo dal vestire la casacca del club nerazzurro. Come sottolineato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, Saphir Taider, centrocampista dell’Inter, pare essersi finalmente deciso a dire sì al club russo e di conseguenza il 24enne transalpino ha finalmente il lasciapassare per sbarcare ad Appiano Gentile. Il franco-algerino di casa Inter sta discutendo gli ultimi dettagli sull’ingaggio poi a quel punto il trasferimento diverrà ufficiale. La formula che verrà utilizzata sarà uno scambio di prestiti onerosi con il club di corso Vittorio Emanuele che vanterà un diritto di riscatto su M’Vila pari a 8/9 milioni di euro: sono ore frenetiche, la fumata bianca è vicina.

Mai casuale, sempre interessante sentire le parole di Javier Zanetti. L’ex capitano dell’Inter ha parlato ai microfoni della Gazzetta delo Sport e l’ha fatto da neo-dirigente nerazzurro: “In questi mondiali mi è piaciuto molto Origi del Lilla, punta agile e potente. Bene anche tutto il Belgio che è pieno di talenti e sarà la sorpresa. Nell’Argentina ho visto molto bene Marcos Rojo, bravo e fisicamente tosto“. Le parole di Javier alimentano quindi le voci che vedono l’Inter vicina a Divock Origi. L’attaccante è andato a segno nell’ultima partita della sua nazionale, dimostrando le caratteristiche che l’hanno posto all’attenzione del calcio europeo. Javier Zanetti ha poi continuato sul suo futuro da dirigente: “Sarà un mondo nuovo e magari commetterò degli errori all’inizio. Imparerò strada facendo. I tifosi interisti sappiano che la mia filosofia comunque resterà la stessa di quando giocavo: rendermi utile alla squadra“.

Stevan Jovetic continua ad essere il protagonista delle voci di calciomercato di casa Inter. Nonostante le recenti dichiarazioni dello stesso Jo-Jo (“Voglio restare al City”), la società di corso Vittorio Emanuele non perde di vista l’ex Fiorentina. Stando a quanto svelato dal Corriere della Sera il club meneghino avrebbe predisposto una strategia divisa in tre step distinti per provare a riportare in Italia la stella montenegrina. Il primo passo sarebbe quello di convincere lo stesso Jovetic a trasferirsi ad Appiano Gentile e a riguardo non sembrerebbero esserci problemi visto che l’ex Viola viene da una stagione disastrosa con prospettive future non certo esaltanti visti gli arrivi in massa previsti all’Etihad Stadium. Bisognerà poi convincere la società britannica a cedere il giocatore in prestito e su questo ci stanno lavorando i dirigenti meneghini, facendo leva sul fatto che Jovetic, con un altro anno in panca, si deprezzerebbe moltissimo e l’investimento risulterebbe fallimentare. Infine, dal punto di vista del contratto, non sembrano esserci problemi, visto che l’attaccante dell’est Europa chiede 3,5 milioni di euro netti annui, una cifra a cui Thohir ha detto sì.

Torna ad animare le cronache di calciomercato Inter l’esterno d’attacco della nazionale portoghese, Nani. Il Diavolo Rosso dovrebbe lasciare Manchester nelle prossime settimane, e stando a quanto svelato dal tabloid inglese, Daily Star, i nerazzurri avrebbero pronta un’offerta da 12 milioni di sterline, meno di 15 milioni di euro, per assicurarsi l’asso lusitano. Un’operazione spalleggiata da Walter Mazzarri ed in particolare dal patron Erick Thohir, che ha un debole per i calciatori che militano in Premier League, il campionato più seguito nella sua Indonesia. L’Inter dovrà però fronteggiare un’agguerrita concorrenza capitanata dalla Juventus, società che continua a seguire l’ex Sporting Lisbona, giocatore utile per rafforzare l’esterno d’attacco in vista del 4-3-3 che intende attuare con continuità Antonio Conte.

Secondo le news di calciomercato riportate da SkySport Valon Behrami è più lontano dall’Inter. Per l’acquisto del centrocampista svizzero i nerazzurri hanno proposto al Napoli uno scambio con Saphir Taider o Zdravko Kuzmanovic come contropartita tecnica; ma la società partenopea vorrebbe incassare soldi, almeno 6-7 milioni di euro. Probabilmente l’Inter farà un altro tentativo ma al momento le parti sono distanti.

Uno dei tanti giovani di proprietà dell’Inter e dal futuro ancora indeciso è Ibrahima Mabye. Il terzino senegalese classe 1994 ha assaggiato la Serie A nell’ultima stagione, in cui ha giocato in prestito a Livorno con buoni risultati perlomeno dal punto di vista personale. Di recente si è parlato del suo possibile coinvolgimento nell’affare Biabiany con il Parma: anche di questo ha parlato il suo procuratore Giuseppe Accardi, nell’intervista rilasciata a ilsussidiario.net. Clicca qui per leggerla integralmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori