CALCIOMERCATO INTER / News, Rabiot: Ausilio non molla la presa. Notizie al 3 e 4 luglio 2014 (aggiornamenti in diretta)

E’ bagarre fra Inter e Roma per il giovane talento francese Adrien Rabiot, 19enne centrocampista del Paris Saint Germain: i giallorossi sembrano in vantaggio ma Ausilio non molla la presa

03.07.2014 - La Redazione
Inter_Catania_2_0
Foto Infophoto

Adrien Rabiot sta animando in queste ore le cronache di calciomercato di casa Inter e non solo. Per il 19enne centrocampista del Paris Saint Germain è infatti di scena una bagarre fra diverse big della Serie A, ed oltre alla compagine nerazzurra sul giovane transalpino vi sono in pressing anche la Roma e la Juventus. Secondo il Corriere della Sport i giallorossi avrebbero praticamente chiuso la trattativa, ma la redazione di Sky Sport dipinge un quadro della situazione quasi opposto. Stando a quanto riportato dalla tv satellitare l’Inter ha già raggiunto l’intesa con il PSG per il trasferimento di Rabiot e anche il diretto interessato starebbe meditando con attenzione sulla meta meneghina, tenendo conto del fatto che ad Appiano Gentile troverebbe sicuramente meno concorrenza a centrocampo rispetto alla Roma e soprattutto alla Juventus.

Il prossimo colpo del calciomercato estivo dell’Inter potrebbe essere Davide Astori. Ieri c’è stato il tanto annunciato incontro fra la società di corso Vittorio Emanuele e il Cagliari nel quale il club meneghino ha girato ai sardi i giovani Simone Benedetti, difensore centrale, Samuele Longo, ex attaccante del Rayo Vallecano, e infine Lorenzo Crisetig, reduce da un’ottima stagione in Serie B fra le fila del Crotone. Tre “favori” che l’Inter spera vengano contraccambiati dal difensore centrale di cui sopra. Viste le difficoltà riscontrate nel riscatto di Rolando, e il probabile addio di Campagnaro, oltre all’attesa per il rinnovo del contratto di Ranocchia, il dt Ausilio starebbe correndo ai ripari, bloccando Astori: il difensore ex Milan ha già dato il suo assenso al trasferimento ed ora si attende la replica del Cagliari.

E’ il giorno di Vidic in casa Inter. Oggi verrà presentato il primo (e fino ad ora unico) colpo di questo calciomercato estivo dei nerazzurri. Il difensore centrale ex Manchester United ha raggiunto l’accordo ormai mesi or sono con il club meneghino, approfittando del contratto con i Red Devils scaduto lo scorso 30 giugno. C’è però un problema che sta nascendo in seno alla dirigenza di corso Vittorio Emanuele, quello relativo alla fascia da capitano. Erick Thohir avrebbe promesso al neo-acquisto di indossare la nota “C” sul braccio come stima nei suoi confronti, e il tecnico Walter Mazzarri ha avvallato tale scelta. Peccato però che sembra pensarla diversamente il dt Piero Ausilio, che invece sponsorizza (al pari del vice-presidente Zanetti), la candidatura di Ranocchia. Tale intoppo potrebbe creare un caso di mercato visto che, non va dimenticato, il centrale nerazzurro non ha ancora prolungato il proprio contratto in scadenza nel . Ausilio non può permettersi di perdere l’ex Genoa, alla luce dei mal di pancia di Campagnaro e delle difficoltà nel riscatto di Rolando: Antonio Conte è in agguato.

L’Inter e il Cagliari si sono incontrati, nello specifico a colloquio erano Ausilio e Marrocu. Si sono affrontati vari argomenti e non si è quindi solo parlato di  Victor Ibarbo. Secondo FcInterNews.it i nerazzurri avrebbero posto le basi con il club sardo per il trasferimento in Sardegna di Samuele Longo. Questi è un attaccante classe 1992 di cui si parla un gran bene. Con l’Inter è arrivato anche il debutto in Serie A, anche se il ragazzo è riuscito a giocare con continuità solo in Liga tra Espanyol e Rayo Vallecano. I nerazzurri ci puntano molto, quindi vorrebbero lasciarlo partire ma solo in prestito. Inter e Cagliari hanno comunque tra le altre cose parlato anche di Crisetig e Botta.

L’Inter manda a giocare i suoi giovani e lo fa dopo aver trovato un accordo di partnership col Prato. Sono state ufficializzate le cessioni a titolo temporeaneo di Gianmarco Gabbianelli, Andrea Romanò, Adama Fofana e Ibukun Roberto Ogunseye. Gabbianelli è un centrocampista classe 1994 abile a giocare in cabina di regia, ma che ha già fatto anche il trequartista e la mezzala destra. Romanò è un mediano del 1993 con già buona esperienza alle spalle. Fofana è quello meno giovane, essendo un classe 1989, ma è anche quello con più esperienze avendo già giocato in Grecia e Lituania. Ogunseye è invece il più giovane, classe 1995, è una punta dalla grande forza fisica molto abile sotto porta.

Casemiro all’Inter è un’operazione che con grande probabilità verrà portata a termine durante il calciomercato estivo. Il club nerazzurro intende innestare il reparto di mezzo con almeno due elementi, e dopo l’arrivo ormai prossimo di Yann M’Vila, il secondo sbarco alla Pinetina potrebbe essere quello del giovane talento brasiliano del Real Madrid. Un’operazione che non sembra una semplice boutade, come confermato anche da Joseph Lee, l’agente del talento verdeoro, interpellato dai microfoni di Tuttomercatoweb: «C’è la volontà da parte dell’Inter di fare affidamento sul mio assistito. Adesso i nerazzurri dovranno fare in modo di accontentare le richieste del Real Madrid. Un accordo fra giocatore e squadra? Non sarà difficile trovarlo, ma servirà prima quello tra i due club. A Casemiro piacerebbe giocare nell’Inter, lo considera un grande club. Ma ripeto che al momento serve che i due club trovino la strada giusta per il trasferimento. Non ho mai parlato direttamente con il Napoli, solo con un intermediario del club». Il trasferimento di Casemiro all’Inter sembrerebbe fattibile con la formula del prestito con un diritto di riscatto che dovrebbe aggirarsi attorno ai 5/6 milioni di euro. Prima il Real Madrid dovrà però chiudere la pratica Kroos col Bayern Monaco poi il giovane brasiliano avrà il via libera.

L’Inter continua a sfoltire la rosa approfittando del calciomercato estivo. Il nome in uscita è quello di Zdravko Kuzmanovic, che nelle ultime ore si è avvicinato moltissimo al Siviglia, e l’operazione sembra realmente fattibile. In corso Vittorio Emanuele puntano a cedere Saphir Taider, che potrebbe rientrare nell’operazione con il Rubin Kazan per Yann M’Vila, anche se lo stesso franco-algerino preferirebbe la Lazio. Attenzione anche a Rolando, che ha già lasciato i nerazzurri dallo scorso 1 luglio, dopo che è scaduto il prestito. L’Inter punta a riscattare il nazionale portoghese versando non più di 4 milioni di euro, ma le notizie che giungono dalla terra lusitana non sono positive. Sembra infatti che il tecnico del Porto, Julen Lopetegui, stia spingendo affinché il difensore rimanga allo stadio Dragao in vista della prossima stagione. A conferma di ciò anche le parole di Pinto Da Costa, il presidente del Porto, che al canale ufficiale della squadra lusitana ha ammesso: «Da molto tempo ero determinato a far restare Rolando qui con noi, e oltretutto nessuno dall’Inter è mai venuto qui a parlare direttamente del giocatore. Tutti i giorni ho sentito dire che l’Inter era qui per negoziare il suo riscatto, ma oggi, contrariamente a tutte le notizie false circa la sua partenza, Rolando è qui per restare e per allenarsi».

Bisognerà aspettare ancora un po’ affinché il colpo di calciomercato di casa Inter targato M’Vila diventi ufficiale. Il centrocampista francese ha l’accordo da tempo con il club di corso Vittorio Emanuele ma manca l’intesa definitiva fra società. A riprova di ciò, le recenti dichiarazioni rilasciate da Ayrat Garayev, il direttore generale del Rubin Kazan, che ha spiegato: «Penso che sia prematuro parlare di una partenza di M’Vila, almeno per il momento non è così. Quei giocatori che si è detto siano partiti dal Rubin non sono impiegati presso altre squadre; sia lui che Roman Eremenko sono ancora di proprietà del Rubin Kazan». Garayev conferma anche la volontà dell’ex Rennes di avvicinarsi verso casa: «Per noi è un peccato sapere che lui voglia andare a giocare in Europa, essendo uno dei nostri giocatori chiave. Ma se vorrà cambiare aria, non possiamo certo forzarlo a rimanere qui, non sarebbe una cosa corretta. Se l’affare andrà in porto, M’Vila giocherà nell’Inter, se no rimarrà qui». A complicare la situazione sarebbe Saphir Taider, che ha rifiutato la proposta del Rubin, voglioso di rimettersi in gioco all’Inter o tutt’al più di attendere una chiamata dalla Lazio. Vanno infine registrate le parole dell’agente italiano di M’Vila, Fabrizio Ferrari, che ha confermato i passi avanti a rilento nella trattativa: «Si chiuderà a breve? No, purtroppo è una trattativa lunga».

Notizia a sorpresa per il calciomercato di casa Inter: il club nerazzurro ha trovato l’accordo per il giovane centrocampista del Paris Saint Germain, Adrien Rabiot. Come svelato da Gianluca Di Marzio, collega di Sky Sport, nelle scorse ore la società di corso Vittorio Emanuele ha raggiunto l’intesa con i parigini, ma l’operazione è tutt’altro che chiusa. Sul talento 19enne vi è in pressing da diverse settimane la Juventus, che rispetto all’Inter avrebbe già raggiunto l’accordo con il giocatore, curato dalla mamma Veronique. Alla finestra c’è anche la Roma, che nella giornata di ieri ha mandato un proprio intermediario in Francia per trattare direttamente con il calciatore francese. Rabiot è in scadenza nel 2015 e può giocare nel ruolo di mediano, centrocampista centrale e interno di sinistra.

L’Inter cerca da diverso tempo l’esterno d’attacco del Cagliari, ora ai Mondiali con la Colombia, Victor Ibarbo. L’attaccante piace anche alla Juventus, che ha provato anche ad avanzare una buona offerta. Le ultime però ci dicono che, oltre a un inserimento del Napoli, ci potremmo aspettare anche altre novità. Ibarbo potrebbe rimanere in Sardegna su precisa indicazione del tecnico boemo Zdenek Zeman, arrivato da poco in rossoblu. Ibarbo è un giocatore duttile che può giocare sia da punta centrale, che da esterno in un attacco a tre. Per lui il grande salto potrebbe essere anche rimandato almeno di una stagione.

A Milano si parla molto di calciomercato e tanto ruota intorno anche a Fredy Guarin, giocatore che nel mercato di gennaio era stato ceduto alla Juventus in cambio di Mirko Vucinic prima di un clamoroso dietrofront voluto dal presidente Erick Thohir. Altro nome che pone grossi interrogativi è quello di Samir Handanovic, portiere sloveno che molti danno nella lista dei partenti. Abbiamo parlato di questo e non solo con l’agente FIFA Francesco Iovino (Clicca qui per leggere l’intervista completa). L’Inter lavora al calciomercato con grande intensità, il nome che è emerso negli ultimi giorni con insistenza è quello di Tripichio, considerato in patria il nuovo Zabaleta (Clicca qui per saperne di più).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori