JUVENTUS-MILAN/ Serena: classica dal grande fascino, è partita da tripla (esclusiva)

Tutto pronto per Juventus-Milan. Per comprendere meglio questo grande match, abbiamo sentito ALDO SERENA che ha vestito la maglia sia di Milan e Juventus, oltre che di Inter e Torino

02.10.2011 - int. Aldo Serena
Boateng_Milan_R400
Kevin Prince Boateng (Foto: ANSA)

Tutto pronto per Juventus-Milan (diretta trasmessa in tv da Sky e Mediaset alle ore 20:45 – clicca qui per il temporeale – no video). Finora sono stati 205 i confronti ufficiali, con 71 vittorie della Juventus, 70 pareggi, 64 successi Milan. 286 gol della Juventus, 278 del Milan. In campionato sono state giocate 152 partite, con 52 successi, della Juventus, 53 pareggi, 47 successi del Milan. 209 gol della Juventus, 205 del Milan. L’ultima vittoria della Juventus a Torino contro il Milan risale al 14 febbraio 2008 per 4-2. L’ultimo pareggio tra le due squadre a Torino è del 12 marzo 2006 per 0-0. L’ultima vittoria rossonera a Torino del 5 marzo 2011 per 1-0. Una partita quindi di forte emozioni che stasera vedrà contrapposte due possibili antagoniste per lo scudetto di questa stagione. Per comprendere meglio questo grande match, abbiamo sentito Aldo Serena che ha vestito la maglia sia di Milan e Juventus, oltre che di Inter e Torino. Eccolo quindi in questa intervista in esclusiva a IlSussidiario.net.

Come vede questa partita, un pronostico?

E’ una sfida classica del calcio italiano, dove l’incertezza regna sempre sovrana. Ovviamente anche in questa occasione è d’obbligo la tripla.

Si sente più il fascino di questa grande incontro a Torino o a Milano?

Da tutte e due le parti si sente l’atmosfera, il fascino di questa classicissima. Spesso è il match che decide il campionato. Adesso magari è troppo presto perché siamo a inizio stagione.

Come vede le due squadre stasera?

Il Milan oltre al recupero di Ibrahimovic, potrà contare anche su Boateng e andrà a Torino con una formazione altamente competitiva. La Juventus dal canto suo è un’ottima squadra che ha tutte le possibilità di far suo questo match.

Più forte il reparto difensivo del Milan o della Juventus?

Sicuramente quello del Milan che può contare su giocatori come Thiago Silva e Nesta

E i due reparti offensivi?

Quello del Milan può contare su un campione come Ibrahimovic, ma anche la Juventus con la presenza di giocatori come Vucinic può dire certamente la sua.

Dove si deciderà la partita?

Se la Juventus adotterà il 4-1-4-1, la squadra bianconera potrà contare sulla presenza di esterni sicuramente più forti, mentre il Milan avrà la predominanza del centrocampo. Lì potrebbe decidersi la partita.

Si sente molto la mancanza di Gianni Agnelli?

Lui è stato un grande presidente della Juventus, ma anche un punto di riferimento di tutto il calcio italiano. La sua mancanza si sente tantissimo…

Quando Silvio Berlusconi deciderà di lasciare il Milan, ci saranno i suoi figli pronti a prendere il suo testimone?

Più di una volta la famiglia Berlusconi ha dato garanzie di voler continuare a rimanere ad alti livelli per fare un Milan sempre più competitivo e vincente.

(Franco Vittadini)

I commenti dei lettori