PROBABILI FORMAZIONI/ Catania-Juventus: ultime novità (serie A, nona giornata)

Le probabili formazioni di Catania-Juventus, in programma oggi alle 12.30 per la nona giornata di serie A. Gli etnei proveranno a fermare la corsa della capolista…

28.10.2012 - La Redazione
gigi_buffon_juve_r400
Gianluigi Buffon, 37 anni (INFOPHOTO)

Esame importante per la Juventus, che fa visita ad un Catania reduce da un bell’avvio di stagione, grazie al quale gli etnei si ritrovano immediatamente alle spalle delle big. La formazione di Maran, nel ‘lunch match’ delle 12.30, proverà a fermare l’inarrestabile marcia dei Campioni d’Italia in un ‘Massimino’ che farà registrare il tutto esaurito: si preannuncia un’autentica bolgia. I bianconeri, con il successo sul Napoli di sabato scorso, hanno portato a tre le lunghezze di vantaggio proprio sui partenopei e tenuto a distanza Inter e Lazio. Tra le mura amiche, i rossazzurri si sono dimostrati in più d’una circostanza un osso duro da superare e nemmeno i ricordi dello scorso anno per ‘Madama’ risultano tanto dolci (finì solo 1-1). Gli undici punti conquistati finora fanno dormire sonni abbastanza tranquilli agli uomini di Maran, che avranno l’opportunità di giocarsi la sfida con la Juve senza nulla da perdere e la mente tutto sommato sgombra da assilli di classifica.

“Dovremo essere perfetti”, dice Rolando Maran alla vigilia. “Dobbiamo dare il meglio di noi stessi, come e più delle altre volte”. Non c’è una ricetta prestampata per battere la Juventus, ma il tecnico trentino ha fiducia: “I numeri sono eloquenti, ma noi abbiamo la voglia di andare oltre i nostri limiti e spingere come mai abbiamo fatto. Per venire a capo di questa partita bisogna essere impeccabili. Il fattore campo può aiutarci, l’aiuto dei nostri tifosi deve darci forza. Vogliamo regalare una soddsifazione alla gente”. Sulla formazione poche indicazioni, ma potrebbe cambiare qualcosa a livello di uomini e moduli: “La possibilità c’è, anche stavolta. Rolin per esempio è disponibile e sta bene, può reggere 90 minuti”

L’ex allenatore del Varese potrà contare su un undici molto vicino a quello titolare in una delle partite più attese dall’intero ambiente. Dunque, davanti ad Andujar, linea a tre formata da Rolin, Legrottaglie e Spolli; in mediana, Izco e Marchese sugli esterni, con Lodi e Almiron a cucire il gioco e Barrientos, in posizione più arretrata rispetto al solito, che avrà il compito di contrastare le principali fonti di gioco bianconere e provare a ribaltare il fronte con ficcanti inserimenti. Davanti l’azione offensiva dovrà essere alimentata dalle ‘bocche da fuoco’ made in Argentina Gomez e Bergessio.

Oltre al dodicesimo Frison (e al giovane portiere Messina), in difesa a disposizione di Maran ci saranno Alvarez, Potenza e Capuano come alternative sulle corsie esterne. A centrocampo eventuali ricambi saranno garantiti da Biagianti, Salifu e Ricchiuti, con Castro, Morimoto e Doukara pronti a subentrare a match in corso nel caso in cui ci fosse il bisogno di recuperare il risultato o far rifiatare uno degli attaccanti.

Sono cinque i calciatori che non saranno arruolabili per il big-match del ‘Massimino’. Si tratta del portiere Terracciano, dei difensori Bellusci e Augustyn, del centrocampista Sciacca e del giovane attaccante spagnolo Keko.

Angelo Alessio segue il filo conduttore delle ultime conferenze stampa: “La partita più importante è sempre quella che abbiamo davanti. Il Catania gioca bene da qualche anno, cambia sempre poco e in casa sono imbattuti avendo anche pareggiato in 10 contro il Catania: questo la dice lunga sulla loro forza”. Sull’impegno all’ora di pranzo, prima volta in stagione, ecco il pensiero del secondo di Conte: “Ci alleniamo da tutta la settimana a mangiare prima, saremo pronti. Dovremo fare la partita dall’inizio”. Considerazioni sugli uomini: Vucinic e Vidal sono recuperati, Bendtner anche, e tra i convocati torna Pepe: “Viene con noi, sta cercando la migliore condizione e ci vorrà un po’ di tempo”: Non andrà nemmeno in panchina.

Un Pogba in grande spolvero e il danese Bendtner sono le grandi novità dell’undici titolare bianconero. L’ex United, vista l’indisponibilità di Marchisio, si accomoderà nel trio centrale di centrocampo assieme a Pirlo e Vidal, mentre l’attaccante comporrà il tandem offensivo assieme a Mirko Vucinic. Per il resto, undici tipo con Buffon tra i pali; difesa a tre composta da Barzagli, Bonucci e Chiellini; Lichtsteiner e Asamoah agiranno sugli esterni, con Pirlo a dettare i tempi e Vidal pronto a garantire le due fasi.  

A disposizione di Alessio ci saranno i due portieri di riserva Storari e Rubinho, Marrone e Caceres come alternative del pacchetto arretrato; Isla, De Ceglie, Pepe e Giaccherini per la mediana; Giovinco, Matri e Quagliarella per il reparto offensivo.

Il tecnico bianconero potrà contare su tutti gli effettivi per l’insidiosa trasferta in Sicilia, eccezion fatta per gli acciaccati Marchisio e Lucio.

 

Andujar; Rolin, Legrottaglie, Spolli; Izco, Lodi, Almiron, Barrientos, Marchese; Bergessio, Gomez. All.: Maran

A disp.: Frison, Messina, Alvarez, Potenza, Capuano, Biagianti, Salifu, Ricchiuti, Morimoto, Castro, Doukara.

Squalificati: –

Indisponibili: Keko, Terracciano, Bellusci, Augustyn, Sciacca

Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Vidal, Asamoah; Bendtner, Vucinic. All.: Alessio

A disp.: Storari, Rubinho, Marrone, Caceres, Isla, De Ceglie, Pepe, Giaccherini, Giovinco, Matri, Quagliarella.

Squalificati: Conte

Indisponibili: Lucio, Marchisio

 

Arbitro: Gervasoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori