CALCIOSCOMMESSE/ Moggi: squalifica Conte? Lui persona perbene. Hanno paura della Juventus (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, intervista con Luciano Moggi che ha commentato la squalifica di Antonio Conte. L’ex dirigente della Juventus ha difeso l’attuale tecnico bianconero.

10.08.2012 - int. Luciano Moggi
conte_scommesse
Antonio Conte, coinvolto nello scandalo Calcioscommesse Cremona (Infophoto)

Sono finalmente arrivate le sentenze per quanto riguarda lo scandalo legato al Calcioscommesse. La Juventus può sorridere anche se non pienamente. I due calciatori bianconeri Leonardo Bonucci e Simone Pepe, hanno ottenuto il proscioglimento dalle accuse di Masiello che non è risultato un test attendibile. Per il primo il pm Palazzi aveva addirittura chiesto 3 anni e sei mesi mentre per l’esterno un anno di squalifica. E’ andata male ad Antonio Conte, il tecnico della Juventus ha preso 10 mesi di squalifica e quindi salterà la Supercoppa di ieri. Al suo posto dovrebbe andare Carrera, che fa parte dello staff di Conte. Anche perchè oltre al tecnico salentino sono stati squalificati il vice Alessio e anche l’ex membro dello staff Stellini. La Juventus però non molla, la società ha dichiarato di voler combattere per l’innocenza di Conte che adesso ricorrerà in altre sedi. In esclusiva a Ilsussidiario.net, Luciano Moggi, ex dirigente della Juventus, ha difeso a spada tratta Conte ma ha anche bacchettato alcune scelte della società bianconera.

Conte squalificato 10 mesi, quanto perderà la Juventus?

Non sono così sicuro che la Juventus perdi molto. Mi spiego, questa squalifica darà ulteriore carica ai giocatori che vorranno vincere la Supercoppa per dedicarla al mister.

Sorpreso dalla squalifica del tecnico salentino?

Io conosco Antonio Conte da tanti anni, lui non farebbe mai queste cose. Si metterebbe a ridere se qualcuno gli chiedesse di scommettere su una partita falsandola. Antonio Conte è una persona perbene.

Cosa dovrebbe fare adesso Conte?

Continuare a lottare così come intende fare. A Conte non solo bisognerebbe togliere la squalifica ma qualcuno dovrebbe anche chiedergli scusa. E’ uno che non vuole perdere mai, figuriamoci se lo fa falsando una partita. E comunque anche in questa sentenza ci sono delle incongruenze.

Ovvero?

Ma se Conte è stato punito perchè il Siena, società allora allenata dal tecnico salentino, non è stata punita per responsabilità oggettiva? Questo è solo un esempio di incongruenza. Certo anche i legali della Juventus hanno sbagliato.

Perchè?

La strategia del patteggiamento non ha funzionato. Perchè devo patteggiare se non ho fatto nulla? Speravano di prendere una piccola squalifica e invece hanno sbagliato a fare i conti.

La Juventus ha deciso di non lasciare solo Conte…

Sono contento anche perchè Andrea Agnelli è una persona perbene che sta lottando per la verità. Ha detto bene, si perde e si vince assieme. Se ci fosse stato lui nel 2006…

In che senso?

La società di allora decise di non difendersi. Eppure tramite le intercettazioni abbiamo dimostrato che la Juventus è stata l’unica società a non commettere nessun reato. Però la società non lottò come adesso.

Bonucci e Pepe assolti eppure avevano chiesto 3 anni per il primo e un anno per il secondo. Come è possibile?

Perchè questa non è una giustizia sportiva, è una giustizia anomala.

Molti parlano di accanimento nei confronti della Juventus…

E’ normale, la Juventus è tornata a vincere, quindi fa nuovamente paura.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori