Calciomercato Juventus/ Anzani (ag.FIFA): Vucinic e Giovinco in bilico. Se Conte parte… (esclusiva)

- int. Giovanni Anzani

GIOVANNI ANZANI, agente Fifa, commenta i temi di maggiore attualità relativi al calciomercato della Juventus, dal futuro di Conte a quelo di Vucinic e Giovinco, mentre per la difesa…

giovinco_urlo
(INFOPHOTO)

La Juventus è apparsa in ripresa domenica contro il Genoa, ma la società bianconera pensa anche al suo futuro, con molti temi di calciomercato che sono già di attualità, ad esempio la domanda se l’allenatore Antonio Conte rimarrà su questa panchina anche nella prossima stagione, la possibilità che Mirko Vucinic e Sebastian Giovinco siano in partenza visto il loro scarso utilizzo in queste settimane, il bisogno già per questa stagione (dunque a gennaio) di acquistare un difensore centrale per un reparto che non è più inespugnabile come nei due precedenti campionati. E Arturo Vidal e Gigi Buffon sono veramente incedibili, oppure tornerà d’attualità nei prossimi mesi il tema delle cessioni eccellenti per finanziare poi i colpi in entrata? Per rispondere a tutte queste domande abbiamo sentito Giovanni Anzani, agente Fifa. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Credo proprio che la Juventus punterà su un allenatore esperto, che possa sostenere la pressione della piazza.

Vucinic e Giovinco potrebbero partire? Finora hanno giocato a corrente alternata e non sono sempre riusciti a essere la spalla di Tevez. Potrebbero quindi essere ceduti, anche se sono due giocatori di grande valore tecnico.

Schar è un obiettivo difficile da raggiungere? Dipende dal prezzo e dalla politica che adotterà la società, ma in realtà non conosco fino in fondo la situazione.

Chi potrebbe arrivare al posto suo? Sicuramente ci vorrà un difensore centrale per registrare qualcosa dentro il reparto arretrato della Juventus.

Se arrivasse un offerta per Vidal, il cileno potrebbe partire? Se fosse un’offerta molto interessante, credo proprio che la Juventus non direbbe di no.

Buffon è incedibile? Attualmente in Italia ci sono pochi portieri come lui. La sua riconferma potrebbe dipendere anche dall’andamento dei Mondiali.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori