Calciomercato Juventus/ Quistelli (ag.FIFA): Mabiala-Awoniyi, sfida all’Udinese. E il nuovo Vieira… (esclusiva)

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Umberto Quistelli ha parlato del calciomercato della Juventus e in particolare di due talenti africani sul taccuino di Giuseppe Marotta

12.11.2013 - int. Umberto Quistelli
paratici_marotta
Marotta e Paratici (infophoto)

La Juventus ha deciso di puntare su un due giovani talenti africani. Il Mondiale Under 17 è stato vinto dalla Nigeria che ha messo in evidenza molti talenti seguiti dai maggiori club europei. Ma anche il Congo ha dato prova di avere dei talenti davvero interessanti. Infatti la Juventus si è fiondata su due di loro, si tratta di Samarange Biguila e Charlevy Mabiala, entrambi classe ’96. Marotta vorrebbe monitorare i due giovani. L’esperto di calcio africano, l’agente Fifa Umberto Quistelli, in esclusiva per IlSussidiario.net, ha parlato di questi due giovani talenti.

Il Mondiale Under 17 ha visto il trionfo del calcio nigeriano… Oltre alla Nigeria, che ha dominato la finale contro il Messico, ci sono state altre Nazioni che hanno messo in mostra giovani talenti di grande livello.

La Juventus ha messo nel mirino due congolesi. Il primo è Charlevy Mabiala. Che tipo di giocatore è? E’ un difensore molto forte fisicamente, ottimo nel tenere la posizione e soprattutto duttile perché può giocare sia da difensore centrale che da esterno basso difensivo. Ha ottimi piedi, un bel lancio, si può considerare un prospetto molto interessante.

Da prendere subito? Assolutamente sì, ci sono già diversi club su questo ragazzo tra cui l’immancabile Udinese.

Occhi bianconeri anche su Biguila… Attenzione perchè anche questo è un ragazzo molto interessante. Bravo tecnicamente e tatticamente, a me ricorda il primo Vieira.

Paragone importante. Già pronto per la Serie A? No, questo non ancora, però la Juventus potrebbe cederlo a qualche club di Serie B o a qualche Serie A minore europea.

Qual è il talento africano più importante? Si tratta di Taiwo Awoniyi, 16 anni, che l’Udinese ha messo nel mirino: i friulani potrebbero vincere la concorrenza e battere tutti sul tempo. E’ un attaccante nigeriano, una forza della natura ma non è la classica prima punta, svaria molto.

(Claudio Ruggieri) 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori