Calciomercato Juventus/ Gotta (GS): Kagawa, nodo tattico. La situazione-Kolarov e il rimpianto di Jovetic (esclusiva)

In esclusiva per IlSussidiario.net, Roberto Gotta, giornalista ed esperto di calcio inglese del Guerin Sportivo, ha parlato del possibile arrivo di Shinji Kagawa a Torino

21.11.2013 - int. Roberto Gotta
Kagawa_Roma
Shinji Kagawa, 24 anni (Foto Infophoto)

Sembrano esserci dei movimenti sulla linea Torino-Manchester e non solo per il solito e consueto interessamento della Juventus per Nani, stella portoghese dello United che nonostante il rinnovo del contratto non è in cima alla lista dei preferiti di Moyes. Altro giocatore che piace ai bianconeri è Shinji Kagawa, trequartista/esterno giapponese prelevato dal Borussia Dortmund che non riesce a trovare continuità con il manager scozzese. Potrebbe approdare in Italia. Per parlare di Kagawa ma anche di altri giocatori abbiamo intervistato Roberto Gotta, giornalista ed esperto di calcio inglese del Guerin Sportivo, in esclusiva per IlSussidiario.net.

Kagawa-Juventus, possibile l’arrivo del giapponese? In effetti con Moyes non solo non gioca tantissimo ma spesso e volentieri viene impiegato esterno a sinistra nel 4-4-2, non esattamente il suo ruolo preferito.

Dove giocherebbe meglio? A lui piacerebbe giocare come seconda punta dietro la prima, da centrale in un modulo 4-2-3-1, solo che a Manchester in quel ruolo c’è un certo Rooney.

Nella Juventus però potrebbe verificarsi lo stesso problema… Sì perché in quel ruolo anche la Juventus è abbastanza coperta. Tevez si muove sempre molto attorno a Llorente, ed anche i vari Quagliarella e Giovinco non si possono definire punte statiche.

I bianconeri cercano un terzino sinistro come può essere Kolarov. E’ cambiato qualcosa con Pellegrini? Non è cambiato molto in termini di presenze: Kolarov non gioca molto, qualche volta Pellegrini lo ha schierato più avanti come esterno alto. Ha il contratto in scadenza nel 2015, è normale che si facciano questi discorsi di mercato. 

A proposito di City, Jovetic è pentito di non aver scelto i bianconeri?

Forse sì visto che gioca davvero poco. 

Come mai? La sensazione è che non si sia più ripreso dall’infortunio della prima parte della scorsa stagione. Sembra mancargli ancora qualcosa in termini di esplosività fisica.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori