CALCIOMERCATO/ Juventus, ag.Iaquinta: Vincenzo al posto di Anelka? Non guardiamo indietro. Il futuro…(esclusiva)

L’agente FIFA Andrea D’Amico, procuratore di Vincenzo Iaquinta, puntualizza la situazione dell’attaccante calabrese, ancora sotto contratto con la Juventus fino al 30 giugno 2013

26.02.2013 - int. Andrea D'Amico
iaquinta_nove
(INFOPHOTO)

Che fine ha fatto Vincenzo Iaquinta? Fa ancora parte della Juventus, di quella che nei videogiochi si chiama ‘Squadra Riserve’. Iaquinta si allena da solo, in attesa che scada il suo attuale contratto con i bianconeri (succederà il 30 giugno 2013). Per motivi ignoti, e che probabilmente esulano dal calcistico stretto, Antonio Conte non lo ha mai considerato. Le ultime immagini del Iaquinta calciatore risalgono alla scorsa stagione, quando l’attaccante calabrese si trasferì in prestito al Cesena (7 presenze, 1 gol e uno stiramento di mezzo). La situazione di Iaquinta fa riflettere: nel mercato di gennaio la Juventus ha prelevato Nicolas Anelka, che sinora ha giocato solo una manciata di minuti, distribuiti nelle partite contro Chievo, Celtic e Roma. Viene da chiedersi se non era meglio puntare su Iaquinta, piuttosto che spendere soldi per il francese. Che comunque non è stato acquistato come un titolare: la sua esperienza internazionale è indubbia e potrà sicuramente tornare utile, anche e soprattutto in Champions League, ma siamo sicuri che Iaquinta non potrebbe garantire lo stesso apporto? Come Anelka, l’ex attaccante dell’Udinese, campione del mondo nel 2006, compirà 34 anni quest’anno. La sua carriera è in parabola discendente, ma le qualità tecniche restano indiscutibili (meno quelle atletiche, ma questo vale anche per Anelka). Ne abbiamo parlato in esclusiva con Andrea D’Amico, procuratore di Iaquinta. Il quale è però ha preferito non commentare: “Vincenzo al posto di Anelka? Non lo so, è un ragionamento non attuale, io guardo avanti, non indietro. In questo momento Vincenzo sta bene e continua ad allenarsi da solo. Per adesso…

non abbiamo ancora nessuna proposta in mano, aspetteremo giugno per decidere il futuro“. La Juventus sta disputando una grande stagione, Anelka è un ottimo complemento per l’attacco perché ha qualità ed esperienza; certo dispiace vedere inutilizzato un giocatore come Iaquinta, che ha dato tanto alla causa juventina (108 presenze e 40 gol) e al calcio italiano. Proprio nei giorni in cui i tifosi fischiano Giovinco e Vucinic sarebbe forse utile rivedere Iaquinta, che in campo non si è mai risparmiato.

 

(Carlo Necchi)   

I commenti dei lettori