Calciomercato Juventus/ A.Canovi (Ag. FIFA): una punta a gennaio. Muriel? No, Gilardino! (esclusiva)

- int. Alessandro Canovi

calciomercato Juventus – Si parla sempre di Verratti come erede di Pirlo, torna di moda Basta per la fascia, ma la priorità per la Juve – secondo Canovi – è l’attacco. Gilardino a gennaio?

gilardino_bolognaR400
Alberto Gilardino (Infophoto)

La Juventus inizia questa stagione con il ruolo di favorita, è arrivato il tanto agognato top player ma Conte non ha preso bene la cessione di Matri. Qualcosa in attacco si muoverà a gennaio, questo il parere di Alessandro Canovi. E’ tornato a circolare il nome di Muriel in queste settimane, ma la necessità principale è quella di trovare un’altra prima punta da alternare a Llorente. Per quanto riguarda il centrocampo, l’eslosione di Pogba fa dormire sonni tranquilli ma la pista Verratti non è sfumata definitivamente. Missione possibile per i bianconeri, stando a quanto dichiarato l’agente Fifa in esclusiva a ilsussidiario.net, al momento c’è Pirlo ma bisogna comunque pensare al futuro e l’ex Pescara a Parigi ha già dimostrato cosa sa fare.

Verratti ha tante di quelle qualità che in mezzo al campo potrebbe giocare con chiunque. Anche con Pirlo. Acquisto caro? La Juve, se c’è la decisione di prenderlo, non ha problemi. La società ha potere d’acquisto, non parliamo neppure di uno stipendio enorme, il Paris Saint-Germain ha fatto un grande investimento sul ragazzo ma comunque un centrocampista non ha le valutazioni dell’attaccante. Il problema è un altro.

Quale? Che c’è Pogba!

Potrebbe esserci il rischio di togliere spazio al francese? No, non credo proprio, chi glielo leva? (ride, ndr). E’ il più forte di tutti. Stiamo parlando di un giocatore di assoluto valore.

Per quanto riguarda le fasce, invece, si è parlato di Basta: è l’uomo giusto? Credo che per il momento sia presto per dire cosa succederà a gennaio. Un esterno servirebbe ma, secondo me, è più facile che si muova qualcosa in avanti. 

Quali sono gli scenari per l’attacco? Con la cessione di Matri e l’ambientamento di Llorente, che bisogna vedere quanto tempo impiegherà prima di abituarsi al campionato italiano, probabilmente qualcosa succederà. Quagliarella è rimasto perché è hanno ceduto Matri, sennò sarebbe partito lui.

L’ha fatto capire pure Conte, no? Non ha fatto nomi, ma il fatto è che le offerte sono arrivate per Matri, quelle per Quagliarella non erano consone al suo valore. La Juventus ha cercato la soluzione ma non è andata in porto. Comunque i bianconeri, se si muoveranno a gennaio, lo faranno sicuramente per l’attacco. 

A tal proposito, torna di moda Muriel. E’ il giocatore che manca? E’ un’altra punta punta esterna, secondo me i bianconeri andranno dritti su una prima punta. Seconde punte ce ne sono, lo è lo stesso Tevez anche se fa tanti gol.

E allora chi potrebbe essere il bomber di gennaio? L’identikit è quello di Gilardino. Poi bisogna considerare tante variabili, come gli infortuni; ma la prospettiva più verosimile è che tornino forte su Gilardino, che è pure un nazionale. E’ uno che darebbe pure il tempo per far ambientare Llorente, adesso lo spagnolo è l’unica punta vera. Anche Vucinic è un giocatore con altre caratteristiche, quindi credo che l’idea sia quella di prendere un centravanti.

(Paolo Bardelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori