CALCIOMERCATO/ Milan, il mercato al 24 novembre: la Juve in disturbo su Matri e Benzema

uno sguardo al mercato rossonero al 24 novembre 2010

24.11.2010 - La Redazione
RONALDINHO_R400

Il duello Milan-Juve non va in onda solo in vetta alla classifica, ma anche fuori dal campo: sono infatti diverse le operazioni di mercato che vedono contrapposte le due eterne rivali, in un duello fatto di schermaglie ed inserimenti decisi in affari che sembravano conclusi. Il primo punto di “scontro” porta il nome di Alessandro Matri: il bomber di Sant’Angelo Lodigiano sembrava ad una passo dal ritorno a casa in rossonero. Le cifre dell’affare si aggiravano attorno alla cifra di 5 milioni di euro più la seconda metà del difensore Gianluca Astori. Ma proprio mentre Cellino sembrava vacillare, ecco che la società bianconera ha spiazzato il Milan presentando la propria offerta per Matri. L’opinione diffusa è che Matri, se dovesse lasciare Cagliari a gennaio, preferirebbe l’ipotesi Milan, ma l’operazione di disturbo della Juventus è stata comunque vista con un certo disappunto dai vertici di via Turati.

L’altro nome caldo in casa Milan è quello di Fabio Alexandre da Silva Coentrao, 23enne calciatore portoghese che attualmente milita nel Benfica e nella Nazionale portoghese. Il calciatore ha iniziato la sua carriera da ala, anche se nel corso del tempo ha arretrato la propria posizione per giungere a giocare da terzino sinistro. Coentrao, che si era messo in evidenza anche nel corso del Mondiale sudafricano, ha uno sponsor d’eccezione: Thiago Silva, che ha sempre avuto parole d’elogio per lui. L’idea è quella di un Milan pronto a sferrare l’attacco decisivo già a gennaio per accapparrarsi il forte difensore portoghese.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO DI CALCIOMERCATO IN CASA MILAN

Sul fronte partenze è interessante riportare l’intervento, tratto dal sito calciomercatonews.com, di Maurizio Compagnoni, giornalista di Sky, a proposito del mercato dei rossoneri, ma soprattutto della situazione Ronaldinho, che sembra più vicino che mai alla partenza: “Dinho? L’anno scorso giocava sempre con Leonardo, ma bisogna ricordare che il tecnico brasiliano non aveva nè Ibrahimovic nè Robinho. L’ex Santos tra l’altro ha giocato il Mondiale proprio nel ruolo di Ronaldinho. Il contratto in scadenza e le esclusioni? Inizio a sospettare che Dinho possa partire a gennaio. Il Milan dovrà prendere una prima punta, considerando i problemi di Pato, e probabilmente anche un’alternativa a Seedorf nel ruolo di trequartista.”

 

Certo, il gol di Ronaldinho in Champions contro l’Auxerre avrà ridato carica e fiducia al brasiliano, ma è innegabile il fatto che il Milan stia sondando il terreno con il Real Madrid per il francese Karim Benzema. L’attaccante ex Lione sarebbe il sostituto ideale per Inzaghi e Pato ed il fatto che il franco-algerino reciti un ruolo da comprimario nel Real di Josè Mourinho fa ben sperare i tifosi rossoneri che credono in lui. Ma, come per Matri, c’è da battere la concorrenza della solita Juventus: a Torino hanno necessità di sostituire Amauri e l’idea Benzema è arrivata fin lì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori