CALCIOMERCATO/ Milan, clamoroso Pato: Resto qui, è casa mia

- La Redazione

Incredibile svolta nella trattativa data per chiusa: il Papero dichiara il suo amore al Milan. Ma Leonardo non perde la speranza: “Ci sono possibilità, ci stiamo ancora muovendo”.

pato_milan_r400
Pato (Foto: Infophoto)

Clamoroso a Milanello, è proprio il caso di dirlo. Forse nemmeno il più abile degli sceneggiatori avrebbe saputo mettere in piedi una trama così ricca di suspense. Quando tutto sembrava fatto, con conferme ufficiali dalla Francia e indiscrezioni sulle cifre, il trasferimento di Pato al Paris Saint-Germain si è incredibilmente bloccato. La notizia, però, è che l’accordo è saltato per volontà del calciatore, da giorni in conflitto, evidente o meno, con Allegri. Ancelotti deve così rinunciare – almeno per il momento – all’attaccante che con lui esplose giovanissimo in rossonero e con il quale ha sempre mantenuto ottimi rapporti. Quelli che il Papero non aveva con il nuovo allenatore del Milan, che al di là delle dichiarazioni di facciata ha raramente dimostrato piena fiducia nel brasiliano. Ricapitoliamo la vicenda. Nel primo pomeriggio rimbalza una voce insistente dall’agenzia transalpina France Press: Pato al PSG è cosa fatta, al Milan vanno 28 milioni più 7 di bonus. La notizia trova conferme anche dal fatto che, dall’altra parte, Adriano Galliani sembra aver trovato il bandolo della matassa Tevez, con Mancini che spinge per sbolognarlo definitivamente e la dirigenza della parte blu di Manchester pronta ad accontentarlo. Ecco però, nemmeno fosse un giallo di Agatha Christie, il colpo di scena che spariglia le carte. E’ lo stesso Papero, avvistato dai soliti sguardi lunghi in partenza da Milanello qualche ora fa – senza salutare nessuno, aggiungono – a rilasciare quella che è di fatto, a oggi, la vera bomba di mercato: “Resto al Milan, questa è la mia casa”. E aggiunge: “Oggi è un giorno felice”. Insomma, pare di vedere, tre anni dopo, la replica dell’affare Kakà. Ricorderete: la lunga trattativa con il City, la cifra monstre offerta dagli sceicchi, i tentennamenti di Galliani, il brasiliano che a Firenze lascia il campo salutando i compagni, le proteste dei tifosi sotto casa con cori e striscioni, Ricky che si commuove, i pugni sul cuore, l’affare che salta. Fino a giugno, quando il Pallone d’Oro 2007 volò alla Casa Blanca di Madrid. Bomba inesplosa quindi. E’ d’accordo anche Cesare Maldini che, intervistato in esclusiva da ilsussidiario.net, afferma di non aver mai creduto alla cessione della punta brasiliana: “Finchè non vedo i contratti firmati…”. Sulla vicenda è intervenuto anche l’agente del calciatore, Gilmar Veloz, che a Tuttomercatoweb ha dichiarato di essere sicuro, fino a metterci la faccia, che il suo assistito non si muoverà dal Milan: “Non c’è alcuna intenzione di cambiare, Pato è un giocatore del Milan e resta al Milan”. E sugli screzi con Allegri: “Lui è  un professionista serio, si limita a giocare a calcio. Tutto qui”.  

Vicenda chiusa quindi? Tutti felici, da Pato al popolo rossonero? A Parigi non la pensano allo stesso modo. “Ci stiamo muovendo, c’è stata una frenata ma le possibilità restano intatte”. Così Leonardo, che al pari di Ancelotti non ha perso la speranza di portare il Papero in rossoblù. Chissà che a breve questo pazzo calciomercato non ci regali l’ennesima sorpresa. 

 

(Claudio Franceschini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori