MILAN-PALERMO/ Mutti: attenti ai siciliani, non hanno niente da perdere…(esclusiva)

- int. Bortolo Mutti

BORTOLO MUTTI lo scorso anno ha preso in corsa il Palermo e l’ha guidato alla salvezza. In questa intervista esclusiva analizza i temi principali della partita di San Siro contro il Milan.

MilanPalermo
Un'immagine di un precedente tra le due squadre (Infophoto)

Riuscirà il Milan a dimenticare la sconfitta di Champions League con il Barcellona? L’eliminazione dalla massima competizione europea potrebbe avere lasciato qualche conseguenza sulla formazione diretta da Massimiliano Allegri; il 4-0 del Camp Nou è un risultato che non si dimentica facilmente. C’ è da dire però che il Milan in campionato sta andando molto bene e dopo un inizio disastroso è al terzo posto con 51 punti, con una qualificazione sempre più probabile alla prossima Champions League. L’incontro con il Palermo, ultimo a 21 punti insieme al Pescara, potrebbe essere quindi più che una formalità. Tanto più che tornerà Mario Balotelli, un giocatore che è sicuramente mancato in Europa (insieme a Pazzini). La formazione rosanero verrà però a San Siro a giocarsi il tutto per tutto, pronta a fare la partita della vita, a fare l’impresa. Incontro quindi che potrebbe essere più incerto del previsto, magari con tanti gol e tanto spettacolo. Per parlare di Milan-Palermo abbiamo sentito Bortolo Mutti, che la scorsa stagione salvò la formazione siciliana dalla retrocessione. Eccolo in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Milan-Palermo, partita scontata? Direi di no, nel calcio non c’è niente di scontato. Ogni partita è una cosa a sé e così sarà anche Milan-Palermo.

I rossoneri potrebbero sentire l’effetto dell’eliminazione dalla Champions League? Senza dubbio potrebbero avere ancora qualche scoria residua da questa partita, sentire l’effetto di un incontro che non è finito bene. Bisogna però anche dire che questa squadra dopo un inizio molto negativo in campionato sta giocando molto bene ed è in una posizione molto buona di classifica.

Tornerà Balotelli: quanto è mancato col Barcellona? E’ mancato molto, come è mancato Pazzini. Potevano essere dei punti di riferimento per l’attacco rossonero, potevano dare profondità alla squadra, essere dei giocatori molto importanti per il reparto offensivo.

Questa squadra ha bisogno di altri acquisti per puntare in alto? E’ una buona squadra, piena di giovani, ma indubbiamente se vorrà cercare di lottare per i vertici dovrà fare qualche acquisto specie nel reparto difensivo, dove ci sono diverse lacune.

Al Palermo servirà un’impresa, sarà possibile? Perchè no? Tutto può essere possibile, in fondo nelle condizioni di classifica in cui si trova il Palermo potrebbe veramente fare l’impresa: non avendo da perdere potrebbe disputare una grande partita.

Serviva davvero un altro cambio di allenatore? 

Credo che sia stata la scelta più giusta ricominciare da Sannino, il primo allenatore di questa stagione. Magari anche per proseguire un progetto che se finisse male potrebbe continuare in serie B, per un’immediata risalita della squadra rosanero.

Perchè Zamparini non ha richiamato lei, che aveva salvato il Palermo la scorsa stagione? Questo non lo so sinceramente, bisognerebbe chiederlo a lui. In effetti avevo fatto cose buone al Palermo, aiutandolo a salvarsi dalla retrocessione lo scorso campionato.

Come si spiega questa crisi? Anche i big non giocano bene… Questa è un’altra cosa a cui non trovo risposta. Secondo me la cosa migliore era insistere, continuare a far giocare assieme insieme Miccoli, Budan e Ilicic.

Il suo pronostico? Non credo che sia in effetti una partita così scontata e il Milan dovrà stare molto attento, perchè il Palermo potrebbe essere in grado di fare una grande partita, dare del filo da torcere alla squadra rossonera.

Quando vedremo Bortolo Mutti di nuovo in panchina? Per ora non mi ha chiamato ancora nessuno. Sono in attesa.

 

(Franco Vittadini)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori