Siena-Milan / Lodetti: solo vincere, ma le voci su Allegri non fanno bene (esclusiva)

- int. Giovanni Lodetti

GIOVANNI LODETTI ci presenta Siena-Milan, partita della trentottesima giornata di serie A che per i rossoneri sarà decisiva per la qualificazione in Champions League

abbiati_uscita_desciglio
Infophoto

Ultima partita di campionato col Milan impegnato a cercare la qualificazione in Champions League a Siena. I rossoneri dovranno assolutamente vincere contro una formazione già retrocessa, per evitare clamorose sorprese con la Fiorentina impegnata a Pescara in un incontro sulla carta ancora più facile. Non basterebbe infatti un pareggio alla formazione allenata da Massimiliano Allegri in caso di successo dei viola, perché la squadra di Montella è in vantaggio nei confronti diretti. Non dovrebbero esserci problemi per il Milan, ma nel calcio può succedere di tutto. La formazione allenata da Iachini vorrà lasciare un buon ricordo ai suoi tifosi, con una vittoria su una big nel commiato dal massimo campionato. In ogni caso la differenza tecnica tra le due formazioni è notevole, e il Milan è favorito. Inoltre il Siena ha vinto solo uno dei 17 precedenti di serie A contro il Milan, con due pareggi e 14 successi rossoneri. Per parlare di Siena-Milan abbiamo sentito Giovanni Lodetti. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Siena-Milan, un solo risultato per i rossoneri? E’ così, non ci saranno alternative a Siena: bisognerà andare a vincere per guadagnare questa qualificazione alla Champions League tanto importante.

Il Siena avrà motivazioni per questa partita? Come tutte le squadre che giocano a calcio, non vorrà scendere in campo per perdere. Vorrà fare una buona partita e ottenere un buon risultato.

I rossoneri stanno patendo un calo atletico nelle ultime partite? No, non direi. Il Milan ha disputato delle buone partite col Catania, il Pescara e anche con la Roma. Si deve dire che in campo ci sono anche gli avversari, non solo la squadra rossonera.

La voce di Allegri già alla Roma potrebbe influenzare negativamente l’ambiente rossonero? Questa è una voce che gira dall’inizio del campionato e certo non fa bene all’ambiente. In un certo senso condiziona un po’ tutti, non è una cosa certamente positiva.
Balotelli sarà l’uomo decisivo di questa partita? E’ quello che mi auguro, spero possa accadere veramente in modo che sia lui come al solito il match-winner dell’incontro.
O ci sarà finalmente il ritorno di El Shaarawy al gol?

El Shaaraawy sta giocando bene da alcune settimane, ma non riesce a segnare. Speriamo che si sblocchi e torni ad essere il goleador di sempre.

Chi ci sarà da temere nel Siena? L’ambiente caldo, non credo ci siano infatti giocatori forti sul piano tecnico in modo particolare. Non sarà tanto l’avversione del Siena verso il Milan, quanto la voglia di questa squadra di chiudere bene il campionato. Un campionato in cui forse si sarebbe potuto salvare se non fosse partito con quei 6 punti di penalizzazione.
Il suo pronostico? Il Milan dovrà vincere a tutti i costi. Non vedo altri risultati per la squadra rossonera.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori