Calciomercato Milan/ News, Srna racconta: Fui vicinissimo ai rossoneri Notizie all’11 novembre 2014 (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Milan, Dario Srna racconta di quando fu vicinissimo nel giocare nel Milan nel 2000 quando fu notato da Franco Baresi al Torneo di Viareggio. Gestiva la maglia dell'Hajduk.

costa_niang Niang, attaccante Milan (Infophoto)

Il capitano dello Shaktar e della Nazionale croata Dario Srna non è uno che passa inosservato, giocatore di grande passo sulla corsia ma soprattutto di carisma nello spogliatoio. L’esperto difensore ha parlato oggi a La Gazzetta dello Sport, confessando: “Nel 2000 con l’Hajduk giocai il Viareggio e mi notò subito Franco Baresi. Mi portò da loro, io non avevo nemmeno un agente. Alla fine salto tutti. Mi volevano in Italia e Germania. Vidi che allo Shakhtar prendevano tanti della ex Jugoslavia ei n pi+ c’era Schuster che mi voleva a tutti i costi. Mi convinse il presidente Akhmetov“.

Sono diversi i movimenti in entrata e in uscita che il Milan sta studiando per il mercato di gennaio prossimo. Secondo Emanuele Baiocchini, esperto di mercato di Sky Sport, pare che il Milan possa a gennaio andare a cedere Giampaolo Pazzini. L’ex attaccante di Inter, Fiorentina  e Sampdoria non è visto da Inzaghi e potrebbe quindi essere inserito in qualche affare interessante nel mercato di riparazione. Potrebbe arrivare subito Suso, giocatore di grande livello del Liverpool che va in scadenza a giugno prossimo. Il club potrebbe provare a fare una piccola offerta economica per convincere la squadra inglese a cedere subito il giocatore invece che perderlo a parametro zero l’estate prossima.

Saluterà nuovamente il Milan in occasione del calciomercato di riparazione del prossimo gennaio. Il talentuoso attaccante francese sembrava destinato all’addio già in estate, prima che lo stesso ottenesse una promessa dall’ad Galliani: “Resta qui e convincici che vali il Milan”. Peccato però che l’ex Montpellier abbia avuto poche chance di dimostrare il proprio valore con la casacca meneghina visto che Inzaghi non lo ha mai considerato, complice l’arrivo di Torres e l’esplosione di Honda e Menez. A gennaio il ragazzo d’oltralpe farà quindi le valigie e con grande probabilità in prestito. Sulle sue tracce vi sono una serie di medio-piccole italiane, a cominciare dal Parma, in estrema difficoltà in questo inizio di stagione. I ducali lo volevano già in estate e potrebbero quindi tornare alla carica. Attenzione anche ad altre squadre come ad esempio Sampdoria, Genoa, Chievo e Udinese, e alla finestra vi sono anche alcuni club inglesi e della Ligue 1.

Suso sembrava destinato a vestire la casacca del Milan durante il calciomercato del gennaio del 2015 ma l’agente del talento spagnolo ha rimescolato le carte in gioco. Il procuratore del giovane talento spagnolo del Liverpool, che ricordiamo, ha il contratto in scadenza al 30 giugno dell’anno venturo, ha infatti confessato: «Non c’è alcun accordo con il Milan. Sicuramente è una possibilità, ma per il momento nulla di più – le parole a Calciomercato.itanzi, il Liverpool spinge molto per un suo rinnovo, quindi non è da escludere neanche questa ipotesi. Ora comunque, è prematuro parlare di qualsiasi possibilità». Così Jaume Serra che fa tremare i supporters rossoneri, che già pregustavano l’arrivo del talento spagnolo. Su Suso pare vi sia anche il Napoli ma l’agente ha voluto smentire tale indiscrezione: «No, con il Napoli non ho mai avuto contatti. Per il momento escludo questa possibilità, non c’è un interesse degli azzurri in tal senso».

Ha parlato del futuro di Sami Khedira, giocatore che il Milan sta seguendo in vista del calciomercato di riparazione in programma fra circa un mese e mezzo, a gennaio 2015. Intervistato dall’emittente radiofonica spagnola, Cadena Ser, il tecnico di Reggiolo ha ammesso: «Khedira? Ci sono indizi che possa andarsene, ma credo che lui voglia restare qui». Il Diavolo è una delle squadre che segue il campione del mondo tedesco ma l’ad rossonero Adriano Galliani ha sempre messo le mani avanti ricordando l’ingaggio dello stesso madrileno, ben 5 milioni di euro netti annui, impossibili da elargire da parte di via Aldo Rossi. Più facile quindi che Khedira sbarchi in Premier League o fra le fila del Paris Saint Germain.

Il Milan è un club importante che sicuramente attira diversi allenatori e giocatori. L’ex commissario tecnico Vahid Halilhodžic, esonerato dal Trabzonspor, ha rivelato un retroscena riguardante il Milan: “Ho avuto contatti con il Milan, un club leggendario che è nel top del calcio europeo. Mi dispiace non aver accettato”. Un retroscena curioso del tecnico bosniaco che ha rivelato di aver rifiutato la panchina dei rossoneri. Non si sa il periodo di questo rifiuto soprattutto perché in questi anni c’è stato il grande periodo di Allegri.

In occasione della finestra di calciomercato del prossimo gennaio 2015, il Milan potrebbe tornare a pescare in Olanda. Dopo gli ultimi arrivi, giusto per citare i casi più recenti, di Van Ginkel e De Jong, l’ad Galliani guarda ancora al panorama orange, che negli anni ha portato molta fortuna a via Aldo Rossi. Come sottolineato da Calciomercato.com sul taccuino dell’ad rossonero vi sarebbero i nomi di due interessanti talenti. Il primo è quello di Terence Kongolo, difensore di 20 anni che gioca fra le fila del Feyenoord. E’ giovanissimo ma ha personalità da vendere ed ha già alle sue spalle 17 match con la squadra orange. Altro interessante talento segnato in rosso è Sven Van Beek, anch’egli difensore, ed anch’egli facente parte del club di Rotterdam: ha all’attivo ben 21 apparizioni nonostante sia appena un ventenne.

Il Milan continua a pensare ad un rinforzo per la fascia sinistra visto che Armero dovrebbe andare via. I rossoneri continuano ad avere contatti con l’entourage di Leonel Vangioni, esterno sinistro del River Plate, classe ’87, che piace tanto al club milanese. Vangioni è un esterno mancino che spinge tanto e difende anche bene, un calciatore pronto a cambiare maglia a gennaio. Da capire la valutazione che il River Plate vorrà dare all’esterno sudamericano, Galliani cercherà di dare una mano ad Inzaghi per raggiungere il terzo posto.

Sarà un calciomercato all’insegna del talento quello a cui darà vita il Milan durante il prossimo gennaio 2015. Il patron rossonero, Silvio Berlusconi, sogna una squadra ricca di giovani italiani e l’ad Galliani cercherà, almeno in parte, di accontentare i desideri del patron. Si comincerà dalla difesa, dove non sembrano esservi particolari esigenze ma si sta comunque seguendo l’interessante Sebastian Vegas, difensore centrale classe che gioca in Sud America, fra le fila dell’Audax Italiano. A centrocampo, invece, il nome caldissimo è quello di Baselli, talento dell’Under-21 azzurra in forza all’Atalanta. Piace anche all’Inter e a breve potrebbe scatenarsi il derby. Infine l’attacco, dove brilla la stella di Kramaric, talentuoso centravanti della nazionale croata che domenica sera, in occasione della sfida contro l’Italia, verrà visionato da vicino.

Arrivano nuove conferme su un possibile colpo per il centrocampo rossonero. Anche secondo l’esperto di calciomercato Gianluca Di Marzio, il Milan per gennaio punterà su Suso per far fronte all’assenza di Keisuke Honda che partirà con il Giappone per la Coppa d’Asia. Lo spagnolo va in scadenza di contratto a giugno 2015 con il Liverpool e pertanto può rappresentare una buona occasione di mercato per Adriano Galliani, ormai abituato a trattare giocatori in queste condizioni contrattuali. Lo spagnolo ha 20 anni ed è un prospetto di talento, ma con la maglia dei Reds non sta trovando spazio. Finora il manager Brendan Rodgers gli ha concesso solo 23 minuti nella Ligue Cup ed ha pure trovato la via de gol. Ciò non è però bastato a guadagnare spazio nelle gerarchie dell’attacco e così l’addio a gennaio si avvicina. Il Milan cerca un giocatore con le sue caratteristiche per sostituire. Mancino, dotato di buon dribbling ed in grado di dare qualità all’attacco rossonero. Suso a Milano può avere la grande chance per riaffermarsi calcisticamente. Conquistare San Siro non è facile, ma di questi tempi il pubblico milanista si è ritrovato ad essere meno esigente di un tempo visto il ridimensionamento messo in atto da Silvio Berlusconi. Il club di via Aldo Rossi non è più al top né in Italia e né in Europa. In questi anni a Milanello sono transitati tanti giocatori inadeguati. Una chance ad un talento come Suso è lecito darla.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Torneo Viareggio

Ultime notizie