Pronostico MotoGp / Graziano Rossi: Valentino? Non corre per partecipare. Le gomme saranno determinanti (esclusiva, GP di Spagna 2016 Jerez)

- int. Graziano Rossi

Pronostico MotoGp, Gran Premio di Spagna 2016 a Jerez de la Frontera: il punto sulla gara di Graziano Rossi, papà di Valentino, in esclusiva per ilsussidiario.net. Quarta gara stagionale

valentino_monster
Valentino Rossi (Infophoto)

, quarto gran premio stagionale in Spagna sul circuito di Jerez de la Frontera: il pronostico appare molto indeciso, soprattutto dopo che Valentino Rossi ha strappato la pole position con una grande prestazione in qualifica. In prima fila partirà anche Jorge Lorenzo, fresco di annuncio in Ducati per le prossime due stagioni, e Marc Marcuqez su Honda. Seconda fila per Andrea Dovizioso e le due Suzuki di Maverick Vinales ed Aleix Espargaro. Settimo tempo per Dani Pedrosa, undicesimo per Andrea Iannone. Per un pronostico sul Gran Premio di Spagna 2016 a Jerez de la Frontera il sussidiario.net ha intervistato in esclusiva Graziano Rossi, papà di Valentino.

Grande prestazione di Valentino Rossi col miglior tempo in qualifica: se lo aspettava? Diciamo che la prima fila potevo aspettarmela da Valentino, visto che l’aveva ottenuta anche lo scorso Gran Premio, la pole position in effetti mi ha reso molto contento. Valentino ha fatto un grande tempo, delle grandi prove ufficiali.

Sarà lui il vincitore del Gran Premio di Jerez de la Frontera? Se la giocheranno in tanti in questo Gran Premio di Spagna, dallo stesso Valentino a Marquez, fino a Lorenzo. Non trascurerei nemmeno Dovizioso e Pedrosa. E vedremo cosa potrà fare Iannone.

Con un successo Valentino ritornerebbe in gioco per la vittoria nel Mondiale? Diciamo che è ancora presto per parlare di vittoria nel Mondiale, siamo ancora all’inizio, mancano ancora tante gare alla fine della stagione per cui non mi sbilancerei in discorsi del genere. Certo Valentino non corre per partecipare…

Come ha trovato Valentino prima di questa gara? L’ho trovato molto carico, molto determinato, pronto a giocarsi fino in fondo le sue chances di vittoria.

Sa che quando vince Valentino tutta l’Italia si esalta, è un eroe nazionale… Il primo ad essere contento sono io naturalmente, sono il primo a essere felice dei successi.

Fino a quando Valentino potrà correre secondo lei? Non lo so fino a quando avrà la possibilità di essere competitivo, di poter fare cose importanti. Sarà poi lui a decidere.

Tornando a Jerez: bravo Dovizioso con la Ducati in seconda fila, male Iannone undicesimo. Quali i motivi della differenza tra questi due piloti? Spesso può essere la messa a punto, le gomme a determinare la differenza di tempi dei piloti. Non penso però che questa differenza di prestazioni sia una cosa da tenere molto in considerazione in vista del Gran Premio.

Bene la Suzuki, col quinto posto di Vinales e il sesto di Aleix Espargaro… La Suzuki si è dimostrata molto competitiva, dovrà crescere ancora. C’è Vinales che è molto promettente, un pilota che potrà fare grandi cose nella sua carriera.

Cosa potrebbe incidere sul risultato finale? La scelta e la tenuta delle gomme potrebbero essere determinanti nell’esito finale del Gran Premio di Spagna.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori