NAPOLI/ Mazzarri, Cavani e il San Paolo le armi in più. Ma per lo scudetto manca… Mimmo Carratelli (esclusiva)

- int. Mimmo Carratelli

Un inizio in gran carriera per il Napoli di Mazzarri: in esclusiva a IlSussidiario.net il giornalista sportivo MIMMO CARRATELLI fa il punto della situazione sulla stagione dei partenopei.

cavani_felice_R400_4apr11
Cavani (Foto: ANSA)

Questo Napoli sta veramente stupendo tutti. All’inizio di questa stagione tutti gli addetti ai lavori pronosticavamo che la squadra partenopea sarebbe stata tra le protagoniste di questo campionato, ma nessuno si sarebbe aspettato un inizio così folgorante, con l’expolit di Cesena, la bella prova in Inghilterra contro il Manchester City e la vittoria contro il Milan per 3-1. Il tutto condito da un super Cavani. Merito di Walter Mazzarri e di una squadra diventata – forse – matura per raggiungere grandi traguardi. Per parlare del momento che si sta vivendo in casa Napoli è intervenuto – in esclusiva per IlSussidiario.net – Mimmo Carratelli. noto giornalista partenopeo.

Questo Napoli è maturo per vincere il campionato? Sicuramente ha trovato una solidità, un compattezza che prima non aveva. E’ presto per dire se vincerà il campionato, ma dovrebbe essere sicuramente protagonista di questo torneo

Con questi risultati si rafforza la possibilità di qualificarsi per il turno successivo della Champions? Il  pareggio di Manchester ha dimostrato che il Napoli può far bene anche in Europa. Io credo che sarà decisiva la prossima sfida con  il Villareal al San Paolo. Vincendo quella e pareggiando in Spagna il Napoli potrebbe mettere una grossa ipoteca sul passaggio al turno successivo di questa competizione

Cavani supersonico, da Pallone d’Oro? Cavani ha dimostrato di essere un grande giocatore, realizzando tre gol straordinari. Se manterrà questo rendimento anche in Europa, chissà… quest’anno o anche in futuro potrebbe conquistare questo prestigioso trofeo. E sarebbe il momento visto che da tanto tempo un attaccante non si aggiudica “Il Pallone d’oro”

E De Sanctis, spesso trascurato, quanto conta in questo primato? De Sanctis è un portiere molto valido. Un numero uno che non fa scena, ma che riesce a essere decisivo spesso nel corso di una partita. Come è successo nel match con il Milan, quando ha fermato Aquilani: lui sta aiutando molto il Napoli a ottenere questi grandi risultati di inizio stagione

Altri uomini chiave di questa squadra?

Cito tre uomini, Maggio, fantastico in questo inizio del Napoli, Inler, e Gargano. Sono veramente tre punti chiave del Napoli attuale.

Difetti e pregi del Napoli.

Una difesa solida, una condizione atletica grandissima, una mentalità da grande squadra, sicura dei suoi mezzi. Difetti per ora non ne vedo, anche se devo dire che proprio mantenere una buona condizione atletica è fondamentale per riuscire ad evitarli.

Quali sono i meriti di Mazzarri?

Tantissimi, visto che è lui che ha costruito questa squadra. Mazzarri ha  gran parte dei meriti dei successi del Napoli attuale.

Lo stesso Mazzarri però ha criticato l’atteggiamento della squadra dopo la partita con il Milan…

Critiche ingiuste secondo me, perché il Napoli non è il Barcellona o il Manchester United e non può quindi essere sempre perfetto.

E l’entusiasmo del pubblico di Napoli magari può essere un’arma a doppio taglio e condizionare negativamente la squadra…

No, non credo: il pubblico ha raggiunto una maturità incredibile. Infatti durante tutto il match con il Milan è rimasto silenzioso senza mettere neanche pressione alla squadra

Il pubblico di Napoli quindi può essere l’uomo  in più?

 Certamente: l’entusiasmo che ha può aiutare molto il Napoli a raggiungere traguardi importanti

Ritocchi necessari per rendere ancora più forte questa squadra? Giuseppe Rossi o Montolivo?

 Giuseppe Rossi potrebbe essere l’uomo decisivo per vincere lo scudetto. Credo poco nell’utilità dell’acquisto di Montolivo

Juventus anti Napoli?

 E’ troppo presto per dire se la Juve sia veramente l’anti Napoli, anche se i bianconeri stanno dimostrando di avere molta grinta e molta brillantezza

La partita di Verona con il Chievo quanto conta?

Direi che è fondamentale, perché si capirà con questa partita dove il Napoli può arrivare. Il Chievo è un brutto cliente. L’anno scorso ha tolto al Napoli sei punti. Ma il Napoli di questa stagione sembra proprio incontenibile

 

 

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori