DIRETTA/ Chievo-Napoli finisce 2 – 0, gol di Dramè e Thereau

- La Redazione

La diretta di Chievo-Napoli: i partenopei cercano una vittoria che non arriva da inizio febbraio, il Chievo non vince addirittura da cinque partite. Arbitra Rocchi una partita decisiva

hamsik_cross_hetemaj
(INFOPHOTO)

4 minuti di recupero.

Palla in area, Cavani colpisce di destro con violenza, Puggioni fa una gran parata e respinge!

Terza ed ultima sostituzione per il Chievo: fuori Paloschi, dentro SERGIO PELLISSIER.

Angolo per il Napoli: cross di Insigne e colpo di testa di Maggio alto.

Secondo cambio nel Chievo: fuori Dramè, DENTRO BOJAN JOKIC.

Punizione di Insigne dal lato destro dell’area del Chievo: cross di Insigne, testa di Hamsik, palla alta.

Seconda sostituzione per il Napoli: fuori Zuniga, dentro GORAN PANDEV.

Contropiede del Chievo, lanciato Paloschi che in area calcia forte col destro: bravo De Sanctis a respingere!

Rigore per il Napoli! Fallo di Dainelli che sbilancia Cavani in area, per l’arbitro è fallo. Dal discetto andrà Cavani.

Seconda sostituzione per il Napoli: esce Inler, ENTRA PABLO ARMERO.

Prima sostituzione nel Chievo: fuori Thereau, DENTRO LUCIANO.

Angolo per il Napoli: cross di Hamsik da destra, sponda di Campagnaro e sinistro di Dzemaili, ribattuto addirittura da Cavani che era anche in fuorgioco.

Dzemaili centra in area per Cavani: girata al volo col destro e palla altissima

Si riparte! Calcio d’inizio del Napoli.

1’st: prima sostituzione per il Napoli: esce Gamberini, ENTRA BLERIM DZEMAILI.

Sulla respinta Rolando prova il tiro al volo, Behrami e un difensore deviano e la palla finisce fuori.

Punizione dal limie dell’area per il Napoli: bel tiro di Cavani, Puggioni respinge in tuffo!

Maggio lancia Insigne in area, ma Puggioni esce bene in anticipo e fa sua la sfera.

Gran destro di Insigne da fuori aerea, palla che sibila al palo alla destra di Puggioni.

Lancio di Hamsik che imbecca lo scatto di Cavani: bel controllo nel lato sinistro dell’area ma tiro debole col destro, parato da Puggioni.

Bella girata di testa di Paloschi, alta di poco.

Bel destro di Zuniga dai 20 metri: potente ma impreciso, palla che sorvola di poco l’incrocio alla sinistra di Puggioni.

Angolo di Insigne da destra, colpo di testa di Maggio alto di poco.

Fuga di Thereau che entra in area dal lato destro, tiro da posizione ravvicinata ma Gamberini respinge in angolo.

1’pt: SI PARTE! Calcio d’inizio del Chievo

Tutto è pronto per la partita dello Bentegodi, che vedrà opposte il Chievo e il Napoli. Le indiscrezioni della vigilia per quanto riguarda le formazioni sono state confermate. Il Chievo giocherà con il modulo 5-3-2, uno schieramento compatto per tentare di imbrigliare il Napoli. Riproposto il duo d’attacco Thereau-Paloschi, in mezzo al campo spazio a Cofie e Hetemaj dal primo minuto. Mazzarri invece ha scelto Insigne come iniziale partner di Cavani, mentre in difesa debutta Rolando da titolare in campionato. 

1 Puggioni; 21 N.Frey, 2 Dainelli, 3 Andreolli, 12 Cesar, 93 Dramè; 14 Cofie, 16 L.Rigoni, 56 Hetemaj; 30 Thereau, 43 Paloschi. All.Corini. 1 De Sanctis; 14 Campagnaro, 6 Rolando, 55 Gamberini; 11 Maggio, 85 Behrami, 88 Inler, 17 Hamsik, 16 Zuniga; 24 Insigne, 7 Cavani. All.Mazzarri.

Il Napoli di Walter Mazzarri riparte dalla trasferta contro il Chievo nella sua rincorsa scudetto (clicca qui per l’intervista prepartita a Giuseppe Bruscolotti); ma ora si deve anche guardare alle spalle, perchè il secondo posto che qualifica direttamente alla prossima Champions League non è più così al sicuro. Sul campo del Chievo i partenopei cercano una vittoria che non arriva dal 2 febbraio; una rottura prolungata di quattro pareggi consecutivi che hanno impedito al Napoli di essere a ridosso della Juventus e, chissà, forse anche davanti, perchè nel frattempo i bianconeri avevano subito qualche battuta d’arresto. Proprio la sfida scudetto è stato l’ultimo impegno degli azzurri, che con 53 punti sfidano un Chievo che è a 29 e al pari degli avversari non conoscono i tre punti da tempo, addirittura dalla 22esima giornata (1-0 alla Lazio), avendo poi collezionato un pareggio in cinque partite. Insomma i casi sono due: o una delle due squadre riparte oggi, oppure verrà fuori un pareggio che lascerà inalterate le cose, perchè il Napoli di un punto se ne farebbe ben poco e il Chievo anche, visto che rimarrebbe al punto di oggi e cioè a ridosso del gruppetto delle ultime in classifica che peraltro potrebbero anche guadagnare terreno. Il Chievo è poi particolarmente indigesto ai partenopei: il Napoli ha vinto solo una volta al Betengodi, 2-1 del maggio 2010 con i gol di Denis e Lavezzi, poi ci sono state due sconfitte in serie A nel gennaio 2009 (1-2) e nel settembre 2011 (0-1). Anche Mazzarri non ama particolarmente i gialloblu: se Corini ha un solo precedente contro il tecnico toscano e i partenopei e l’ha perso nella gara di andata (gol di Hamsik), Mazzarri tra Napoli, Sampdoria e Reggina ha incontrato 15 volte i clivensi e ci ha perso sei volte, vincento in cinque occasioni e pareggiando quattro volte. Dalla panchina del Napoli ha allenato sette volte contro il Chievo: ha vinto in quattro occasioni perdendo tre volte (c’è anche una sconfitta interna nello scorso campionato, quando dunque il Chievo si prese sei punti contro gli azzurri). il Chievo in casa è particolarmente temibile: ha perso solo tre partite al Bentegodi, vincendone 5 e pareggiandone 5, ottenendo 20 dei 29 punti totali tra le mura amiche. Anche la differenza reti è in positivo: 15 gol fatti, 13 subiti. Il Napoli invece lontano dal San Paolo non è una macchina così perfetta: delle quattro sconfitte in campionato, tre sono arrivate fuori casa, le vittorie sono sei e i pareggi quattro. Sedici gol segnati, dieci subiti; bilancio che in assoluto non è negativo, ma forse per vincere lo scudetto bisogna fare di più. E poi bisogna ritrovare le reti di Edinson Cavani: in serie A il Matador non segna dalla trasferta di Parma, i suoi gol restano 18 e si è già visto come senza il suo contributo sotto porta il Napoli faccia molta più fatica. Al suo fianco dovrebbe giocare Insigne, anche se il ballottaggio con Pandev è sempre aperto (clicca qui per le probabili formazioni di Chievo-Napoli) Non ci resta che vedere se l’uruguayano si sbloccherà, se il Napoli ritroverà i tre punti o se invece sarà il Chievo a interrompere il suo periodo di crisi: la parola al campo, Chievo-Napoli sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori