Pagelle/ Sparta Praga-Napoli (0-0): i voti della partita. I top e i flop (Europa League 2014-2015, gruppo I)

- La Redazione

Le pagelle di Sparta Praga-Napoli 0-0, partita valida per la quinta giornata del gruppo I di Europa League 2014-2015: i voti del match disputato giovedì 27 novembre 2014. I top e i flop

jorginho_benitez
Jorginho, centrocampista Napoli (Foto Infophoto)

Pareggia il Napoli nella sfida di Europa League contro lo Sparta Praga in trasferta. Il club partenopeo, in campo per il quarto turno del Gruppo I, non va oltre lo zero a zero, ma il punto conquistato permette comunque alla compagine allenata da Rafa Benitez di ottenere l’accesso ai sedicesimi di coppa, obiettivo minimo che la dirigenza si era prefissato. Brilla Rafael fra le fila azzurre, mentre malissimo Jorginho: andiamo a vedere insieme quali sono stati i top e i flop del match di ieri, attraverso i voti e le pagelle firmate IlSussidiario.net. – Ottima prestazione dell’esterno dello Sparta Praga, Kaderabek. Un terzino dovrebbe svolgere due compiti durante l’arco di una partita: tamponare le invettive avversarie e nel contempo spingere per creare scompiglio in attacco. Kaderabek fa bene entrambe le fasi, continuando a farsi vedere davanti e nel contempo non commettendo sbavature in difesa: davvero da clonare. – Una prestazione insufficiente quella di Dockdal anche se non grave. Il giocatore si fa vedere all’inizio del match con un gran tiro da fuori area, facendo venire i brividi lungo la schiena a tutto il Napoli. Il colpo al naso per mano di Britos, però, ne condiziona il match visto che, nonostante la grinta e la determinazione, non riesce più a farsi vedere in attacco, non concludendo nulla di buono se non il tentativo iniziale di cui sopra. – Dopo tante critiche Rafael ruba la scena a tutti gli altri 21 giocatori in campo. E’ infatti del portiere brasiliano la prova migliore in assoluto della gara di ieri. E’ merito del giovane talento verdeoro se il Napoli mantiene la propria porta inviolata compiendo una serie di grandi interventi a ripetizione: un punto conquistato e qualificazione al prossimo turno ottenuta grazie a lui.– L’altra faccia della medaglia partenopea è Jorginho. Se Rafael è stato il man of the match, il centrocampista italo-brasiliano è stato invece il “flop of the match”. Benitez lo schiera nel ruolo di trequartista, posizione atipica per l’ex Hellas Verona, e si vede: confusionario e mai incisivo, esperimento da non ripetere assolutamente.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori