Napoli-Genoa/ Il pronostico di Fernando De Napoli (esclusiva)

- int. Fernando De Napoli

Napoli-Genoa: in esclusiva per ilsussidiario.net il pronostico di Fernando De Napoli. L’ex centrocampista partenopeo inquadra il posticipo della 20^giornata del campionato di Serie A

higuain_marchese
(INFOPHOTO)

La ventesima giornata del campionato di Serie A si concluderà lunedì 26 gennaio 2015, quando alle ore 21:00 si giocherà Napoli-Genoa. La formazione di Benitez viene dal successo con la Lazio nell’ultimo turno (0-1) e da quello in Coppa Italia conteo l’Udinese (7-6), ai calci di rigore. Il Genoa invece non vince da cinque giornate e nell’ultima ha pareggiato in casa col Sassuolo, in n pirotecnico 3-3. Al San Paolo si prospetta un incontro interessante, anche se il Napoli potrebbe approfittare di un Genoa senza attaccanti di peso: Matri è infortunato e Pinilla è stato ceduto all’Atalanta (in compenso è arrivato Mbaye Niang in prestito dal Milan). Per introdurci a Napoli-Genoa ilsussidiario.net ha intervistato in esclusiva l’ex centrocampista partenopeo Fernando De Napoli.

Napoli-Genoa: che partita si aspetta? La premessa è che i tifosi di Napoli e Genoa sono gemellati quindi il clima sugli spalti dovrebbe essere sereno, amichevole. Al di là di questo mi aspetto dalla squadra di Benitez una prestazione migliore rispetto a quella di Coppa Italia contro l’Udinese.

A proposito: crede che il Napoli pagherà la stanchezza per l’impegno infrasettimanale? No anche perché il morale è alto dopo la qualificazione nei quarti di finale. Il Napoli scenderà in campo caricato, oltretutto in coppa alcuni titolari non hanno giocato quindi non penso che ci sarà un problema fisico.

Gabbiadini sarà riproposto in campo dall’inizio? E’ un giocatore che mi piace molto e sono contento che il Napoli abbia investito su di lui. Però secondo me non è ancora pronto per scendere in campo dall’inizio, Benitez aspetterà ancora a schierarlo.

A centrocampo ci sarà qualche cambio rispetto alla partita di Coppa Italia? Sì anche perché Gargano è squalificato. Per me l’uruguaiano è un giocatore importante per il Napoli, la sua presenza lì in mezzo è importante perché ha tanta resistenza e aiuta un pò tutti. Al suo posto dovrebbe giocare Jorginho che ha pure segnato contro l’Udinese.

Napoli che resta un pò umorale: alterna prestazioni positive ad altre meno buone, perché? Diciamo che forse lo spogliatoio non è così pronto per i grandi traguardi, ci vorrebbe maggiore convinzione per raggiungerli. Forse perché obiettivi come la Coppa Italia o la Supercoppa Italia non bastano più: bisogna lottare seriamente per lo scudetto, ma per fare questo sarà indispensabile rafforzare ancora di più la rosa.

Di fronte un Genoa un pò in difficoltà nelle ultime giornate: come mai? Forse la squadra si era troppo caricata dopo la striscia positiva pre natalizia, magari ha sentito il contraccolpo delle responsabilità. Poi le assenze in attacco sono pesate molto: è andato via Pinilla, Perotti era squalificato e Matri si è fatto male. Il Genoa resta comunque una buona squadra guidata da un ottimo allenatore come Gasperini.

Crede che il mister proporrà un Genoa più coperto? Dovrebbe essere così, forse è inevitabile non avendo punte centrali e disposizione. Sarà nu Genoa pronto a difendersi per ripartire in velocità.

Il suo pronostico per Napoli-Genoa? Vedo favorito il Napoli, che approfitterà dell’impegno casalingo.

(Franco Vittadini)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori