DIRETTA / Italia Georgia rugby (risultato finale 28-17) streaming video e tv: Buon successo per gli azzurri

- Mauro Mantegazza

Diretta Italia Georgia rugby streaming video e tv: orario e risultato live del test match a Firenze (oggi sabato 10 novembre)

nazionale italia rugby
L'Italia di rugby ai Mondiali 2019 - LaPresse, repertorio

DIRETTA ITALIA GEORGIA (RISULTATO FINALE 28-17): TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Artemio Franchi l’Italia batte per 28 a 17 la Georgia. Nell’ultima parte dell’incontro gli azzurri rischiano grosso quando il direttore di gara Glen Jackson assegna una meta tecnica agli avversari e mostra il cartellino giallo a Benvenuti al 63′ ma il vantaggio acquisito fino a quel momento non viene più pareggiato dalla formazione di Haig. Nel prossimo impegno dei Cattolica test match per questo novembre l’Italia affronterà a Padova l’Australia sabato 17 novembre.

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV: COME SEGUIRE ITALIA GEORGIA

Il test match di rugby Italia Georgia sarà trasmesso in diretta tv in chiaro ed in esclusiva da Dmax, canale che appartiene a Discovery Channel e che si trova al numero 52 del digitale terrestre gratuito, al 28 di Tivùsat e al numero 136 della piattaforma satellitare Sky. DMax è ben nota agli appassionati di rugby in quanto nelle ultime stagioni ha già trasmesso il Sei Nazioni, inoltre garantisce anche la diretta streaming video agli utenti che non potessero mettersi davanti a un televisore all’ora delle partite, tramite il servizio Dplay. Informazioni utili sul web si troveranno anche grazie al sito Internet e ai profili ufficiali della Federazione Italiana Rugby sui social network.

FASE FINALE DEL MATCH

Arrivati all’ora di gioco, ovvero raggiunta la metà del secondo tempo, il risultato tra Italia e Georgia è di 28 a 10. Nelle prime battute di questa ripresa gli azzurri partono forte andando in meta subito al 43′ con Ferrari e poi al 57′ con Allan, entrambe però non strasformate. Gli ospiti tentano quindi di rimanere comunque in gara quando mettono a segno un calcio di punizione al 53′ con il solito Matiashvili, facendosi perdonare l’errore di cui si era reso protagonista in precedenza.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Italia e Georgia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 18 a 7. Gli ospiti cercano di rispondere ai padroni di casa ma falliscono un calcio di punizione con Matiashvili al 26′ e rimangono in inferiorità numerica dal 27′ a causa di un cartellino giallo rimediato da Tsutskiridze per un brutto fallo ai danni di Sperandio. Nel finale di frazione gli azzurri ne approfittano e segnano prima da fermo con Allan su punizione al 37′ e poi vanno in meta al 39′ con Bellini, senza però aggiungere la trasformazione.

FASE INIZIALE DEL MATCH

A Firenze la partita tra Italia e Georgia è cominciata da una ventina di minuti e, giunti quindi alla metà del primo tempo, il punteggio è di 10 a 7. In queste fasi iniziali dell’incontro gli azzurri spezzano subito l’equilibrio con il calcio di punizione di Allan al 9′ ma gli ospiti replicano andando in meta al 15′ con Mchedlidze, poi trasformata da Matiashvili. La squadra di O’Shea non si lascia intimorire e torna avanti al 20′ con la meta di Campagnaro, trasformata da Allan.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

Tutto è pronto per Italia Georgia: il test match di rugby avrà inizio fra pochi minuti a Firenze ed è una partita importante per l’Italia, la sfida maggiormente alla portata degli azzurri che dunque dovranno andare a caccia della vittoria. Le formazioni ufficiali di Italia Georgia sono naturalmente note già da qualche giorno: leggiamo allora le scelte dei due allenatori, poi la parola passerà al campo! ITALIA: 15 Luca Sperandio; 14 Tommaso Benvenuti, 13 Michele Campagnaro, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini; 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi; 8 Abraham Steyn, 7 Jake Polledri, 6 Sebastian Negri; 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni; 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti. A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Cherif Traorè, 18 Tiziano Pasquali, 19 Marco Fuser, 20 Johan Meyer, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Carlo Canna, 23 Luca Morisi. Allenatore: Conor O’Shea. GEORGIA: 15 Matiashvili; 14 Koshadze, 13 Sharikadze (c), 12 Mchedlidze, 11 Dzeneladze; 10 Khmaladze, 9 Lobzhanidze; 8 Gorgadze, 7 Tsutskiridze, 6 Giorgadze; 5 Lomidze, 4 Cheishvili; 3 Kubriashvili, 2 Bregvadze, 1 Nariashvili. A disposizione: 16 Mamukashvili, 17 Zhvania, 18 Chilachava, 19 Sutiashvili, 20 Bitsadze, 21 Aprasidze, 22 Malaguradze, 23 Kveseladze. Allenatore: Milton Haig. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARISSE, IL GRANDE ASSENTE

Italia Georgia di rugby ha perso già nei giorni scorsi quello che sarebbe stato uno dei principali protagonisti della partita. Parliamo naturalmente del capitano azzurro Sergio Parisse, che ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di un problema al polpaccio che lo aveva fermato per un mese a settembre dopo la partita giocata con il suo Stade Francais nel Top 14 contro il Bordeaux. Parisse in seguito sembrava essersi ripreso ed era infatti tornato in campo in Challenge Cup lo scorso 20 ottobre. Nell’ultima giornata di Top 14 contro il Lione, tuttavia, Parisse non è stato impiegato dal suo allenatore con il club, Heyneke Meyer, proprio a causa del riacutizzarsi del dolore al polpaccio. Parisse si è comunque presentato nel ritiro della Nazionale italiana, ma giovedì pomeriggio il capitano non è catasto inserito nella formazione per l’odierno test match di Firenze contro la Georgia. La sua qualità, il suo carisma e la sua esperienza certamente mancheranno agli azzurri, che dovranno dunque superare anche questa ulteriore difficoltà per andare a prendersi la sospirata vittoria. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PARLA FUSER

In avvicinamento a Italia Georgia di rugby, andiamo a leggere le dichiarazioni di Marco Fuser nel consueto incontro avvenuto in settimana con i giornalisti. Fuser, seconda linea del Benetton Treviso e dell’Italia, ha analizzato innanzitutto il primo test match di novembre giocato contro l’Irlanda lo scorso sabato negli USA: “Nel secondo tempo il nostro approccio non è stato dei migliori. Abbiamo commesso errori e non siamo riusciti a reagire come nella prima frazione dove abbiamo espresso un buon gioco, una buona difesa e mostrato una buona disciplina. Dobbiamo lavorare su tutto quello che non ha funzionato contro l’Irlanda analizzando nel dettaglio il match di Chicago”. Fuser ha poi rivolto l’attenzione alla partita che invece attende oggi gli azzurri a Firenze, presentando brevemente il test match al Franchi: “Contro la Georgia dobbiamo ripartire dal nostro primo tempo contro l’Irlanda. Abbiamo lavorato bene in mischia, uno dei punti forti dei nostri prossimi avversari. Sarà un match duro, molto fisico di cui conosciamo molto bene l’importanza”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE PARTITA

Italia Georgia, diretta dall’arbitro neozelandese Glen Jackson, sarà una partita di rugby valida come secondo test match per l’Italrugby in un mese di novembre molto intenso, che come da tradizione del rugby sarà dedicato a molte amichevoli di prestigio fra le migliori Nazionali della palla ovale. Oggi pomeriggio, sabato 10 novembre 2018, si giocherà alle ore 15.00 presso lo stadio Artemio Franchi di Firenze. Italia Georgia è una partita da vincere per gli azzurri allenati dal commissario tecnico Conor O’Shea: siamo reduci dalla pesante batosta incassata una settimana fa a Chicago contro l’Irlanda, nelle prossime due settimane invece gli avversari saranno Australia e Nuova Zelanda che saranno altre due missioni quasi impossibili. Oggi invece l’Italia è favorita e deve portare a casa il risultato per far crescere una mentalità vincente che è spesso il tallone d’Achille del nostro rugby.

RISULTATI E CONTESTO

Come si accennava, il mese di novembre è iniziato male per l’Italia del rugby. Contro l’Irlanda non si pretendeva magari una vittoria, ma di certo perdere per 54-7 è stato un colpo durissimo, una batosta andata oltre le previsioni che ha fatto sorgere diversi punti di domanda su questa Nazionale che non riesce mai a fare il salto di qualità anche se ultimamente sono sicuramente migliorati i risultati delle nostre principali squadre di club, Benetton e Zebre. Come si diceva, questa è la partita da vincere fra le quattro del mese: il c.t. vuole una squadra che sappia mostrare il proprio massimo livello per 80 minuti, pur nella normale rotazione di un mese di novembre che sarà davvero molto intenso. Saranno infatti appena cinque le conferme rispetto alla formazione scesa in campo a Chicago contro l’Irlanda: Mattia Bellini all’ala, Michele Campagnaro come centro, Tito Tebaldi numero 9, Abraham Steyn in terza linea spostato a numero otto e Luca Sperandio estremo. La Georgia comunque è avversario da non sottovalutare, perché occupa la posizione numero 13 nel ranking mondiale Irb ed è un gradino avanti rispetto all’Italia: non sarà dunque una partita facile, ma per crescere sarà fondamentale vincere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA