PAGELLE/ Lazio-Verona (3-2): i voti, la cronaca e il tabellino (ottavi di finale Coppa Italia)

- La Redazione

Partita spettacolare e divertente fino all’ultimo quella di stasera tra Lazio e Verona. Alla fine s’impongono i biancocelesti per 3-2: gol di Dias, Rocchi, Berrettoni, D’Alessandro, Hernanes

edy_reja_r400
Edy Reja, tecnico Lazio (Foto Infophoto)

Ripartono gli ottavi di finale di Coppa Italia, e come già a dicembre regalano grandi emozioni: alla fine s’impone la Lazio per 3-2, ma è davvero successo di tutto prima della splendida punizione di Hernanes che ha sigillato il risultato. La partita sembrava chiusa sul 2-0 per i padroni di casa, invece il Verona è stato bravissimo a riaprirla e a renderla emozionante fino alla fine. Tifoserie gemellate, si fanno sentire soprattutto i veronesi, entusiasti per l’ottima stagione della squadra gialloblu. Secondo tempo esaltante dopo un primo tempo modesto.

CRONACA PRIMO TEMPO – La partita era iniziata bene: dopo 20 secondi il Verona sfiora il gol sorprendendo distratta la difesa della Lazio, Bizzarri rimedia con qualche affanno. Poi la Lazio sale di tono, o per lo meno assume il controllo del gioco, perché di emozioni se ne vivono pochine. Il Verona non trova il coraggio di pungere, la Lazio sembra bloccata dai fantasmi delle ultime settimane, anche se un a nota positiva c’è: Cisse si muove bene e gioca con intelligenza. I biancocelesti però riescono solo a fare collezione di calci d’angolo – tutti puntualmente sprecati – fino circa al 35’ minuto. Poi la pressione si fa produttiva: ricordiamo soprattutto un tiro di Sculli (che lambisce il palo) e uno di Ledesma (bloccato da Rafael) da fuori area, e una azione insistita, con vari batti e ribatti, chiusa da un tiro di Rocchi deviato dal portiere ospite. Sono le avvisaglie del gol, che arriva al 44’ minuto proprio sugli sviluppi di un calcio d’angolo: la difesa veronese si dimentica di Dias, che sbuca nell’area piccola e può insaccare senza grossi problemi. Ottimo il suo inserimento, ma distratta la difesa del Verona. Per lo spettacolo ripassare nella ripresa, che sarà davvero piacevole.

CRONACA SECONDO TEMPO – La ripresa è davvero palpitante: lo testimoniano i quattro gol, ma ancora di più il ritmo che è sempre sostenutissimo. Il Verona inizia subito aggressivo, le due squadre attaccano con poche esitazioni. Il gol di Rocchi (tiro deviato che diventa imparabile per Rafael) sembra però chiudere la partita, perché la Lazio si porta sul 2-0. Il Verona – lo insegna il campionato – però non muore mai, e raggiunge clamorosamente il pareggio, proprio grazie a due ragazzi entrambi entrati dalla panchina ed entrambi di Roma.

Berrettoni (bellissimo colpo di testa per il 2-1) e D’Alessandro (contropiede da manuale con assist proprio di Berrettoni per l’altro panchinaro) diventano protagonisti della serata. I colpi di scena non mancano e la partita è sempre piacevole; la Lazio non si abbatte, ma il Verona vola sulle ali dell’entusiasmo. Il risultato è dunque sempre in bilico. Ma proprio quando ormai si pensa ai supplementari, ecco il calcio piazzato perfetto di Hernanes, che “profetizza” per la Lazio i quarti di finale contro la vincente di Milan-Novara. Al Verona l’onore delle armi e la consapevolezza che può fare bella figura anche in serie A. Chissà, magari l’anno prossimo.

TABELLINO

44′ pt Dias (L); 12′ Rocchi (L), 16′ Berrettoni (V), 29′ D’Alessandro (V), 46′ st Hernanes (L)

Bizzarri; Cavanda (32’st Matuzalem), Diakitè, Dias, Lulic; Sculli (39′ st Del Nero), Ledesma, Gonzalez; Hernanes; Cissè (21’st Klose), Rocchi. (Carrizo, Biava, Zauri, Garrido). All. Reja.

Rafael; Abbate, Mareco, Ceccarelli, Pugliese; Russo (47’st Pichlmann), Esposito, Hallfredsson; Galli (10’st Berrettoni); Bjelanovic, Lepiller (23’st D’Alessandro). (Hu, Scaglia, Jorginho, Tachtsidis. All. Mandorlini.

Arbitro: Rocchi di Firenze.

Ammoniti: D’Alessandro (V), Ceccarelli (V), Berrettoni (V), Mareco (V). Angoli: 9-2 per la Lazio. Recupero: 1’pt; 3’st.

PAGELLE LAZIO

Bizzarri 6- Senza colpe sui gol.

Cavanda 6 – Meglio in fase di spinta. (32’st Matuzalem sv)

Diakitè 5,5 – La difesa non convince nella ripresa.

Dias 6 – Non si può far rientrare dallo 0-2 una squadra di categoria inferiore, ma almeno ha segnato.

Lulic 6 – Anche lui meglio in spinta.

Sculli 6,5 – Sempre attivo. (39′ st Del Nero sv)

Ledesma 6 – Ordinario.

Gonzalez 6,5 – Compie appieno il suo.

Hernanes 6,5 – Il gol è un capolavoro.

Cissè 6,5 – Meglio del solito. Però ancora non segna. (21’st Klose 6 – Nulla di speciale)

Rocchi 6 – Sul gol è anche fortunato.

PAGELLE VERONA

Rafael 6 – Senza colpe sui gol.

Abbate 6,5 – Positivo sulla fascia.

Mareco 6 – La difesa non sfigura nonostante i tre gol.

Ceccarelli 6 – Vedi sopra.

Pugliese 6 – Anche lui lotta bene.

Russo 6 – Partita più che dignitosa contro un avversario superiore. (47’st Pichlmann sv)

Esposito 6 – Non sfigura.

Hallfredsson 7 – Leader del centrocampo. Tanta roba per la serie B.

Galli 5,5 – Si vede pochissimo. (10’st Berrettoni 7 – Gol e assist. Profeta in patria).

Bjelanovic 5 – Non pervenuto.

Lepiller 5,5 – Più fumo che arrosto. (23’st D’Alessandro 7 – L’altro romano che cambia la partita).

 

(Mauro Mantegazza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori