DIRETTA/ Catania-Lazio live (serie A 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Il Catania ospita la Lazio per l’undicesima giornata del campionato di serie A: partita tra due formazioni che non attraversano un grande periodo di forma e si vogliono riprendere.

Hernanes
Hernanes ha risolto la partita dello scorso anno (Infophoto)

Alle 15 di oggi, allo stadio Massimino, il Catania ospita la Lazio nella partita valida per l’undicesima giornata di serie A. Entrambe le squadre attraversano un periodo di forma non esattamente brillantissimo: il Catania infatti viene da un pareggio esterno contro l’Udinese e non vince da tre partite (ma ha avuto un calendario difficile), mentre la Lazio ha fatto un punto nelle ultime due e ha perso posizioni in classifica. Logico dunque che oggi cercheranno i tre punti, il Catania a maggior ragione perchè gioca in casa e non può più permettersi di perdere terreno tra le mura amiche, visto che il rendimento esterno non è propriamente dei migliori. I precedenti sono 13, di cui due giocati in campo neutro: il Catania ha ottenuto otto vittorie, tre sono i pareggi e appena due le vittorie della Lazio, che però ha centrato i tre punti nell’aprile 2011 (4-1 firmato Hernanes, Mauri, Floccari e Zarate, Schelotto per il Catania). Gli etnei hanno vinto addirittura 5 partite per 1-0, che è anche l’ultimo risultato uscito, nel marzo 2012: decise Legrottaglie. L’ultimo pareggio è invece l’1-1 del settembre 2009: Martinez per i rossazzurri, Julio Cruz per la Lazio. 

Il Catania esce oggi da un periodo di partite difficili: nelle ultime cinque sono arrivati appena 4 punti, solo una vittoria contro il Parma (2-0), poi il 4-0 subito a Bologna, la sconfitta di San Siro (2-0) e lo 0-1 incassato dalla Juventus, con polemiche. E’ stata la prima sconfitta casalinga per la squadra allenata da Maran, riscattatasi parzialmente a Udine quando nel turno infrasettimanale è riuscita a strappare il 2-2. Al Massimino gli etnei sono una squadra che ha un rendimento da Europa: tre vittorie, un solo pareggio e una sconfitta, con 7 gol segnati e 4 subiti. i problemi dei rossazzurri risiedono tutti nelle trasferte, in una difesa che incassa troppi gol (16 totali) e nello scarso peso offensivo, perchè Bergessio non è un bomber da 20 gol (per ora sono 3) e gli incursori per adesso faticano a segnare (2 reti per Gomez, 1 per Barrientos). La manovra sarà come al solito affidata a Francesco Lodi, importante sarà l’atteggiamento dei centrocampisti che dovranno mettere pressione alla mediana della Lazio che parte con un uomo in più (e c’è da considerare la posizione di Hernanes).

La Lazio invece ha leggermente frenato dopo aver brillantemente battuto il Milan. Contro Fiorentina e Torino è arrivato un solo punto, seguito ai nove ottenuti nelle precedenti tre giornate (vittorie su Siena, Pescara e appunto Milan). Niente di cui preoccuparsi, la squadra di Petkovic sta affrontando una naturale flessione fisiologica dovuta anche al doppio impegno campionato-Europa League. Il tecnico bosniaco crede poco nel turnover e questo ovviamente pesa sulle gambe dei giocatori. In trasferta i biancocelesti non hanno mai pareggiato, cogliendo tre vittorie e due sconfitte (Napoli e Fiorentina), e hanno segnato 7 gol subendone 6. Oggi non ci sarà Miroslav Klose, 6 gol in campionato sui 16 totali della Lazio; in generale i biancocelesti vanno a segno con pochi uomini, perchè Hernanes ha segnato 5 reti, Candreva 2 e poi ci sono Mauri, Ederson e Ledesma con 1. Dovrà essere bravo Petkovic a ritrovare le armi che hanno consentito alla Lazio di issarsi fino al terzo posto in classifica (poi perso), perchè dietro le altre squadre premono e si potrebbero concedere altre posizioni importanti.

Sarà una partita vivace, almeno questo è quello che ci si aspetta: le due squadre praticano un calcio offensivo, molto piacevole e che si basa sul contropiede spinto dagli esterni. Ci aspettiamo quindi gol ed emozioni. Scopriremo presto come andrà: Catania-Lazio sta per cominciare…

 

Risorsa non disponibile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori