GENOA-LAZIO/ Pulici, Marchetti artefice dei successi della Lazio (esclusiva)

- int. Felice Pulici

Abbiamo intervistato in esclusiva FELICE PULICI, ex bomber della Lazio: “I biancocelesti possono puntare allo scudetto, ma devono vincere a Torino”. Sul Genoa: “Palacio è importante”.

Klose_R400
Miroslav Klose (foto Infophoto)

Una partita per confermare la bella vittoria contro il Milan. La Lazio va a Marassi per incontrare il Genoa, in un incontro molto difficile per la formazione biancoceleste. Sono 39 i punti della squadra allenata da Reja, 27 quelli della squadra allenata da Marino, ma con una partita da recuperare. Un match che potrebbe confermare il buon momento della Lazio, reduce dai due successi di Verona contro il Chievo e quello appunto contro il Milan. Ma fare risultato a Marassi non è mai troppo facile. Il Genoa infatti in casa si esalta e riesce spesso a dare il meglio di sé stesso, mettendo in grande difficoltà le squadre avversarie. Insomma si annuncia un match aperto a ogni risultato con la compagine ligure che potrebbe veramente sfruttare l’impegno casalingo. Per parlare quindi di questo match di cartello dell’odierna giornata di campionato abbiamo sentito Felice Pulici. Eccolo in questa intervista in esclusiva a ilsussidiario.net.

Pulici, la Lazio è protagonista in campionato: dove può arrivare, anche lo scudetto è possibile per la formazione biancoceleste?

La Lazio sta giocando bene, ha ormai assunto una precisa fisionomia di gioco e ha una sua precisa identità di squadra. Il suo scudetto sarebbe arrivare tra le prime tre. Ma se vuole puntare a vincere, ad arrivare prima deve andare a vincere lo scontro diretto a Torino con la Juventus. Restano poi ancora tante giornate di campionato e tutto può succedere.

C’è un grande e decisivo Klose, ma non pensa che una delle chiavi delle vittorie della Lazio in questo campionato sia la presenza tra i pali di Marchetti?

Sono d’accordo. Marchetti sta avendo un rendimento notevole. Il suo apporto è decisivo nei successi della Lazio in questo campionato.

L’incontro con il Genoa si presenta comunque molto insidioso, contro una squadra che in casa, davanti al suo pubblico, sa spesso esprimere grandi partite.

Quello che c’è da temere è il ritmo che ogni volta in casa il Genoa imprime alle sue partite: a Marassi la formazione di Marino si esprime molto bene, sospinta anche dal sostegno del suo pubblico.

C’è da temere probabilmente Palacio…

Palacio l’aveva cercato anche la Lazio. E’ un giocatore molto importante nel gioco del Genoa.

Nella Lazio invece Hernanes si sta dimostrando sempre più un grande giocatore.

E’ veramente forte. Quando la Lazio gioca con le due punte il Profeta riesce a dare ancora di più il suo apporto spesso decisivo.

In generale come giudica questa Lazio?

Ha una buona difesa, e Klose sta dimostrando di essere un grande giocatore. Poi c’è Lulic, che è un altro elemento molto interessante.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori