Calciomercato Inter/ Per Sergi Roberto c’è il prezzo, ma il Barcellona…

- Fabio Belli

Calciomercato Inter, Sergi Roberto sempre tra i nomi caldi per il dopo Hakimi. Kolarov rinnova a stipendio dimezzato mentre Sanchez, Dimarco e Vecino…

Presidente Inter
Steven Zhang, Presidente Inter a San Siro (LaPresse, 2021)

CALCIOMERCATO INTER: SERGI ROBERTO, LA RICHIESTA DEL BARCELLONA

Un nome che circola da qualche giorno per il calciomercato Inter e di cui vi abbiamo dunque già parlato è quello di Sergi Roberto del Barcellona. Su questo giocatore spagnolo ci sono voci che ha riassunto SportMediaset, che rilancia le possibilità che Sergi Roberto giochi nell’Inter nella prossima stagione, anche se va detto che invece dalla Spagna frenano circa la possibilità che questo accada davvero. Classiche schermaglie di calciomercato, per il momento possiamo dire che certamente Sergi Roberto è uno dei nomi che circolano per le fasce dell’Inter. La richiesta del Barcellona è di 15-20 milioni di euro, ma il vero grande problema è che la società blaugrana lo inserirebbe volentieri come parziale contropartita tecnica nella trattativa per Lautaro Martinez, dunque per l’Inter sarebbe difficile parlare di Sergi Roberto senza esporsi al corteggiamento per il Toro da parte del Barcellona. Insomma, Sergi Roberto all’Inter potrebbe essere credibile se Lautaro Martinez andasse invece in Catalogna, dunque la domanda sorge spontanea: ne vale la pena? (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CALCIOMERCATO INTER: KOLAROV RESTA CON STIPENDIO DIMEZZATO

Una notizia abbastanza a sorpresa per il calciomercato Inter è un mancato addio, quello di Aleksandar Kolarov. L’età, lo stipendio molto alto e lo scarso utilizzo nella stagione passata facevano immaginare che l’avventura di Kolarov all’Inter sarebbe durata appunto un solo anno. Classe 1985, tre milioni di euro di stipendio e appena undici presenze ufficiali tra tutte le competizioni: si riconosceva a Kolarov un ruolo prezioso fuori dal campo, in termini di mentalità all’interno dello spogliatoio, ma l’addio veniva considerato certo. Kolarov però ha voluto fortemente rimanere all’Inter e questa volontà si è concretizzata in una riduzione dello stipendio, che sarà esattamente dimezzato. Con queste premesse, l’Inter ha detto sì e di conseguenza ecco pronto un altro contratto annuale, fino al 30 giugno 2022 a 1,5 milioni di euro: il rinnovo di Kolarov si aggiunge a quelli di Andrea Ranocchia e Danilo D’Ambrosio, altre due figure chiave all’interno dello spogliatoio dell’Inter. Aleksandar Kolarov sarà un uomo-guida per Simone Inzaghi, che come Conte lo utilizzerà in campo da vice Bastoni. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CALCIOMERCATO INTER: IL FUTURO DI SANCHEZ, VECINO E DIMARCO

Il calciomercato Inter sarà fatalmente all’insegna della grande attenzione ai costi e di conseguenza bisognerà anche valorizzare al meglio le risorse già a disposizione, dunque tutti i giocatori di proprietà dell’Inter. La Gazzetta dello Sport fa il punto della situazione parlando in particolare di tre calciatori: Matias Vecino, Alexis Sanchez e Federico Dimarco. Partiamo dall’esterno italiano, che è rientrato dal prestito al Verona (dove ha fatto benissimo) proprio nel momento in cui si fa un gran parlare degli esterni che potrebbero arrivare all’Inter. Intanto c’è lui e, se confermasse o magari migliorasse ulteriormente quanto visto a Verona, ecco che Dimarco potrebbe essere una risorsa importante, non solo per la lista Uefa essendo cresciuto nel vivaio. Per Sanchez le perplessità sono due: la fragilità fisica e il contratto altissimo. Il talento però è indiscutibile e allora ecco che si lavora a una rimodulazione del contratto: la buona notizia è che Sanchez sarebbe disponibile a spalmare su un anno in più la cifra che l’Inter gli deve per le prossime due stagioni. Infine, per Vecino pesa in positivo il gradimento da parte di Simone Inzaghi, che farebbe volentieri affidamento su di lui: per l’uruguaiano sarebbe la ripartenza dopo un anno quasi sempre ai margini per infortunio. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

CALCIOMERCATO INTER, HAKIMI-PSG è QUASI FATTA!

Per il passaggio di Hakimi dall’Inter al Paris Saint Germain è ormai soltanto questione di ore, nonostante la piccola frenata di Piero Ausilio che invita tutti alla prudenza. Nel calciomercato non è mai troppa. Lo ha confermato anche Beppe Marotta, che in un’intervista rilasciata a Sky Sport ha fatto il punto non soltanto sul trasferimento del marocchino sotto la Tour Eiffel, ma anche sulle prospettive di mercato dell’Inter nei prossimi due mesi, considerando che la finestra delle trattative si è appena aperta ufficialmente: “Per Hakimi al PSG siamo in dirittura d’arrivo, ci ha lavorato Ausilio. Mancano alcuni dettagli ma nel giro di un giorno potremo arrivare alla fine di questo trasferimento doloroso per noi. Abbiamo dovuto garantire al sostenibilità del club e ci siamo rifatti a quelle che sono state le richieste della società.

Dunque confermate le voci di calciomercato che da settimane ormai segnalavano la partenza di Hakimi come indispensabile per la ristrutturazione del debito che l’Inter sta portando avanti, a caccia di plusvalenze importanti sul mercato: col passaggio di Hakimi al PSG nelle casse nerazzurre dovrebbero entrare circa 70 milioni di euro, bonus compresi.

CALCIOMERCATO INTER, BELLERIN ARRIVO POSSIBILE

Come detto, Marotta ha parlato anche delle prospettive interiste riguardanti gli altri big, in particolare Lautaro Martinez indicato da tempo da radiomercato come secondo partente illustre, proprio per sostenere il mercato e le casse nerazzurre. Ma su Lautaro, Marotta è stato più possibilista riguardo la permanenza, e in generale dopo l’addio di Hakimi l’Inter, a meno di offerte pesantissime, lavorerà per trattenere in rosa i suoi giocatori migliori. “L’Inter ha sempre davanti degli obiettivi sportivi da raggiungere, con alcuni giocatori, Lautaro compreso, abbiamo cominciato a parlare del rinnovo. Puntiamo su di lui e sugli altri giovani. Non è un’operazione facile ma vogliamo difendere il patrimonio storico di questo club“. E sulla sostituzione di Hakimi, Marotta ha sottolineato come il club stia lavorando in sinergia con il nuovo tecnico Simone Inzaghi: niente spese folli, un’indicazione che apre ulteriormente alla possibilità dell’arrivo dello spagnolo Bellerin in prestito dall’Arsenal.



© RIPRODUZIONE RISERVATA