CALCIOMERCATO MILAN/ La cessione di Hauge può aprire all’arrivo di Daramy

- Alessandro Rinoldi

Calciomercato Milan, i rossoneri vogliono prolungare il contratto di Kessie per evitare di perderlo a parametro zero tra un anno. Per Brahim Diaz si avvicina il ritorno a Milanello

Milan Kessie
Milan: Franck Kessie (Foto LaPresse)

CALCIOMERCATO MILAN, CONTATTI PER DARAMY CON HAUGE IN USCITA

Nelle idee del Milan per questo calciomercato estivo c’è la volontà di aumentare il valore del proprio organico e perchè questo accada si sta lavorando parecchio non solo in entrata ma anche in uscita. I rossoneri hanno infatti l’intenzione di accettare l’offerta proveniente dall’Eintracht di Francoforte per Jans Petter Hauge sebbene la richiesta da 15 milioni di euro formulata da Maldini e soci non sia stata ancora soddisfatta ma la sensazione è che l’operazione possa proseguire fino ad ottenere un esito positivo. Una volta ottenuta quella cifra, il Milan potrà reinvestire quel denaro direttamente sul mercato magari per mettere le mani sul giovane Mohamed Daramy, di proprietà del Copenaghen. Attaccante esterno di diciannove anni, Daramy nella passata stagione ha firmato 5 reti e 3 assist vincenti per i compagni in 29 apparizioni complessive tra campionato e coppe attirando su di sè l’attenzione del Milan, società sempre in prima linea per quanto concerne i giovani di talento del panorama internazionale. Stando a quanto rivelato dalla redazione di calciomercato.com, i rossoneri dovrebbero avere dei nuovi contatti con l’entourage di Daramy nel corso della prossima settimana ma bisognerà fare anche i conti con la concorrenza di alcuni club tedeschi e degli austriaci del Red Bull Salisburgo.

CALCIOMERCATO MILAN, ANCHE IL NAPOLI SU BAKAYOKO

Il Milan ed i suoi dirigenti stanno ragionando per trovare nuovi modi di potenziare la rosa a disposizione di mister Pioli nella prossima stagione e per farlo i rossoneri starebbero lavorando sul ritorno di Tiemoue Bakayoko, di proprietà del Chelsea con cui il contratto scadrà fra un anno, ovvero nel giugno del 2022. La scorsa stagione il centrocampista francese di origini ivoriane aveva giocato in prestito con la maglia del Napoli e proprio il club azzurro, per volere del suo nuovo allenatore Luciano Spalletti, sarebbe al momento l’oscatolo principale per riportare il calciatore in Lombardia. Forti del buon rapporto con i Blues tramite l’operazione riguardante Olivier Giroud, il ventiseienne Bakayoko può essere un elemento più che utile nella mediana del Milan sebbene si stia lavorando proprio per ultimare il reparto da diversi giorni.

CALCIOMERCATO MILAN, KESSIE E BRAHIM DIAZ

In questa finestra di calciomercato la dirigenza del Milan ha il suo bel da fare per sistemare l’organico da mettere a disposizione di mister Pioli. Tra le situazioni più spinose da risolvere c’è senza dubbio quella riguardante il rinnovo del contratto di Franck Kessie, in scadenza tra un anno nel giugno del 2022. Al fine di evitare addii dolorosi come accaduto con Donnarumma e Calhanoglu, i rossoneri vorrebbero chiudere in tempi brevi la trattativa per il prolungamento contrattuale del centrocampista della Costa D’Avorio sebbene al momento ci sia una certa distanza tra richiesta ed offerta: stando ai rumors infatti Kessie ed il suo entourage chiederebbero fino a 6 milioni di euro all’anno, un bell’aumento di stipendio se si pensa agli attuali 2,2 milioni attualmente percepiti. C’è maggior fiducia invece nei confronti del ritorno di Brahim Diaz, dato che il Real Madrid potrebbe lasciarlo tornare a Milanello anche tramite i buoni rapporti tra le due società.

CALCIOMERCATO MILAN, GIROUD IN ARRIVO

Il Milan sembra ormai esser vicinissimo all’acquisto di Olivier Giroud dal Chelsea in questa sessione di calciomercato estivo per circa due milioni di euro. Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Lorenzo Minotti ha espresso il suo parere sull’attaccante francese spiegando: “Credo che sia l’acquisto giusto: il Milan ha bisogno di un centravanti di riferimento in alternativa a Ibrahimovic; non ci sarà bisogno di adattare calciatori in quel ruolo. Giroud è un grande campione, ma accetterebbe anche di stare in panchina.” Pure il giornalista Maurizio Compagnoni ha sottolineato l’importanza di avere un’altra punta oltre allo svedese: “Con Ibra potrà giocare in corso di partita, in alcune situazioni d’emergenza quando il Milan avrà bisogno di segnare. Il Milan ha fortemente bisogno di un giocatore come Giroud, Ibrahimovic ha dimostrato di poter essere ancora protagonista, ma quante partite potrà giocare? Avere uno come Giroud è fondamentale, ti sposta molto gli equilibri. L’anno scorso Rebic e Leao non sapevano neanche da dove si comincia a far la punta, al di là del valore individuale.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA