Carlo Conti: “Il covid stava per attaccare i polmoni”/ “Non ho ancora capito come…”

- Stella Dibenedetto

Carlo Conti racconta i giorni del ricovero in ospedale per il covid: “Stava per attaccare i polmoni. I medici l’hanno fermato in tempo”.

Carlo Conti
Carlo Conti ospite a Tv Talk

Carlo Conti ha tirato un sospiro di sollievo dopo essere guarito dal covid. Il conduttore toscano, come milioni di italiani, è stato contagiato dal coronavirus trascorrendo anche diversi giorni in ospedale come l’amico e collega Gerry Scotti. Per conti è stato un periodo particolarmente difficile soprattutto perchè il conduttore temeva di aver contagiato anche il figlio Matteo e la moglie Francesca Vaccaro. “Quest’anno non mi sono fatto mancare niente. Non ho ancora capito come ho preso il Covid. Per fortuna, non l’ho passato a nessuno. Ero preoccupato soprattutto per mia mia moglie e mio figlio. Quando ho saputo che il loro tampone era negativo, è iniziato il sollievo”, ha dichiarato Conti in un’intervista rilasciata ai microfoni del settimanale Oggi. Sul ricovero in ospedale, Carlo Conti ha aggiunto: “Non ho mai sentito un vero pericolo, il virus stava per attaccare i polmoni, ma i medici lo hanno fermato in tempo”.

IL NATALE DI CARLO CONTI

A poche ore dal Natale, Carlo Conti ha raccontato anche come trascorrerà il 25 dicembre. Come tutti gli italiani, anche il conduttore toscano trascorrerà un Natale intimo in compagnia della sua famiglia. Nessun cenone con gli amici, ma solo una giornata d’amore e di relax con sua sua famiglia. “Festeggeremo in cinque: io, Francesca, mio figlio Matteo e i genitori di mia moglie. I miei purtroppo non ci sono più. Di solito viene una zia di Livorno a cui sono molto legato, che ci prepara il suo meraviglioso caciucco, ma quest’anno non sarà possibile“. Conti, poi, sabato 26 dicembre tornerà in onda con un’edizione speciale di Affari tuoi – Viva gli sposi che farà compagnia agli italiani per sette settimane e con cui Conti lancerà la sfida all’amica Maria De Filippi che tornerà in onda con C’è posta per te da sabato 9 gennaio.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA