Carlo Conti/ “Top dieci? Un pretesto per fare show”

- Emanuele Ambrosio

Carlo Conti torna in tv con “Top Dieci”, il nuovo quiz musicale e rivela: “torno con leggerezza ripartendo proprio dagli studi de La Corrida”

carlo conti
Carlo Conti a Tale e Quale Show

Carlo Conti torna in tv con “Top Dieci“, il nuovo quiz musicale in onda da domenica 14 giugno 2020 in prima serata su Raiuno. Il popolare conduttore è stato tra i primi a tornare in video dopo l’emergenza sanitaria da Coronavirus: dapprima la conduzione in solitaria dei “Premi David di Donatello 2020” ed ora con un programma tutto nuovo. Intervistato dal settimanale Oggi, Conti ha rivelato alcune anticipazioni sul format: “è un programma in cui giochiamo con le classifiche, un pretesto per fare show. Al fronteggiarsi due squadre composte da tre vip che hanno qualcosa in comune: hanno fatto lo stesso film, sono tutti e tre biondi o nati in Sicilia”. Parlando poi del suo show ha anticipato che ci saranno anche due ospiti extra a puntata che dovranno rivelare le loro personali classifiche. Nella prima puntata di “Top Dieci” gli ospiti saranno Roberto Mancini e Massimo Ranieri. Un programma musicale quindi per Conti che non nasconde di essere anche lui legatissimo alle classifiche musicali: “la mia carriera è iniziata in radio e in Rai: ho debuttato con Discoring nel 1985 annunciando proprio la top ten. Sul calcio, potrei giusto rispondere a domande sulla Fiorentina”.

Carlo Conti: “Top 10? Idea perfetta”

Il nuovo programma segna così il ritorno in video di Carlo Conti che, in piena pandemia da Coronavirus, ha dovuto interrompere la diretta de La Corrida: “torno con leggerezza ripartendo proprio dagli studi de La Corrida. L’idea di Top Dieci ci è sembrata perfetta per fare un programma senza pubblico, senza orchestra e balletti ma con la stessa voglia di intrattenere”. Il conduttore dalle pagine di Oggi ha poi raccontato come ha trascorso questi mesi di quarantena precisando: “sono un privilegiato. Ho avuto la fortuna di averla passata in una bella casa con uno spazio esterno assieme ai miei affetti: mia moglie Francesca e mio figlio Matteo. Ho avuto l’occasione di stare di più con loro e fare delle riflessioni”. Una riflessione che l’ha portato ad immaginare se questo terribile virus fosse scoppiato 50 anni fa: “mi sarei trovato con mia mamma sola, mio babbo è morto quando avevo 18 mesi e vivevamo in un piccolo bifocale in affitto. Lei si dava da fare con mille lavori e in una situazione del genere non avrebbe avuto i soldi per andare avanti. Pensando a questo mi rendo conto di quante famiglie oggi si trovano in difficoltà”. Nonostante tutto però ci sono dei momenti che non si potranno mai dimenticare come ha precisato: “il Papa che celebra la messa da solo in Piazza San Pietro, i campioni militari che portano via le bare da Bergamo, Sergio Mattarella solo davanti all’altare della Patria il 25 aprile”. Infine il conduttore ha parlato anche del futuro rivelando di essere ottimista: “confido nei medici per la cura del virus. Spero ci sia un lento ma inesorabile ritorno alla normalità con intelligenza e attenzione”. Tra i progetti del prossimo autunno il conduttore ha rivelato di essere pronto a tornare con la nuova edizione di “Tale e Quale Show”: “lo stiamo preparando con le normative di adesso, pronti ad allargare le maglie se si potrà fare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA