Carmen Di Pietro caccia di casa il figlio/ “Devi crescere, non voglio un bamboccione”

- Silvana Palazzo

Carmen Di Pietro caccia di casa il figlio e in una lettera a DiPiù svela i motivi della sua decisione: “Lo faccio per il tuo bene. Devi crescere, non voglio un bamboccione”

Carmen Di Pietro a Storie Italiane
Carmen Di Pietro (Rai)

Carmen Di Pietro caccia di casa il figlio che ha appena compiuto 18 anni. In una lunga lettera inviata al settimanale DiPiù l’ex showgirl, ora conduttrice radiofonica, ha spiegato che per il primogenito Alessandro è arrivato il momento di trovare la sua strada nella vita. Cacciandolo di casa vuole dunque evitare che il figlio diventi un “bamboccione”. Quella che poteva restare una decisione privata, è stata invece resa pubblica da Carmen Di Pietro con una lunga lettera al magazine. «Anche se so che non ti farà piacere e ti sembrerò una madre spietata, il mio regalo è un invito di cui devi prendere atto: ti sbatto fuori di casa». In effetti appare un po’ brutale il modo scelto dalla 54enne di responsabilizzare il figlio. Comunque gli ha spiegato che per lui è arrivato «il momento di cominciare ad affrontare le difficoltà della vita da solo, perché non esiste solo il divertimento ma anche il sacrificio». Per il figlio di Carmen Di Pietro è arrivato il momento di trovarsi un lavoro e una casa in affitto.

CARMEN DI PIETRO CACCIA DI CASA IL FIGLIO

Carmen Di Pietro non ha nascosto quanto sia stato difficile decidere di cacciarlo di casa, ma ha precisato: «Lo faccio per il tuo bene». La scelta è dettata dal fatto che il primogenito Alessandro ha «sempre avuto tutto dalla vita». E quindi «per diventare un uomo devi iniziare a camminare con le tue gambe, non voglio a casa un bamboccione». L’obiettivo dell’ex showgirl è dare una lezione di vita importante al figlio, che deve imparare a darsi da fare senza mai dipendere da nessuno, neppure dalla madre che lo ha mantenuto finora. «Mi hai chiesto la macchina, e non una piccola ed economica, oltre alla festa che mi è costata una tombola. Ma l’auto no, te la devi guadagnare da solo», ha scritto Carmen Di Pietro nella lettera. In compenso gli ha regalato una valigia per il trasloco, visto che gli servirà presto. «Per te ci sarò sempre, mica ti abbandono e non pensare che io sia cattiva o troppo severa perché un giorno mi ringrazierai». E quindi ha concluso: «Figlio mio, vedrai che è bello diventare grande».



© RIPRODUZIONE RISERVATA