Celine Dion anoressica? I fan “E’ magrissima”/ Le foto che preoccupano

- Davide Giancristofaro Alberti

Celine Dion è anoressica? In rete circolano alcune foto preoccupanti della cantante canadese

Celine Dion (Ig)
Celine Dion (Instagram)

Celine Dion sta preoccupando e non poco i suoi milioni di fan. La celebre cantante canadese, è apparsa negli ultimi mesi sempre più magra, al punto da far pensare all’anoressia. In alcuni scatti su Instagram, in particolare da quelli delle sfilate di Parigi in avanti, la 51enne famosa soprattutto per “My heart will go on”, colonna sonora di Titanic, si è mostrata magrissima, con i tratti tipici della malattia legata al peso: volto scavato, spalle ricurve e “in fuori”, lo sterno sempre più pronunciato, al punto da far preoccupare i suoi fan. In molti hanno quindi domandato alla cantante se stesse bene, e la cantante ha replicato con fermezza di non avere alcun problema: «Se ti piace come sono, mi trovi – le sue parole in una recente intervista al tabloid britannico Sun – se non vi piace, lasciatemi in pace». E ancora «Non mi sto prendendo un rischio, voglio solo sentirmi forte, femminile e sexy».

CELINE DION ANORESSICA?

Eppure è palese quanto Celine abbia perso peso negli ultimi mesi. Difficile capire cosa le stia accadendo anche perché la stessa è sempre stata longilinea, vista anche la sua altezza, e mai sovrappeso. Secondo alcuni non è da escludere che dopo la morte del marito, René Angelil, scomparso nel 2016 a seguito di un cancro alla gola, la Dion sia caduta in una sorta di tunnel depressivo che l’abbia appunto portata all’anoressia, ma si tratta semplicemente di ipotesi che al momento non hanno alcun fondamento. «A me piace come sono adesso – ha spiegato ancora Celine commentando la sua forma fisica preoccupante – quindi non voglio parlarne. Nessuno deve preoccuparsi, chi è di un’altra opinione basta che non mi guardi e non mi faccia foto». La speranza è che si tratti realmente di una semplice perdita di peso dovuta ad una dieta ferrea o ad una dura attività fisica, e null’altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA