CHE TEMPO CHE FA/ Ospiti puntata 21 marzo: Nancy Pelosi, Deborah Compagnoni e…

- Dario D'Angelo

Che tempo che fa, anticipazioni e ospiti puntata 21 marzo: da Nancy Pelosi a Deborah Compagnoni, passando per il ministro dell’Istruzione Bianchi e…

Fabio Fazio salvini
Fabio Fazio

Una puntata di Che tempo che fa dal taglio internazionale quella a cui ha lavorato Fabio Fazio per questa domenica 21 marzo 2021. Le anticipazioni, ma soprattutto gli ospiti annunciati, sono infatti in molti casi protagonisti a livello globale. Esemplare il caso di Nancy Pelosi, speaker della Camera dei Rappresentanti Usa, esponente tra i più alti in grado dei Democratici americani, il partito dell’attuale inquilino della Casa Bianca, Joe Biden. La presenza di quella che è stata una delle più ferree oppositrici di Donald Trump nei suoi quattro anni di presidenza, arriva nell’anno in cui si celebra il 160° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Stati Uniti: per questo la partecipazione al programma della prima speaker italo-americana della storia nel programma di Fazio è quanto mai indicata.

CHE TEMPO CHE FA, ANTICIPAZIONI E OSPITI PUNTATA 21 MARZO

Non solo Nancy Pelosi tra gli ospiti della puntata di oggi di Che tempo che fa. Dicevamo di un taglio internazionale dello show, nel caso di Deborah Compagnoni dovremo dire addirittura “olimpico”. A 22 anni dal ritiro, la più grande e vincente sciatrice italiana di tutti i tempi si racconta in un’intervista esclusiva. Il suo palmares la precede: 3 ori e un argento in 3 diverse olimpiadi invernali, 44 podi in Coppa del Mondo di sci alpino di cui 16 vittorie, e 3 ori ai Mondiali. In tema di politica e attualità Fabio Fazio ospiterà anche il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, con cui si parlerà della difficile situazione della scuola. Spazio poi al segretario generale della CGIL, Maurizio Landini e, in tema di pandemia, al Responsabile della strategia per le minacce alla salute e i vaccini dell’EMA Marco Cavaleri. In studio anche il virologo Roberto Burioni e il direttore de La Stampa, Massimo Giannini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA